02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

E una famiglia sarda valorizza il territorio usando il Cannonau ... Dice Roberto Pusole, sardo dell’Ogliastra: “Abbiamo un compito preciso: valorizzare il nostro territorio”. Parla a nome di tutta la famiglia. Il padre Bernardo è di Baunei, dove c’è la cantina. La madre Emma di Lotzorai, dove c’è la vigna Sa Scala: solo due ettari a impianto fitto, ma cresceranno. Agricoltori da sempre, producono mais, olio, salumi, I figli: Lorenzo è agrotecnico, Loredana insegna e bada all’amministrazione. Roberto. 26 anni e laurea magistrale in viticoltura, fa il vino. Ha avuto la fortuna di un apprendistato privilegiato, a Monforte d’Alba dai Conterno Fantino. E molto ha assorbito in casa, “aggiungendo solo un po’ di tecnica”. Si comincia da un deciso no: all’irrigazione, alla chimica, ai prodotti antimuffa, alle filtrazioni. Sì invece ai diradamenti in pianta e al solo inox per questo Cannonau 2012, anno dell’esordio in bottiglia: color rubino chiaro, profumi nitidi e deliziosi (anche di macchia mediterranea). Al palato è agile e saporito, finto magro, molto elegante e persistente. Gran bel bicchiere. A Milano da Vinoir, a Roma da Unoevino. a Cagliari da Biondi sui 14 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli