02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

Troppo Prosecco
fa male alla terra?
Arrivano i Cast ... Tra Zapata e Carlin Petrini. L’ultima rivoluzione
della terra parie dal Veneto e Ira bisogno di tanti schèi,
Quanti ne servano per comprarsi 30 mila metri quadrati
in località Campilonghi, nel Trevigiano, sottrarli alle grinfie degli
imprenditori delle cave e. trasformarli in un paradiso dell’agricoltura
biologica. È così che trentaquattro famiglie si sono unite, hanno
nesso diecimila euro ciascuna e salvato un terreno, vicino, appunto,
a una cava, minacciato dalla speculazione.
Quello di Campilonghi è un Gast, alla lettera “gruppo di acquisto
solidale di terreno”, ed è l’ultima frontiera dei Gas, i gruppi nati per
acquistare tutti insieme prodotti di qualità, dal cibo ai pannelli solari, facendo leva sui risparmi dell’economia
di scala. Il “brevetto” dei Cast - o Gat
(gruppi d’acquisto terra) - è di un gruppo
di professionisti con base a Mantova, che
dal 2011 ha tenuto a battesimo diversi
consorzi io tutta Italia. La prossima colletta
potrebbe partire ancori nel Trevigiano,
in quelle terre del Prosecco dove
da giorni si discute se i viticoltori siano o
no da considerare corresponsabili della
strage innescata dalla “bomba d’acqua”
del 2 agosto scorso a Refrontolo.
“La terra frana perché i boschi sono stati abbattuti per lasciare
spazio ai filari di Prosecco” dicono gli ambientalisti. Sostiene Cinzia
Scali idi, vicepresidente nazionale di Slow Food e supporter della nuova
frontiera dei Gast: “I boschi scompaiono, con la loro capacità di
creare acqua, dii rendere stabili le pendenze. Frutteti e in qualche
caso uliveti rasi al suolo, e non per colpa delle ruspe di un’impresa
edile, mia per far posto a un diverso tipo di agricoltura. Un’agricoltura
che punta dritta all’happy hour”. Mentre s’annuncia la disfida tra
biologico e spritz, da Campilonghi arrivano le notizie dei primi raccolti:
“Le patate hanno superato sia la prova mamma che la prova
suocera” annuncia la pagina facebook del gruppo “La terra è stata
generosa, chi volesse ancora patate non esiti a chiedere...”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli