02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tenuta dell'Ornellaia, Toscana Igt Bianco Poggio alle Gazze 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Sauvignon, Vermentino, Viognier
Bottiglie prodotte: 20.000
Prezzo allo scaffale: € 45,00
Azienda: Ornellaia
Proprietà: Tenute di Toscana
Enologo: Axel Heinz
Territorio: Bolgheri

Uno dei marchi che hanno reso Bolgheri una stella nel firmamento enologico toscano e non solo, la Tenuta dell’Ornellaia fu fondata nel 1981 da Lodovico Antinori. Nel 2002, Robert Mondavi, acquisisce l’azienda, cedendola successivamente alla Marchesi de' Frescobaldi, che attualmente, attraverso la società Tenute di Toscana, ne detiene la maggioranza. Benché celeberrima per i suoi rossi, da un decennio la cantina bolgherese giuoca anche la sfida bianchista, segno dei tempi enoici che cambiano. Ecco allora il fratello “minore” dell’Ornellia Bianco (Sauvignon in purezza, prodotto per la prima volta nel 2013, fermentato in barriques nuove e usate, dove sosta per 12 mesi, per passare ulteriori 6 mesi in bottiglia prima del suo avvio al mercato), il Poggio alle Gazze, primo anno di produzione 2009, il bianco di Ornellaia che si pone alla base della piramide qualitativa della tipologia. Ottenuto da un blend di Sauvignon, Viognier e Vermentino, fermenta in parte in acciaio, in parte in barrique e in parte in cemento. Dopo 6 mesi di sosta nei vari recipienti, passa 12 mesi in bottiglia, prima della sua commercializzazione. La versione 2016 ha naso di fiori bianchi, frutta esotica, agrumi e spezie dolci. La bocca è energica e corposa. Un tratto tendenzialmente dolce s’innesta su una trama di buona sapidità, che rende il sorso godibile e dal ritorno a note di frutta gialla sul finale.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli