02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La Bottiglia ... Gentile e letterario un rosso che fa sognare ... Bella etichetta, che ricorda un po’ Folon. E anche il nome del vino è bello: li cacciatore di sogni, che ricorda un libro di David Grossman. L’etichetta-bandiera è Folle, un Conero riserva passato in barrique. I due giovani produttori, Paolo ed Eleonora Berluti, riportano nel sito una citazione di Jack Kerouac che elogia la follia e ignorano Erasmo da Rotterdam. L’azienda è stata creata nel 1997 ma i due fratelli sono figli d’arte: già nonno Gualtiero e papà Mario coltivavano la vigna. Mente etichette, però [due fratelli sono laureati in enologia con importanti esperienze di lavoro: lui in Cile e Nuova Zelanda, lei a Bordeaux. A papà Mario è dedicata l’etichetta, a lui cacciatore di sogni ma anche di beccacce. In produzione, per ora, solo tre rossi. Ettari a Vite 13, tutti di Montepulciano, e 4 di oliveto. I terreni sono argillosi, con stratificazioni di tufo. li mare è a 5 km in linea d’aria. Dice Paolo: “Oggi occuparsi della terra è una delle cose più rivoluzionarie”. E il Cacciatore di sogni è la sincerità fatta vino: invitante già dal colore, generosi e gentili i profumi, al palato è fresco, uvoso, estremamente piacevole. A Pordenone da Ferronato, a Numana (Ancona) all’enoteca Azzurra sui 10/11 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli