02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi Di Repubblica

La bottiglia: Don Luigi ’99 - Majo Norante - Campomarino (Campobasso) Il cavaliere solitario è diventato un astro. Una decina d’anni fa, Alessio di Majo Norante era definito “il cavaliere solitario” dell’enologia molisana. Oggi, nel suo Libro dei vini 2002, Hugh Johnson lo chiama “astro solitario”: non c’è molta differenza, ma un po’ si…La masseria, più di 60 ettari vitati, che pratica agricoltura rispettosa dell’ecosistema, ispira le sue scelte produttive a uno slogan efficace: “Nuovi vini d’antichi vitign”. Cioè, fin dagli anni 70, Falanghina, Fiano, Ellenico. Per questo Don Luigi (intitolato al padre) è stato utilizzato, pur in percentuale minima, il vitigno rosso Tintilia, che completa le doti espressive del Montepulciano. Alla seconda vendemmia l’etichetta ha già raccolto consensi. Nel bicchiere panciuto, il colore è scuro scuro, il bouquet cattura (fitto di aromi dolci di frutti di bosco e spezie). Ricco e succoso il sapore, masticabile, con tannini evidenti ma fini e gentili, in una struttura potente e armoniosa. Il ’99 si trova a Monza da “Meregalli”, a Roma da “Cul de Sac”. 20 euro circa.

Autore: Gianni e Paola Mura

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli