02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi Di Repubblica

In Val di Cembra il vino è una forza. Di nome e di fatto… I lettori già la conoscono la bella realtà della cantina La Vis. Vis in latino è forza, e forza ne ha tanta. Viene dalla serietà degli studi sul campo, dalla qualità delle bottiglie. E cosa sempre più importante, da un buon rapporto qualità-prezzo. La Vis adesso ha una sorella, che si presenta così: Valle di Cembra, cantina di montagna. Pochi chilometri da La Vis si è in Val di Cembra, patria di una dinastia ciclistica (i Moser). I vigneti terrazzati nei secoli sembrano un inno alla vite, e sono il regno di uve che amano il sole ma anche il fresco (o freddo) della notte. Su tutte, il Muller Thurgau, incrocio creato a fine Ottocento dal dottor Muller, svizzero, fra Riesling Renano e Chasselas (o Madaleine royal). Quando tutto combacia (terra, clima, uva, uomini giusti) il risultato non può che essere buono. Cinque le versioni firmate La Vis-Valle di Cembra. Abbiamo scelto il Maso Roncador, nel bicchiere c’è la sostanza dei vini di montagna: armonia, onestà, solidità. Vinificazione dell’ultima generazione: in bianco in iper-riduzione con gas inerti (brevetto Pojer-Mattivi). Colore paglierino, naso di elegante aromaticità dai toni fruttati, floreali e silvestri, gusto schietto. A Giussano (Milano) dall’Enologo, a Isola Dovarese (Cremona) da Malinverno, a Bologna al Caffè Bazar, sui 9-10 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli