02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

La Sicilia del vino tra moda, musica e chef stellati: ecco gli eventi del wine & food da non perdere

In agenda la TaoModa Week, una cena a quattro mani a Noto, la rassegna jazz firmata dalle Cantine Duca di Salaparuta. Ma anche eventi in tutta Italia

L’estate è nel pieno del suo splendore, e di pari passo va l’agenda di WineNews, che vede in Sicilia la sede principale degli eventi del wine & food assolutamente da non perdere. Proprio l’isola, che dà vita a tanti vini simbolo della qualità enoica italiana nel mondo, sarà infatti il cuore pulsante di eventi glamour, tra moda, tradizione, musica e cinema, il tutto animato dalla partecipazione della cultura del cibo e del vino. Come la partnership nata tra Fisar e Taomoda 2019, la TaoModa Week, la rassegna internazionale che andrà in scena a Taormina dal 13 al 20 luglio, dedicata alla moda e al glamour, uno tra gli eventi più attesi del Sud Italia. Durante i cocktail e le cene di gala saranno i Sommelier Fisar a far conoscere agli ospiti le peculiarità dei vini proposti in degustazione. Alla kermesse saranno presenti personaggi illustri del mondo della moda, del giornalismo, della cultura, dello spettacolo, della musica, della televisione ma anche influencer del fashion system internazionale.
Tutto dedicato alla musica jazz è invece il programma delle Cantine Duca di Salaparuta di Casteldaccia, nel palermitano, che apre ufficialmente, il 13 luglio, la stagione estiva con un quartetto unico, composto da Loredana Melodia, alla voce, Andrea Beneventano, al pianoforte, Mauro Romano, al contrabasso, e Ninni Navarra, alla batteria, per arricchire il calendario culturale delle cantine, dedicato all’arte, alla musica, al cibo e ovviamente al vino.
Una cena d’eccezione che ripercorre la ricchezza di materie prime, specialità, tradizioni, culture e ricette di tutta la Sicilia: questo lo scopo degli chef Marco Baglieri (ristorante Crocifisso, Noto) e Tony Lo Coco (I Pupi, Bagheria), che il 14 luglio si incontreranno per una prima tappa proprio a Noto nelle cucine del ristorante Crocifisso. Il menù a quattro mani sarà l’incontro di alcuni piatti storici dei due chef, ma soprattutto un itinerario del gusto nell’isola: la Sicilia orientale ospita in questo primo appuntamento quella occidentale, in una fusione di proposte che sarà una mappa di viaggio. Si comincia con l’aperitivo, dedicato allo street food siciliano nelle sue più ampie sfumature. In apertura poi le cacio, pepe e cozze con salicornia di Baglieri faranno da controcanto all’acciuga di Lo Coco. Si proseguirà con un primo piatto che è tra i più celebri cavalli di battaglia dello chef di Bagheria, gli anelletti al forno. Si torna all’esplorazione del mare con il tonno con manto di sesamo nero, salsa Tzatziki e gel di Wasabi, nel menu del ristorante Crocifisso. In chiusura predessert e il dessert, tutto dedicato al territorio del sud est e alla sua Mandorla con “Pizzuta” di Marco Baglieri.

In Toscana
Il Jazz & Wine in Montalcino è uno degli eventi “pionieri” e più longevi del genere, festival nato dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma ed il Comune di Montalcino, e che dal 2 al 14 luglio, per l’edizione n. 22, vedrà il susseguirsi di grandi star internazionali del panorama jazz nel borgo patria del Brunello, uno dei vini più amati e simbolo dell’enologia di qualità della Toscana e di tutta Italia. Grandi artisti, protagonisti sia delle due “pre-serate”, “Aspettando Jazz&Wine” del 2 e del 9 luglio, e dopo la serata inaugurale di ieri, si prosegue, stasera, con il fuoriclasse di Philadelphia Kurt Rosenwinkel, il chitarrista che ha dominato per oltre un decennio la scena jazzistica newyorkese, seguito il giorno successivo dal fiore all’occhiello di questa edizione, la signora del jazz, Dee Dee Bridgewater, che per l’occasione si presenta con un quartetto superlativo formato da Ira Coleman (basso), Louis Winsberg (chitarra), Marc Berthoumieux (accordione) e Minino Garay (percussioni). Per poi passare, il 13 luglio, a Roberto Gatto ed il suo New Quartet: ambasciatore del jazz italiano nel mondo, proclamato anche quest’anno miglior batterista italiano dal mensile Jazzit, accompagnato sul palco dal meglio del panorama jazzistico italiano, Alessandro Lanzoni al pianoforte, Matteo Bortone al contrabbasso e Alessandro Presti alla tromba. In chiusura il Flavio Boltro Bbb Trio ft Stefano Di Battista, reunion dei due ambasciatori del jazz italiano nel mondo.
All’Università di Firenze dal 9 al 12 luglio andrà in scena il meeting di un progetto europeo che valuta l’impatto sulle colture del Climate change: il cambiamento del clima ha un forte impatto sulla coltivazione della vite e quindi su uno dei prodotti più tipici dell’agricoltura europea, il vino: può, ad esempio, provocare una riduzione delle rese, cambiare la qualità dell’uva, far spostare le aree geografiche della produzione dal sud al nord dell’Europa a causa della troppa siccità. Da queste considerazioni nasce il progetto Clim4Vitis finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon Twinning 2020: alla ricerca triennale, iniziata nel 2018, partecipa l’Università di Firenze sotto la guida dell’Universidade de Trás-os-Montes e Alto Douro, del Portogallo, con il sostegno del Potsdam Institut fuer Klimafolgenforschung, dalla Germania, del Luxembourg Institute of Science and Technology e la portoghese Sociedade Portuguesa de Inovação. Tutti i partner si ritrovano a Firenze per un workshop aperto al pubblico sull’utilizzo delle metodologie attuali per valutare gli impatti del cambiamento climatico sulla coltura della vite, il 9 e 10 luglio all’Università di Firenze.
Una cantina giovane e moderna, una realtà enoica aperta alla sperimentazione e alle contaminazioni: questa è Monteverro, tenuta della Toscana del sud, da cui si snoda l’itinerario di Arte&Vino, un connubio speciale che quest’anno ha portato da Monteverro, Bruno Pellegrino, artista dall’animo e dalla vita poliedrica, “ricamatore di suggestioni” che trovano espressione in una lingua artistica, ardita manifestazione del suo modo di vedere il mondo. Fino al 30 settembre, sarà possibile ammirare le due installazioni d’ispirazione faunistica: un cavallo in lastre di metallo sovrapposte dalle linee spigolose ma dall’insieme armonioso e dalla colorazione blu elettrico e un toro, stessa tecnica, in versione rossa, entrambe le tonalità accese che spiccano sui colori verdi dorati della campagna maremma nel periodo estivo. Un vero e proprio percorso creativo diretto a consacrare la stretta relazione tra la cultura del vino e quella dell’arte.
Luglio è anche il mese di Tenuta di Ghizzano, in provincia di Pisa, dove nell’esclusivo Giardino Sonoro torna il Festival di Musica Arte e Cibo, con due date: il 7 luglio, con il “When you fall in love” duo jazz, e il 13 luglio, con i “Duoness”. Il tutto, accompagnato da i vini della Tenuta, abbinati a prodotti tipici e a chilometro zero, come formaggi, pane, salumi, miele frutta e verdura. Intanto, a Firenze, va in scena oggi l’edizione n. 4 dell’Italian Chef Charity Night, l’esclusiva cena firmata da 15 tra i più grandi chef toscani, sulla stupenda terrazza del Forte Belvedere, per raccogliere fondi per il pronto soccorso dell’ospedale di Careggi. Gli ospiti, potranno così gustare l’esclusivo menù firmato dagli stellati Marco Stabile (Ora d’Aria), Maria Probst e Cristian Santandrea (La Tenda Rossa), Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati), Giovanni Luca Di Pirro (Castello del Nero) e Daniele Zazzeri (La Pineta), insieme a Gabriele Andreoni (Gurdulù), Sandro Baldini (Relais Le Jardin), Andrea Campani (Il Borro Tuscan Bistro), Filippo Baroni (Mater), Paolo Gori (Burde), Elisa Masoni (La Quercia di Castelletti), Andrea Perini (Al 588), Giacomo Piazzesi (Olivia), Beatrice Segoni (Konnubio), Giulia Talanti (Dek) ed Edoardo Tilli (Podere Belvedere).
A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria. Si potranno riscoprire il pane di grani antichi, la marocca di Casola, i formaggi monorazza biologici da latte crudo intero di vacche di razze antiche, il latte fresco di asina, le uova di gallina Romagnola, le carni e i salumi di Cinta Senese e quelli di maiale Nero allevato all’aperto sulle colline parmensi, i testaroli della Lunigiana al farro, la farina di mais Formenton Otto File e di castagne della Lunigiana, la passata biologica di pomodoro Riccio di Parma, la confettura di uva Termarina, il miele biologico del Parco Barboj, la patata Quarantina, la zucchina Trombetta di Albenga, il Fiaschetto di Sangiovese, il Sidro di mele di montagna e tanto altro.
Una vigna verde e rigogliosa sulla costa toscana a fare da cornice ad una cantina da sogno che questa estate ospiterà nuovamente un ciclo di 5 serate interamente dedicata all’arte, alla cultura e al cibo e vino di qualità. Questo è ciò che ha pensato Francesca Moretti quando, insieme al suo team, ha creato un programma di intrattenimento che coinvolgesse il pubblico durante le sere d’estate. Cultura del vino, del cibo e dell’arte, il tutto da vivere nella speciale cornice di Petra. Il 20 luglio è la volta del ”Duo Toscano”, Suono diVIno con Stefano Fanticelli al flauto e Giorgio Albiani alla chitarra, il 25 luglio la jazz night “I THOUGHT ABOUT YOU” con Romina Capitani & Steve Rudolph Duo, quindi il 10 agosto la Notte di San Lorenzo, e infine il 24 agosto la Hot Walzok.
Con l’estate 2019 torna “Al Cinema con Gusto” tra i vigneti dell’azienda vitivinicola Rocca di Montemassi, con una formula ancora più ricca. La rassegna ideata dai giornalisti Giovanni Pellicci e Lorenzo Bianciardi unisce golosità del territorio e cinema sotto le stelle nella splendida location che si trova in località Pian del Bichi, nel comune di Roccastrada a pochi chilometri da Grosseto. Prossimo appuntamento, il 23 luglio, con la proiezione del film “Lunchbox” e le proposte culinarie dello chef Giovanni Peggi del Ristorante Marula di Follonica, e poi martedì 20 agosto, con la pellicola “Chef, la ricetta perfetta” e i piatti di Nicola Fantini del Ristorante Il Fanta di Gavorrano.
Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore.Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
A Volterra, intanto, continuano le Cene Galeotte, iniziate il 5 aprile e che andranno avanti fino al 9 agosto, progetto ideato dalla direzione della Casa di Reclusione di Volterra e realizzato in collaborazione con Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus che dal 2006 fa della struttura toscana non solo un luogo unico di integrazione e solidarietà, ma anche un punto di riferimento per tanti altri Istituti italiani che propongono oggi analoghi percorsi rieducativi. L’iniziativa propone ai detenuti un percorso formativo attraverso cene mensili aperte al pubblico e realizzate con il supporto - a titolo gratuito - di chef professionisti: il ricavato di ogni serata - circa 120 i posti disponibili - è interamente devoluto a progetti di beneficenza realizzati in collaborazione con il mondo del volontariato laico e cattolico. Questa edizione in particolare andrà a sostenere organizzazioni onlus e iniziative di solidarietà di respiro nazionale ed internazionale dedicate al mondo dell’infanzia.

In Piemonte
La Cantina di Vinchio, a Vaglio Serra (Asti), festeggia i primi 60 anni di storia: per festeggiare, non può che dedicare un’intera giornata al vino, in particolare al suo cavallo di battaglia, la Barbera d’Asti Superiore. L’appuntamento è per il 13 luglio, per una degustazione del Sei Vigne Insynthesis”, di cui saranno proposte 6 etichette storiche.
Vino e salute è da sempre un binomio che ha alti e bassi, luci e ombre, lati positivi e negativi. Ed è proprio per esplorare questo accostamento che l’edizione 2019 di Good Wine, la rassegna dedicata al vino di scena a Neviglie, dal 12 al 14 luglio, propone per sabato 13 luglio, un forum intitolato “Vino: salute, benessere e piacere”. Protagonisti dell’appuntamento saranno l’enologo e storico del vino, Luigi Bertini che parlerà del viaggio antropologico del vino; Dario Sangiolo, medico all’IRCCS di Candiolo che collegherà la salute e gli stili di vita con il consumo di vino; lo psicologo Gabriele Traverso affronterà il delicato tema del bere consapevole. Al professor Piero Cirio, esperto di economia, toccherà ricordare come il vino abbia cambiato il tessuto economico e sociale del Piemonte; Roberto Sarotto parlerà dell’unicità di un territorio, quello dei vini piemontesi, che deve essere inteso sempre di più come una risorsa da spendere bene. Infine si parlerà anche con alcuni esperti di un’azienda iscritta alla Coldiretti sulla produzione e uso cosmetico dei derivati della vite e del vino.
Incursioni dinamiche e culturali in collina. Porta questo sottotitolo la prima rassegna nata nell’Astigiano e interamente dedicata al benessere: continua “Bukolica”, ciclo di eventi dedicati al benessere pensati e organizzati dall’azienda Agricola dei Fratelli Durando di Portacomaro, con l’Associazione Sportiva Bewood Outdoor Brigade. Attività sportive, culturali, di meditazione ed enogastronomia di campagna si fondono nel verde delle colline dove si alternano noccioleti e vigne che circondano l’Agriturismo Terra d’Origine, location degli incontri. Otto serate, da oggi al 24 agosto, per rigenerarsi ed entrare in contatto con la natura, in uno dei più bei paesaggi vitivinicoli al mondo tutelato dall’Unesco, il Monferrato.

Eventi in tutta Italia
I festeggiamenti di grandi Denominazioni e grandi territori continua, a partire da quella che porta ufficialmente l’estate in Franciacorta, un evento diffuso sul territorio, con numerose iniziative tra food&wine, sport e natura, arte e cultura: continua il Franciacorta Summer Festival on the road, che anima il territorio dal 19 maggio all’8 settembre. Per quattro mesi, la Franciacorta accoglierà turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li porterà a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche. Il Franciacorta Summer Festival on the road prenderà il via proprio il 19 maggio, con una giornata di festa in omaggio al Franciacorta Rosé: sempre più apprezzato dal grande pubblico, a fare da filo conduttore a una serie di appuntamenti che saranno “rivestiti di rosa”, con le cantine accoglieranno gli enoturisti per visite guidate e degustazioni di Franciacorta Rosé e organizzeranno piccoli eventi a tema, tutti giocati sul colore rosa.
Il 15 luglio a Sarno, in provincia di Salerno, è il Pomodoro San Marzano Day 2019, l’appuntamento, che quest’anno giunge alla sua terza edizione, e che intende dare la giusta dignità al fondamentale lavoro dei contadini, oltre a diffondere la conoscenza della filiera di una delle eccellenze italiane più amate nel mondo che allo stesso tempo è, purtroppo, anche una delle Dop più falsificate. Quattordici le “case contadine”, ubicate all’interno dei campi dove si coltiva il San Marzano, lungo le quali si svilupperà il ricco e gustoso percorso di degustazione che prevederà street food, pizza, piatti di rinomati chef, dessert e prodotti Slow Food. In particolare la pizza quest’anno avrà un’importante rappresentanza internazionale. Sono previste, infatti, cinque postazioni dedicate alla pizza che partiranno dalla Campania per estendersi fino all’Europa e al resto del mondo con pizzaioli provenienti anche dall’Australia e dal Kuwait. A completare il programma ci saranno artisti di strada e l’angolo dei “giochi del passato”.
I vini veronesi saranno i protagonisti di “ReWine”, evento dedicato agli amanti del buon gusto , nella speciale location della Dogana di Lazise, sul Lago di Garda, il 18 e 19 luglio. Lo scopo dell’iniziativa è infatti quello di promuovere il prodotto vitivinicolo locale e le aziende che lo rappresentano, realizzando un evento in grado di stupire ed attrarre sia i consumatori più preparati che i meno esperti tra i locali e i numerosi turisti che d’estate scelgono il Lago di Garda per le loro vacanze. All’interno del suggestivo edificio di epoca veneziana, sarà possibile degustare ed acquistare oltre 100 vini, presentati dagli stessi produttori, provenienti dalle diverse aree vitivinicole di Verona e gustare prodotti tipici come salumi, olio, formaggi e pesce di lago.
Un menù interpretazione dell’estate, dove i sapori simbolo della bella stagione incontrano la semplicità dei profumi mediterranei: l’appuntamento è per il 20 luglio nella comunità di San Patrignano, con lo stellato Carlo Cracco, per la terza charity dinner in cui gli ospiti avranno l’opportunità di cenare con i ragazzi della Comunità e deliziare il palato assaporando un intero menù creato per l’evento, il cui epilogo gourmet sarà il dessert firmato dal pastry chef Gino Fabbri. Lo chef firmerà il menù, composto da anguria marinata, capasanta dorata e insalata di alghe, rigatone alle vongole, erbe e limone candito, e spalla di vitello brasata, pomodoro, zucchine e basilico.
In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere” nasce per scoprire le eccellenze vitivinicole attraverso un percorso sensoriale da vivere in uno dei borghi più belli d’Italia. L’iniziativa, dedicata a turisti, operatori e appassionati che faranno tappa nel comune umbro, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco: si tratta di un’occasione utile per poter approfondire lo straordinario legame che esiste tra questa terra e i suoi vini.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019