02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Le bollicine approdano in Sardegna ...Se siete a Usini e cercate Giovanni Cherchi dovete chiedere di Tiu Rillia: come lo chiamano gli amici e gli appassionati dei vini di Sardegna. Con riconoscenza, perché i suoi Vermentino sono stati tra i primi ad arrivare nelle carte dei vini e nelle enoteche “sul continente” (ricordate l’invasione del Tuvaoes?). Ma anche perché, sul fronte dei rossi, oltre al Cannonau ha puntato sul vitigno Cagnulari, riportandolo all’onor delle mense. Come altre etichette di successo: Boghes, Pigalva, Tokaterra, Luzzana. Da qualche anno il Vermentino di Cherchi si offre nell’ennesima versione: il Filighe Metodo Classico. Bollicine isolane prodotte con la consulenza dell’enologo Piero Cella. Dai terreni collinari del Logudoro, su terreno calcareo-argilloso, le uve sono raccolte tra agosto e settembre. Il vino matura parte in inox e parte in barrique non nuove per circa un anno. Da bere all’ora dell’aperitivo e a tavola, freddo, sui 7-8 gradi, in calice da bianco, per gustarne la fragranza di profumi e sapori, l’equilibrio, la leggiadria. A Fregene (Roma) all’enoteca Il tappo, ad Alghero (Sassari) da Enodolciaria sui 13 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli