02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Dal Trentino il bianco messo all’Opera... Chi arriva in Val di Cembra, in Trentino, capisce al volo quale è la vocazione dei territorio. La vite ricopre, a terrazze, tutti gli spazi coltivabili. Ne escono rossi saporiti e bianchi eleganti e profumati, fermi. Una sorpresa, a Vinitaly, è venuta da Opera, azienda che fa solo bollicine. Ne sono proprietari Alfio Garzetti e Bruno Zanotelli. Hanno rilevato la cantina più antica della valle, ottocentesca, a Verla di Giovo. E l’hanno restaurata, ampliata, equipaggiata con attrezzature di ultima generazione, con spazi destinati alla degustazione e alla vendita dei prodotti locali. Due per ora le etichette: il Rosé e questo Blanc de Blanc 2007, da uve Chardonnay in purezza coltivate tra 400 e 600 metri di quota. Vinificazione in inox, elaborazione sui lieviti per trenta mesi, sboccatura ottobre 2010. Brindiamo al suo debutto: colore chiaro e brillante. perlage sottile, bel naso fragrante (fiori e frutti bianchi e classica nota di crosta di pane). Il sorso è dinamico e fresco, di buona sapidità e piacevole beva. A Milano alla Cantina di Manuela di via Poerio, ad Affi (Verona) all’enoteca Affi sui 20-22 euro.

Opera brut

2007

Verla di Giovo (Trento)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli