Slow Wine 2024
Allegrini 2024
LA CURIOSITÀ

31 agosto, Giornata Internazionale del Cabernet Sauvignon, il vitigno più piantato al mondo

Asta speciale su Catawiki con le sue espressioni più nobili: dai grandi di Bordeaux al Sassicaia, ai top brand di California
ANTINORI, CABERNET SAUVIGNON DAY, FRESCOBALDI, ORNELLAIA, SAN LEONARDO, SASSICAIA, SOLAIA, vino, Mondo
Un grappolo di Cabernet Sauvignon (ph: Vivai Rauscedo)

I grandi nomi di Bordeaux come Chateau Latour, Lafite, Mouton Rothschild, Haut Brion e Margaux, gioielli del vino italiano come il Sassicaia di Tenuta San Guido o il Solaia di Antinori, passando per il San Leonardo di Tenuta San Leonardo, o l’Ornellaia di Frescobaldi, per citarne solo alcuni tra i tantissimi possibili, e ancora le migliori etichette di cantine americane come Screaming Eagle, Harlan Estate, Caymus, Scarecrow, Robert Mondavi: sono tutti “figli nobili” del Cabernet Sauvignon (sia nei casi in cui è “in purezza” che in quelli in cui è predominante ma in blend, ndr), il vitigno a bacca rossa più piantato (e amato) nel mondo, con oltre 310.000 ettari in tutto il pianeta (dati al 2016 del volume “Which Winegrape Varieties are Grow Where?” di Kym Anderson ad Signe Nelgen dell’Università di Adelaide, in Australia). Ad evidenziarlo il portale di aste internazionale Catawiki, nel 31 agosto, giorno in cui si celebra la Giornata Internazionale del Cabernet Sauvignon (che si celebra il giovedì prima del Labor Day, la festa del lavoro in Usa, celebrata a sua volta il primo lunedì di settembre, ndr), che, per l’occasione, manda on line un’asta speciale con alcune grandissime bottiglie, tra le quali una rarissima 6 litri di Château Mouton Rothschild 2000, che si stima possa raggiungere i 25-30.000 euro di aggiudicazione, ma anche una magnum di Chateau Latour 1995, per esempio, e diverse casse di Sassicaia della Tenuta San Guido, di annate come 2006, 2019 e 2020, oltre a due magnum di 2013 e 2014, e ad una singola bottiglia del 1968, e diverse bottiglie di Chateau Margaux, Chateau Lafite Rothschild, Chateau Lynch Bages, Chateau Leoville Barton, ma anche vini californiani come Opus One, Caymus e non solo.
Con gli esperti di vino di Catawiki che si sono sbilanciati anche in suggerimenti più generali per gli amanti delle espressioni di questo grande vitigno francese, che ha conquistato il mondo, che “prospera in climi relativamente caldi, anche se occasionalmente incontra difficoltà nel raggiungere la piena maturazione nelle annate più fresche. Quest’uva è apprezzata per i suoi tratti caratteristici, anche in condizioni di resa più elevata, come la sua tonalità ricca e scura, abbinata a note di frutta nera, tannini strutturati, acidità vivace e intriganti note di grafite e cuoio. Noto per esprimere il terroir, armonizzarsi magnificamente con altri vitigni e offrire una straordinaria potenzialità per le tecniche di vinificazione e invecchiamento, il Cabernet Sauvignon di alta qualità risplende quando viene lasciato maturare con grazia in bottiglia”.
E se Patricia Verschelling, Senior Expert di Catawiki mette sotto i riflettori lo Chateau Lafite Rothschild 2022 degustato di recente “en primeur”, ed i vini di Chateau Chasse-Spleen come nome su cui puntare per “qualità/prezzo”, Mattia Garon, Category Lead per il vino su Catawiki aggiunge: “la regione della riva sinistra di Bordeaux e la Toscana, in particolare Bolgheri, sono mete ambite dagli appassionati di Cabernet Sauvignon.
Le rinomate tenute “Premier Cru” di Bordeaux - Chateau Latour, Lafite, Mouton Rothschild, Haut Brion e Margaux - sono note per la loro qualità e per il loro potenziale di invecchiamento. In Toscana, invece, il Sassicaia della Tenuta San Guido ed il Solaia della Marchesi Antinori rappresentano il meglio dei vini Supertuscan. Per chi vuole investire nel Nuovo Mondo, i vini della Napa Valley - di produttori come Screaming Eagle, Harlan Estate, Caymus, Scarecrow, Robert Mondavi e Promontory - guidano il mercato dei vini pregiati grazie alla loro rarità e al loro status collezionistico”. Tutto in nome del Cabernet Sauvignon, grande vitigno capace di brillare da solo, o in blend.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli