02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Al via la Grande Festa del Vino e il Douja d’Or, mentre continuano le feste della vendemmia

Con settembre l’agenda degli eventi wine & food si infittisce di iniziative: a Bologna va in scena il Sana, a Milano torna l’eno-bus di Tannico

Con settembre, il mondo del vino chiude ufficialmente il periodo di vacanze estive (anche se in molti territori in tutto lo Stivale la vendemmia è già iniziata), e si prepara a tornare al lavoro: per i wine lovers significa un’agenda fitta di eventi da Nord a Sud, tra celebrazioni della raccolta o di buon auspicio per quella che verrà, visite in cantina e iniziative all’insegna del buon cibo e del buon bere. Proprio oggi, prende via una delle feste della vendemmia più attese d’Italia, quella di Pantelleria, occasione in cui un’intera isola è in festa, per celebrare la sua biodiversità e le millenarie tradizioni, offrendole in dono a tutti coloro che parteciperanno. Con questo intento si apre la seconda edizione del Pantelleria Doc Festival, organizzato dal Consorzio Pantelleria Doc, dal 5 all’8 settembre. Nel pieno della stagione della vendemmia, il Festival svela l’isola attraverso un sinuoso sfiorarsi tra bontà della sua tradizione enogastronomica e bellezze naturali, raccontati entrambi da chi come il contadino pantesco, quest’isola d’origine vulcanica, la vive quotidianamente da generazioni. Il ricco calendario di appuntamenti prevede visite in cantina, dove appassionati e visitatori avranno occasione di assistere alla vinificazione delle uve Zibibbo, la cui pratica di coltivazione ad alberello è stata dichiarata nel 2014 Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’Unesco, con degustazione dei vini, ma anche i romantici aperitivi al tramonto, musica dal vivo e assaggi di cucina tipica dell’isola.
Dopo il primo week end in festa, prosegue ViniMilo, l’edizione n. 39 della storica festa pre-vendemmia dedicata alle produzioni vinicole d’eccellenza made in Etna, che dal 23 agosto all’8 settembre, a Milo riunisce tutti i grandi produttori di tutto il territorio, con sconfinamenti in tutta Italia, Europa e territori vulcanici. Ventuno fra cene a tema, degustazioni di vini e spumanti dell’Etna, formaggi di pascolo e olii Dop siciliani, oltre a tavole rotonde (fra cui enoturismo, sviluppo sostenibile, vigneti “eroici” e confronto fra territori Unesco Etna e Val d’Orcia, in Toscana; due weekend dedicati al grande pubblico, con lo street food siciliano e le eccellenze agroalimentari nell’“Isola del Gusto” sulla Piazza Belvedere che guarda il mare e fra i vicoli dell’antico borgo di montagna; le opere di land-art di Alfio Bonanno e degli allievi dell’Accademia di Belle Arti nell’Ecomuseo del castagno; l’enoteca letteraria, con incontri fra autori in piazzetta, nella Scalinata di Largo dei Mille.
A Venezia, intanto, nella splendida cornice di Villa Farsetti, andrà in scena la Grande Festa del Vino n. 12, dove il 7 e 8 settembre si riuniranno vini provenienti da ogni regione italiana, da 7 stati europei e da 12 dal resto del mondo. In degustazione vini premiati, ma anche i prestigiosi francesi, dall’Alsazia e dallo Champagne, i potenti vini di Goriška Brda in anfora, i prestigiosi vini della Mosella in Germania, le bollicine di Cava, ma anche il Porto, “il vino liquoroso” più famoso al mondo, i preziosi e rinomati vini austriaci del Burgenland tra cui i muffati Trockenbeerenauslese e gli speciali vini ungheresi Tokaji Furmint, Aszu e Ice Wine. Ma la Grande Festa del Vino vuole essere occasione di scoperta e sperimentazione riguardo tutto ciò che riguarda l’amato succo di Bacco, e allora “ospiti” della due giorni saranno anche produttori dalla Georgia, dal Perù, dall’Uruguay, dal Messico, dal Brasile, dal Sudafrica, dal Cile, dagli Stati Uniti, dall’Argentina, dalla Nuova Zelanda, dall’Australia e da Israele.
Intanto ad Asti inizia l’attesissima edizione n. 53 del Salone nazionale di vini “Douja d’Or” organizzata anche quest’anno dall’Azienda speciale della Camera di commercio di Asti in collaborazione con numerosi partner pubblici. Per questa edizione del Salone della Douja, dal 6 al 15 settembre, il centro storico di Asti si trasformerà come sempre in una coloratissima “città del vino” all’interno della quale verranno presentati, in degustazione e in vendita, tutti i vini Doc, Docg e Igp premiati al Concorso enologico nazionale Premio “Douja d’Or 2019” n. 47: 268 le etichette selezionate, rappresentative di 164 aziende di tutta Italia, in cui svetta il Piemonte, premiato con ben 109 vini, seguito a distanza da Sicilia (18) e Veneto (17). Sul podio delle province piemontesi, Asti con 52 etichette premiate, seguita da Cuneo (40) e Alessandria (11). 29 i vini che sono riusciti a ottenere il prestigioso Oscar Douja d’Or.

Emilia Romagna, capitale degli agro-eventi
Tutto il mondo del biologico, che ormai è tutto tranne che un mercato di nicchia (come dimostrano i dati presentati in anteprima, ndr) si prepara a riunirsi, dal 6 al 9 settembre, a Bologna, per il SANA, il Salone internazionale del biologico e del naturale n. 31, diventato ormai l’evento di riferimento per la business community e gli operatori professionali, per scoprire le novità del mercato, sviluppare nuove partnership, condividere momenti di approfondimento e acquisire intelligenza competitiva. I temi che guidano la kermesse sono tre, e cioè il food, il care&beauty e il green lifestyle: attorno a questi argomenti ruoteranno tutti gli eventi, tra conferenze, incontri, dibattiti, buyers stranieri ed espositori, workshop e market.
Proprio al Sana, EcorNaturaSì e Slow Food Italia presentano una nuova alleanza tra qualità della tradizione italiana e rispetto della Terra: un accordo per diffondere nella rete dei negozi specializzati bio a marchio NaturaSì alcuni dei prodotti tutelati da Slow Food attraverso il progetto Presìdi e rafforzare nel contempo l’adozione di pratiche agricole sostenibili e l’approccio etico al mercato.
Il 7 e 8 settembre a Rivalta di Lesignano de’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il sesto anno l’appuntamento che riunisce gli agricoltori e gli allevatori custodi di antiche cultivar vegetali e razze animali diffuse in Emilia Romagna, Toscana e Liguria: è il Rural Festival, che sarà arricchito quest’anno dalla quarta edizione della mostra-mercato dell’antico pomodoro Riccio di Parma, presentata insieme agli agricoltori custodi che lo coltivano e raccolgono ancora come una volta. Una vera e propria grande festa all’aria aperta della biodiversità, che vuole ricordare a grandi e piccini l’importanza di preservare e tramandare le tradizioni contadine, per proteggere l’agricoltura e l’ambiente.
Il 12 settembre, sarà poi il giorno in cui Fico, il parco dedicato al cibo a firma Eataly, presenterà il suo nuovo progetto, il Luna Park a tema contadino: in pieno stile Fico, lo scopo è sempre quello di diffondere cultura agricola e del cibo attraverso il divertimento, soprattutto per raggiungere i bambini e più giovani. Durante la conferenza stampa di presentazione, ci sarà anche una visita guidata al cantiere appena avviato del luna park.
Creare sinergie e lavorare insieme è il metodo migliore per promuovere il territorio: questo lo spirito che anima il Valtidone Wine Fest, giunto quest’anno all’edizione n. 10. La più grande rassegna del vino piacentino vede la partecipazione di 4 comuni e oltre 50 cantine, pronti a unire le proprie forze per una manifestazione itinerante ricca di appuntamenti. Che l’8 settembre approderà a Ziano Piacentino, per poi arrivare, il 15 settembre, ad Alta Val Tidone, e infine a Pianello Val Tidone, il 22.

In Lombardia e Veneto
Al parco della Martesana, a Milano, il 6, 7 e 8 settembre torna il Double Decker di Tannico, l’iconico bus inglese a due piani trasformato in Wine & Cocktail Bar. Saranno tre giorni di attività e musica, dal pranzo con il Brit-Nic, fino all’aperitivo e dj set notturno.
Ancora nella capitale meneghina, prende via il calendario di eventi firmati Cortilia, il mercato agricolo online, che attraverso incontri, aperitivi e appuntamenti per i più piccoli vuole educare al rispetto dell’ambiente e alla genuinità di prodotti e produttori. Si parte il 5 settembre, a Un posto Milano, punto di ristoro situato all’interno di Cascina Cuccagna, con l’aperitivo agricolo, format che permette di degustare ottimi prodotti proprio in compagnia di chi li ha realizzati, in un clima conviviale e rilassato: un aperitivo milanese in chiave green. Ma non finisce qui: il programma va avanti per tutto il mese di settembre e anche in ottobre. Il 14 settembre, ancora a Un posto Milano c’è la colazione in terrazza con i produttori, mentre il 18 l’appuntamento è con la merenda zero waste dedicata ai più piccoli. Il 28, invece, è la volta di una gita in campagna, per una giornata di vendemmia per grandi e piccini. Si prosegue il 5 ottobre, con la gita alla scoperta della Franciacorta, mentre il 16 i bambini sono invitati ad andare alla scoperta delle api. Il programma si conclude con due aperitivi agricoli, il 24 e il 29 ottobre, sempre a Un posto Milano.
Da settembre Milano diventa la capitale del noir grazie a Zacapa Noir Festival, il nuovo progetto letterario ideato dal prestigioso rum guatemalteco. Una kermesse culturale e internazionale che parte il 10 settembre e proseguirà fino a giugno 2020, con un calendario di 19 incontri e un grande parterre di scrittori tra cui Jeffery Deaver, primo ospite dell’evento, insieme a Carlo Lucarelli, Luis Sepúlveda, André Aciman, Marco Malvaldi, Alan Parks, Alicia Gimenez-Bartlett, Ryan Gattis, Miriam Toews, Maurizio de Giovanni, Tayari Jones, affiancati da moderatori come Carlo Lucarelli, Valeria Parrella, Paolo Roversi, Giacomo Papi, Nadia Terranova, Valerio Varesi e Piero Colaprico, nello scenario del MEMO Restaurant, ristorante, ex cinema-teatro, che conserva il sapore degli iconici jazz club, con una raffinata selezione di musica live che andrà ad accompagnare una cena con degustazione, prima di introdurre il talk degli ospiti della serata.
Arriva al termine l’estate in Franciacorta, dove l’evento diffuso sul territorio, con numerose iniziative tra food&wine, sport e natura, arte e cultura, il Franciacorta Summer Festival on the road, ha animato il territorio dal 19 maggio, e finirà l’8 settembre. Per quattro mesi la Franciacorta ha accolto turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li ha portati a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche.
All’azienda agricola Moranda di Capurso, in provincia di Verona, è intanto tutto pronto per Valpolitech in Cantina, il 6 settembre, l’evento incentrato sui macchinari enologici all’avanguardia organizzato dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella. Spazio a software per gestire le operazioni in cantina anche a distanza tramite smartphone, a soluzioni tecnologiche per vinificazioni alla massima efficacia e per la riduzione dei solfiti, fino a strumenti analitici adatti alle piccole realtà e rilevatori di CO2, indispensabili per la sicurezza dei lavoratori in cantina. Parallelamente, nell’arco della giornata anche due seminari tematici a cura de L’Informatore Agrario: “Stabilizzare e proteggere il colore in macerazione con la microssigenazione”, condotto dal consulente ed enologo Mauro de Paola e “Uve in appassimento: come controllare la microbiologia”, con Tiziana Nardi del Crea di Conegliano. A chiudere, l’“Anteprima Vendemmia”, con un focus sulla vendemmia e sul mercato.
Le Manzane, nel cuore delle terre del Prosecco Superiore, si prepara per l’annuale Vendemmia Solidale: l’8 settembre andrà in scena la tradizionale grande festa aperta a tutti, tra i vigneti della tenuta di San Pietro di Feletto (Treviso). Il ricavato della manifestazione, giunta all’ottava edizione, sarà devoluto alla onlus Revert per la cura della sclerosi laterale amiotrofica, grazie ad un progetto sviluppato in collaborazione con l’impresa sociale Edipo Re. Per l’occasione, tutti possono trasformarsi in vignaioli per un giorno e trascorrere una giornata tra le Colline del Prosecco Superiore, tra musica dal vivo e giochi di strada per i più piccoli, aperitivo a base di Prosecco Superiore Docg accompagnato da uno sfizioso finger food di pesce, una ghiotta merenda in “caneva” e si concluderà con il momento più atteso da tutti i golosi, una sfida dedicata al tiramisù, il dolce italiano più famoso al mondo, nato a pochi chilometri di distanza dalle Colline del Prosecco Superiore. Tra gli ospiti, Sammy Basso e il presidente della Regione Luca Zaia.

In Piemonte e Liguria
Spostandosi in Piemonte, protagonista degli eventi wine & food è Eataly: a Torino, in piazza Fronte, a Eataly Lingotto, va in scena la CompEATition, la sfida tra i migliori cibi di strada. Dal 3 al 24 settembre tutti i martedì il protagonista è lo street food: il 10 settembre è la volta del secondo episodio. Per ogni episodio, 3 tra i più famosi interpreti del cibo da strada sotto la Mole si sfideranno con il loro piatto più rappresentativo in Piazza Fronte Eataly davanti a Eataly Lingotto. I piatti saranno giudicati dal pubblico e da una giuria tecnica composta da tre tra chef e personaggi di spicco del settore gastronomico. Nella tenuta enoica di proprietà del patron di Eataly, Oscar Farinetti, invece si parlerà di sostenibilità: il 7 settembre, alla Festa della Vendemmia al Villaggio Fontanafredda sarà presentata la partnership tra Eataly e Enel X, per favorire la mobilità elettrica e un consumo energetico consapevole.
A Genova, va in scena il 12 settembre Tutto il Gavi a Genova, l’incontro tra Piemonte e Liguria, due Regioni vicine sia geograficamente che enoicamente. A fare da fil rouge sarà infatti una degustazione di “vini del mare”, seguendo la linea che da Gavi arriva a Genova, rinnovando così un antico legame storico, gastronomico, ambientale e enologico. Con Tutto il Gavi a Genova, alla sua terza edizione, il Consorzio Tutela del Gavi ripercorre la via del mare che dal Piemonte, terra del Cortese giunge alle colline del Vermentino, del Pigato, dell’Albarola e della Bianchetta, attraverso una degustazione che avrà come protagonisti questi vitigni a bacca bianca, discussi e approfonditi a più voci.

In Toscana e Umbria
Nel cuore del Chianti Classico, a Panzano, dal 12 al 15 settembre tornerà Vino al Vino, l’appuntamento settembrino dell’Unione Viticoltori di Panzano, che festeggia quest’anno il traguardo dell’edizione n. 25. Ad essere celebrati, i prestigiosi vini che qui nascono, e che hanno reso il territorio uno dei più conosciuti e amati del mondo, ma anche l’intera tradizione del Chianti, i prodotti tipici della gastronomia, attraverso esclusive cene e degustazioni, come quella sulla “Retrospettiva 1999 e 2009, Panzano si misura con il tempo”.
Gli eventi che festeggiano la vendemmia sono tanti, e i più disparati, in tutta Italia: ogni cantina o tenuta, trova il suo modo, più o meno originale, di celebrare uno dei momenti più importanti dell’anno, coinvolgendo sempre di più enoappassionati e wine lovers, per diffondere la conoscenza e la cultura enoica, ma anche per tramandare le tradizioni più radicate. L’azienda La Ciarliana, tra le colline dove nasce il Nobile di Montepulciano, ha deciso di rendere l’enoturista sempre più protagonista in cantina, lanciando i “Wine Learnings Games”. Il turista non è più spettatore passivo ma diventa il principale protagonista dell’attività ludico-istruttiva in cantina: si mette letteralmente in gioco, attraverso blind tasting, quiz e accostamenti.
Una cantina giovane e moderna, una realtà enoica aperta alla sperimentazione e alle contaminazioni: questa è Monteverro, tenuta della Toscana del sud, da cui si snoda l’itinerario di Arte&Vino, un connubio speciale che quest’anno ha portato da Monteverro, Bruno Pellegrino, artista dall’animo e dalla vita poliedrica, “ricamatore di suggestioni” che trovano espressione in una lingua artistica, ardita manifestazione del suo modo di vedere il mondo. Fino al 30 settembre, sarà possibile ammirare le due installazioni d’ispirazione faunistica: un cavallo in lastre di metallo sovrapposte dalle linee spigolose ma dall’insieme armonioso e dalla colorazione blu elettrico e un toro, stessa tecnica, in versione rossa, entrambe le tonalità accese che spiccano sui colori verdi dorati della campagna maremma nel periodo estivo. Un vero e proprio percorso creativo diretto a consacrare la stretta relazione tra la cultura del vino e quella dell’arte.
A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria. Si potranno riscoprire il pane di grani antichi, la marocca di Casola, i formaggi monorazza biologici da latte crudo intero di vacche di razze antiche, il latte fresco di asina, le uova di gallina Romagnola, le carni e i salumi di Cinta Senese e quelli di maiale Nero allevato all’aperto sulle colline parmensi, i testaroli della Lunigiana al farro, la farina di mais Formenton Otto File e di castagne della Lunigiana, la passata biologica di pomodoro Riccio di Parma, la confettura di uva Termarina, il miele biologico del Parco Barboj, la patata Quarantina, la zucchina Trombetta di Albenga, il Fiaschetto di Sangiovese, il Sidro di mele di montagna e tanto altro.
L’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi, il 10 settembre, a Firenze consegnerà il riconoscimento IGM al giornalista americano Burton Anderson, per il suo impegno nella divulgazione del vino italiano nel mondo, e per fare il punto sull’evoluzione dell’export enoico tricolore dai primi anni Ottanta ad oggi, con la presentazione a cura di Nomisma Wine Monitor.
In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere” nasce per scoprire le eccellenze vitivinicole attraverso un percorso sensoriale da vivere in uno dei borghi più belli d’Italia. L’iniziativa, dedicata a turisti, operatori e appassionati che faranno tappa nel comune umbro, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco: si tratta di un’occasione utile per poter approfondire lo straordinario legame che esiste tra questa terra e i suoi vini.

Gli eventi in Sicilia
Tra Randazzo e Castiglione di Sicilia, dal 6 all’8 settembre, torna il Bibenda Summer Camp, l’evento di apertura della nuova stagione di Fondazione Italiana Sommelier e Bibenda. I tre giorni sono dedicati ai temi della comunicazione, dello storytelling e del servizio del vino, e aprirà la prima sessione didattica coordinata da Daniela Scrobogna, responsabile nazionale della Didattica, che assieme a Giovanni Lai, Maurizio Saggion e Luciano Ferlito e al presidente Fis Paolo Di Caro, quest’anno compone il Comitato Scientifico.
Il 7 e 8 settembre il Mandrarossa Vineyard Tour farà delle pinete più note di Menfi uno spazio a misura di famiglia, che diventeranno così luoghi del relax, divertimento, condivisione e convivialità, in cui sorseggiare un calice di vino sulla spiaggia, gustare e scoprire i piatti della tradizione menfitana preparati sul momento dalle Signore della Cucina Mandrarossa, giocare con l’intrattenimento pensato per i più piccoli e trascorrere una serata all’insegna della buona musica con le onde del mare che si frangono sullo sfondo di un cielo stellato.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019