02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... In purezza l’Alicante è impertinente... Debutto al Vinitaly, in questi giorni, per l’Alicante. Vincitore dell’annuale competizione aziendale. La tenuta Sette Ponti, di Antonio Moretti, ha deciso di lanciare ogni anno un vino da monovitigno. Quello che, nell’annata, ha fornito la migliore prestazione, ha l’onore del nome in grande sull’etichetta. Nel 2009, circa tremila le bottiglie prodotte, ha vinto l’Alicante. Nel 2010 potranno essere il Sangiovese o una delle varietà internazionali (Viognier, Sauvignon. Merlot, Cabernet Sauvignon e Franc) che danno vita alle molte perle (Crognolo, Oreno, lo stesso Chianti, per dirne alcune). L’uva Alicante altrove si chiama Grenache o Guarnaccia e viene volentieri assemblata con altre uve: apporta calore e vigore. Qui, in purezza, trasformata dagli enologi Carlo Ferrini e Gioia Cresti, illustra la profondità del suo rubino ed esalta profumi di frutti scuri e di aromi e spezie balsamiche. Il primo sorso è impertinente, quasi aggressivo nella sua originalità, poi si cheta ed è vivo e fresco, polposo. Ha carattere, struttura, persistenza. A Milano da Divinitalia, ad Arezzo da Charleston tra i 28 e i 30 euro.

Alicante 2009

Tenuta Sette Ponti

Castiglion Fibocchi (Arezzo)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli