02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

Ecco una “versione base” che è all’altezza di una buona bevuta ... Frutta, verdura, ortaggi. La vigna è arrivata con la terza generazione, rappresentata da Claudio Morelli. Ma già il padre Carlo vinificava uve comprate, la prima cantina risale agli anni Cinquanta. Dopo gli studi di agraria Claudio capisce che il vino e il mondo del vino stanno crescendo in qualità e si attrezza. Il primo vigneto è di appena 4,5 ettari, ora sono 23. Varietà tradizionali: Bianchello (o Biancame) del Metauro, poi Sangiovese, Montepulciano. Vernaccia nera. E un po’ di Cabernet Sauvignon. Vigne dislocate in sei siti diversi. Talune guardano il mare, altre ne respirano l’aria. Con i consigli di Riccardo Cotarella, Claudio produce vini buoni e sinceri. Ben tre versioni di Bianchello, rispettando le espressioni dei cru: Vigna delle terrazze, Borgo Torre e questo San Cesareo. definito umilmente “versione base”. E da qui si parte, poi volendo si cerca più complessità nelle altre. Il San Cesareo è un bianco semplice, fresco e fragrante, profumato, dal sapore limpido e schietto. Da bere e ribere, A Ferrara da Massimo, a Roma da Al vino al vino sugli 8-9 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli