02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdì Di Repubblica

Il vino migliora invecchiando? Qui ha cent’anni ... La Barossa Valley è la regione che produce le più apprezzate qualità di vini made in Australia. Mille chilometri quadrati a un’ora da Adelaide, radici luterane e filari di vigne alternate a palmeti. È qui, nel Sud del Paese, che un secolo e mezzo fa Benno Seppelt, originario della Slesia (territorio allora prussiano e oggi in gran parte polacco), fondò un’azienda con un sistema di vinificazione d’avanguardia a terrazze: sfruttava (e sfrutta) la forza di gravità che fa scendere naturalmente il mosto dalle vasche di raccolta, in alto, a quelle di fermentazione, in basso. Il vanto della cantina Seppeltsfield è oggi la Centennial Collection, una serie di rossi fortificati invecchiati in botti di rovere. La collezione include il Para Tawny Port, un vino liquoroso da uve Shiraz, Grenache e Mourvèdre. “Non abbiamo saltato una vendemmia dal 1878” dice Chad Elson “è un record mondiale”. Per assicurarsi una delle rare bottiglie da 100 o da 375 ml bisogna però aspettare almeno 100 anni (ora sono disponibili le annate fino al 1915) e disporre di un budget adeguato (l’intera collezione costa 100 mila euro). Ma si può anche fare un tour della cantina e provare due vini storici: quello di un secolo fa e uno a scelta, magari quello del proprio anno di nascita.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli