02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Dal Chiaretto in Anteprima al vino contro la violenza sulle donne da Signorvino, ecco gli eventi

A Trento c’è Vinifera, in Franciacorta il primo Festival del Potatore, a Firenze torna Taste e la Maremma si racconta a “mareMMMa, la Natura del Vino”

Le Langhe del Barolo & Co., la Valpolicella dell’Amarone, la Toscana con i suoi grandi vini, e dopo l’Umbria del Sagrantino e l’Emilia Romagna del Sangiovese, e una pausa, la stagione delle Anteprime del vino italiano riparte con l’Anteprima del Chiaretto a Lazise (Dogana Veneta, 10 e 11 marzo) organizzata dal Consorzio di Tutela del Chiaretto e del Bardolino, in collaborazione con il Consorzio Valtènesi, con l’annata 2018 di oltre 120 vini di 60 cantine delle Doc in rosa della riviera veronese e bresciana del Lago di Garda. Ecco uno degli eventi segnalati nell’agenda di WineNews. Nella quale, non può mancare un brindisi alle donne per la loro Festa: ci pensa Signorvino, l’enocatena del Gruppo Calzedonia con store in tutta Italia, che proprio l’8 marzo, non solo offre un calice di benvenuto, ma sostiene la lotta alla violenza sulle donne contribuendo alle attività istituzionali della Fondazione Doppia Difesa Onlus, fondata dalla showgirl Michelle Hunziker e dall’avvocato e Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, che offre gratuitamente supporto legale e psicologico alle vittime di violenze.
I vini artigianali dell’arco alpino, sono i protagonisti di un Forum diffuso sul territorio (da domani al 22 marzo) e di un Salone dedicato alla Fiera di Trento (23-24 marzo): è Vinifera, la rassegna made in Trentino che ha inizio domani con l’aperitivo letterario “Tralci e stralci, da Moby Dick al Blauwal” alla Libreria due punti di Trento, e prosegue con eventi come la scoperta della potatura passeggiando tra gli ulivi di Maso Bòtes (9 marzo), o la presentazione in anteprima dell’idromiele L’Esuberante, la più antica bevanda alcolica prodotta dall’uom, all’Enoteca Grado 12 di Trento con Andrea Paternoster nella versione Mieli Thun (15 marzo); ma anche la visita con degustazione dei vini bio prodotti nei vigneti del Castello del borgo medievale di Nogaredo con il vignaiolo Marco Zani tra gli affreschi di scuola michelangiolesca (17 marzo), e ancora degustazioni di sidro e racconti del lavoro tra i campi di meli, fino al Muse di Trento che ospita un incontro per approfondire con il ricercatore Lukas Egarter Vigl gli effetti del cambiamento climatico sulla viticoltura in alta montagna (21 marzo) e alla cantina Lavis con visita al vigneto Eredi di Aldo Cobelli, di particola interesse per la specificità della “collina di gesso” (22 marzo). A Vinifera saranno poi di scena degustazioni guidate, analisi sensoriali, incontri sui vitigni resistenti e sul futuro del sistema vitivinicolo del Trentino Alto-Adige attraverso lo sguardo dei giovani vignaioli e l’assaggio dei loro vini, presentazioni di volumi, e, tra le curiosità, una verticale di Perciso, il vino che nasce da un vigneto piantato a inizio Novecento e composto da 727 ceppi di Lambrusco a foglia larga, riscoperto e conservato dal gruppo di vignaioli I Dolomitici, e la consegna del premio La Picca d’oro al Vignaiolo di Vinifera 2019 sulla base delle preferenze del pubblico partecipante.
Alla potatura delle viti, tra i compiti più difficili e delicati del vignaiolo, il 9 marzo ad Erbusco, è dedicato il primo Festival italiano del Potatore, ideato dai maestri del mestiere, i Preparatori d’Uva Simonit&Sirch, i friulani Marco Simonit e Pierpaolo Sirch, che hanno messo a punto un metodo di potatura esportato con successo nei vigneti più prestigiosi del mondo. Un appuntamento condotto da Federico Quaranta, autore e conduttore di Decanter su Radio 2 e volto di Linea Verde su Rai 1 - con il Patrocinio del Consorzio Franciacorta, del Comune di Erbusco e dell’Asa - Associazione Stampa Agroalimentare Italiana - aperto a tutti coloro che amano la natura e il “saper fare” in campagna, che vedrà 120 tra i migliori potatori italiani protagonisti di un vero e proprio Pruning Contest nel vigneto Le Brede di Erbusco ai piedi di Villa Lechi, una delle più scenografiche ville della Franciacorta, territorio pioniere nell’aver sposato il metodo Simonit&Sirch a partire dalla griffe Bellavista del Gruppo Terra Moretti, di fronte alla giuria costituita dai tecnici Simonit&Sirch ed esperti internazionali di potatura. Ma ci saranno anche laboratori con artigiani, performance di taglio con ascia, sega e motosega dei boscaioli Mattia Berbenni e Michael Del Pin, l’Atelier delle forbici Felco, lo scultore del legno Marco Mottetta alias Ul Barba, agricoltori con i loro animali, musica e il “Wannabe a pruninguy”, grazie al quale i bambini potranno scegliere una barbatella di vite e piantarla, contrassegnandola con nome e data e dando vita a un vigneto simbolico, di buon auspicio per il futuro. Ma, soprattutto, ci saranno dimostrazioni di dendrochirurgia, l’operazione con cui Simonit&Sirch “operano” le viti malate, e prove di legatura delle viti manuale e a macchina, accompagnate da degustazioni delle celebri bollicine franciacortine.
Per gli amanti di vino & musica l’appuntamento è nelle Langhe, dove dal 10 marzo al 14 aprile tra Alba e Bra, i prestigiosi vini delle cantine langarole e di altri importanti territori italiani incontrano la musica classica nell’edizione 2019 dell’Alba Music Festival con la rassegna “Bacco & Orfeo” e nei suoi “concerti-aperitivo”: ogni domenica sono previsti due concerti, la mattina nell’affascinante Chiesa di San Giuseppe ad Alba e nel pomeriggio nel Coro della Chiesa braidese di Santa Chiara a Bra, accompagnati da una degustazioni di vini.
Dal 9 all’11 marzo appuntamento alla Stazione Leopolda a Firenze per una nuova edizione di “Taste”, il Salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze del gusto contemporaneo con quasi 400 aziende tra le migliori della Penisola (molte le new entry) e tantissimi eventi nell’evento. A partire dai tradizionali Taste Ring, gli incontri condotti dal Gastronauta Davide Paolini nel foyer del Teatro dell’Opera di Firenze: “Ritorno alla Trattoria?” (9 marzo) sul fenomeno del nuovo successo delle trattorie con Marco Bolasco, curatore della Guida Osterie d’Italia Slow Food e direttore enogastronomia e varia Giunti Editore, Federico Malinverno, presidente dell’associazione Premiate Trattorie Italiane, Fabio Picchi, patron de Il Cibreo, e Andrea Gori, il sommelier informatico alla guida della Trattoria Da Burde; e “Il sociale nel piatto degli chef” (10 marzo), un viaggio tra solidarietà e cultura attraverso due grandi iniziative benefiche realizzate dagli chef stellati Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo, rispettivamente il progetto dei Refettori e l’evento “Gusto per la Ricerca”, che saranno a Taste per raccontarle. Quest’anno il focus speciale sarà dedicato al Pianeta Pane, tra specificità regionali e tradizioni di famiglia, riscoperte e un trend che parla di tradizione e condivisione, geografia e riscoperte, usi e riusi, al centro di una Scuola del Pane, Talk e laboratori per bambini. E, come sempre, tutta la città sarà animata da FuoriDiTaste, uno dei più ricchi cartelloni di eventi fuorisalone dedicati al wine & food in tantissimi tra i più celebri locali, da Riccardo Barthel al De’ Frescobaldi Ristorante & Wine Bar (con i vini delle Tenute della griffe che incontrano prodotti di nicchia come Friultrota, Amedei, Acetaia Leonardi 1871 e Famiglia Bifulco), da Eataly al Four Seasons Hotel (dove lo chef stellato Vito Mollica propone nel suo menu il risotto Acquerello), da Villa Cora a La Bottega del Buon Caffè, da Il Santo Bevitore a La Ménagère, da Obicà Mozzarella Bar a Procacci (dove le etichette Antinori sposano i panini e aperitivi Procacci preparati con salmone Upstream, gli aceti balsamici di Acetaia Giuseppe Giusti e il risotto al tartufo dell’Azienda Agricola San Pietro a Pettine), dal Ristorante Gurdulù alla Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu, dal nuovo Toscanino in Rinascente al Golden View, dalla Ditta Artigianale al Caffè Gilli, dal Truffle Restaurant Savini Tartufi al ristorante Konnubio (dove Leonardo Romanelli intervista Marco Pirozzi su "Il cibo ideale", un libro sul mangiare sano che, sulla base della tesi sull’alimentazione in chemioterapia della figlia Francesca e il supporto di chef stellati, finanzia un progetto di ricerca quale possibile strategia terapeutica antineoplastica; interverrà Massimiliano Alajmo, che ha scritto il capitolo "La bellezza del gusto", con i piatti della chef Beatrice Segoni ed i vini di Montepaldi), dall’Irene Bistrò (con The Amazing Italian Wine Journey con il sommelier delle star Filippo Bartolotta) alla Pizzeria Santarpia (con una Cena anarchica con Cristiano Tomei e Michele Leo).
Si resta in Toscana, ma ci si sposta poi in Maremma, dove l’11 marzo il Granaio Lorenese a Spergolaia ad Alberese (Grosseto) ospita “mareMMMa, la Natura del Vino”, la più grande selezione di etichette della Maremma, territorio ampio, variegato e incontaminato, vocato alla viticoltura sin dal tempo degli Etruschi, in un evento unico dedicato alle Denominazioni Maremma Toscana, Montecucco e Morellino di Scansano che presentano le produzioni delle loro aziende - quasi 400 etichette di 85 cantine tra rossi, bianchi e rosati - accompagnate dai prodotti del territorio, dai formaggi ai salumi all’olio, tutti insieme a simboleggiare una “Toscana del Vino alternativa” che ha molto da raccontare a professionisti del settore ed appassionati.
Il tutto aspettando un grande evento: l’ultima tappa del “Gualtiero Marchesi & La Grande Cucina Italiana World Tour”, promosso da Fondazione Gualtiero Marchesi e Enit per celebrare la grandezza dell’Italia delle arti, il 19 marzo a Palazzo Serbelloni a Milano, in occasione dell’anniversario n. 89 della nascita del maestro della cucina italiana.

Scorrendo l’agenda degli eventi con WineNews
A Milano
Il 10 marzo tra gli eventi di Fa’ la cosa giusta!, la Fiera nazionale del consumo critico che punta alle specificità e alle eccellenze, in programma dall’8 al 10 marzo a Fieramilanocity, c’è “Altrementi Chef-Cooking4All”, una gara culinaria tra giovani con disabilità intellettivo relazionale affiancati da chef, promossa dall’Istituto Diplomatico Internazionale e Fisdir, la federazione paralimpica che riunisce atleti con disabilità intellettive e i disturbi dello spettro autistico per sostenere la loro inclusione sociale e nel mondo del lavoro, con in giuria personaggi come Benedetta Parodi e lo chef stellato Claudio Sadler, che il 9 marzo sarà ospite in Fiera dell’Istituto per sovrintendere ai preparativi della gara e spiegare la valenza sociale della cucina. E sempre a Milano sono ripartiti gli eventi alla Cantina Urbana, la prima cantina in pieno centro a Milano aperta da Michele Rimpici, sul Naviglio Pavese, con serate settimanali di Wtf - Wine Tasting Friends tra vino, food e dj set (ogni mercoledì), gli appuntamenti del Wine Collective, che vedranno protagonisti produttori di vino e di eccellenze gastronomiche regionali insieme alle loro storie di successo (domani con il produttore siciliano Filippo Mangione, il 21 marzo con Chiara Onida del caseificio Il Boscasso dall’Oltrepò Pavese, il 4 aprile con Giuliano Iuorio e il progetto Langa Style, il 18 aprile con Gentile Thogan dell’omonimo salumificio di Varzi in Oltrepò), e gli esclusivi percorsi di degustazione “Tour & Tasting” e “Crea il tuo Blend”. Ma in città prosegue anche un evento particolare, che vede il vino e la cucina legati non solo al piacere, quanto anche agli affari e al modo in cui la tavola può diventarne mediatrice e luogo ideale: “Vino e cucina. Dal piacere agli affari”, format-evento innovativo di incontri esclusivi al Neff Collection Brand Store c/o DesignElementi con cooking class a cura della Joia Academy tenute dal direttore didattico Sauro Ricci, e chef executive del ristorante stellato Joia di Milano, alla scoperta della Sicilia attraverso i piatti del ristorante e i vini di Planeta accompagnati dai racconti di Francesca Planeta e Antonio di Mora, direttore e sommelier del ristorante. Ogni lezione di cucina, a cui i partecipanti (non più di 14 alla volta) prendono parte attivamente, ha un tema diverso legato alla Sicilia e all’incontro tra le etichette della storica azienda siciliana e l’alta cucina vegetariana stellata del ristorante e della scuola di cucina fondati dalle chef Pietro Leemann, e si conclude con una cena per condividere i piatti preparati insieme e accompagnati dai vini e dall’olio di Planeta (19 marzo). Identità Golose Milano in via Romagnosi l’11 marzo ospita invece la presentazione della prima edizione del volume “Tavole Doc - L’anima e il gusto della Liguria Guida 2019” (edizioni Mediavalue) con l’editore Mario Cucci, Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose, ed Elio Ghisberti, direttore editoriale della guida, con showcooking a seguire.

A Torino & in Piemonte
Al ristorante La Cloche 1967 a Torino, un salotto del gusto dall’antica tradizione, sempre gestito dalla famiglia Bello, ora con il giovane chef Luca Taretto, ricco di esperienze internazionali e anche ai fornelli accanto a Carlo Cracco, un percorso a tappe messo a punto con gli storici della gastronomia Clara & Gigi Padovani racconta a tavola grandi personaggi torinesi come il pittore futurista Fillia (Alla Taverna del Santo Palato con Fillìa e la Cucina Futurista, 23 marzo), l’imprenditore Riccardo Gualino fondatore di Venchi (Riccardo Gualino cioccolatiere: dall’antipasto al dolce con il Cibo degli Dei, 13 aprile) e lo scrittore Mario Soldati (Viaggio nella Valle del Po con Mario Soldati a vent’anni dalla morte, 18 maggio). Ci si sposta nelle Langhe, dove domani la sala Beppe Fenoglio del Cortile della Maddalena ad Alba ospita la presentazione della proposta vincitrice del concorso per il disegno del futuro polo museale Museo Del Tartufo Di Alba e Montà D’alba, diffuso su due sedi e voluto per approfondire gli aspetti scientifici, storici, letterari, artistici, culinari e commerciali del tuber magnatum, patrimonio delle Langhe e non solo, firmata dal gruppo capitanato dall’architetto Antonello Stella, bandito dal Comune di Alba e di Montà d’Alba con il sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Museo Tartufo Montà d’Alba, e di cui la Fondazione per l’architettura/Torino ha curato la programmazione. Ad intervenire, Sergio Chiamparino, presidente Regione Piemonte, Antonella Parigi, assessore Cultura e Turismo Regione Piemonte, Maurizio Marello, sindaco di Alba, Giuseppe Costa, sindaco di Montà d’Alba, Stella, Silvano Valsania, presidente Fondazione casa del tartufo bianco d’Alba, e Antonio Degiacomi, presidente Centro Studi del tartufo, moderati da Roberto Fiori, firma de La Stampa. “Stelle & Calici”, evento promosso da Vite in Riviera, con una serie di cene di chef stellati con i migliori prodotti liguri di stagione e Presìdi Slow Food, in abbinamento ai vini Dop e Igp della Riviera Ligure di Ponente, si conclude infine con Marco Sacco al Piccolo Lago a Verbania (28 marzo).

In Veneto
A Verona, fino al 28 marzo, nella storica Bottega del Vino prosegue la rassegna “Versi in Bottega”, con un nuovo format e con la voglia di raccontare, anche in maniera canzonatoria e informale, diversi temi nel cuore degli organizzatori, nella speranza di appassionare e suscitare la curiosità del pubblico, dall’oste della Bottega Luca Nicolis all’attore teatrale di Casa Shakespeare Solimano Pontarollo: proprio il 28 marzo ci sarà un omaggio a Peppino Impastato, un uomo che non dovremmo dimenticare mai. E dopo la prima edizione torna il Premio Maculan, la sfida, ideata da Fausto Maculan insieme alle figlie Angela e Maria Vittoria, con presidente di giuria Nicola Portinari, chef del ristorante due stelle Michelin La Peca di Lonigo, lanciata a chef di tutte le età, professionisti e non, per creare il miglior abbinamento di un vino dolce ad un piatto salato, che sarà svelato alla Cantina Maculan a Breganze il 25 marzo con l’assegnazione del Premio Maculan, un’opera realizzata dall’artista friulano Giulio Menossi, celebre per i suoi mosaici.

In Emilia Romagna
A Fico Eataly World dall’8 al 10 marzo è di scena il Festival del Vermouth di Torino, a cura di Clara & Gigi Padovani e in collaborazione con l’Istituto presieduto da Roberto Bava, dedicato alla storia, agli ingredienti, agli abbinamenti (anche inusuali, come le nocciole o il cioccolato) di questo prezioso monumento dell’enologia italiana e piemontese, con masterclass sulle erbe officinali, una mostra, degustazioni e libri sul più antico vino aromatizzato italiano. Fico dove, marzo è il mese dedicato all’olio d’oliva, uno dei simboli e dei tesori della gastronomia nostrana, con tanti eventi per tutti fino al 24 marzo, e il clou il 16 e 17 marzo con Slow Food, in collaborazione con Associazione Pandolea - Donne dell’Olio e Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori, che presentano una due giorni interamente dedicata all’extravergine di oliva con il mercato dei frantoiani e delle aziende premiate dalla Chiocciola nell’edizione 2019 della Guida degli Extravergini, con un esclusivo Oil Bar che offrirà degustazioni guidate dei migliori oli italiani, in diverse varietà regionali. E il 17 marzo verrà presentata in anteprima la Guida agli Extravergini 2019 di Slow Food, con un focus sul mestiere dei frantoiani, la premiazione delle aziende che hanno ottenuto il riconoscimento Grande Olio e Grande Olio Slow e l’assegnazione delle Chiocciole alle aziende olivicole che interpretano valori organolettici, ambientali e territoriali in sintonia con la filosofia di Slow Food. Il 10 marzo il Mercato coperto di Cesena ospita invece “Brutale”, un festival-mercato con degustazione, vendita e workshop dedicati ai vini naturali di 40 cantine in arrivo da tutta Italia con i loro vignaioli custodi di saperi antichi e che coltivano le loro uve con rigorose pratiche biolgiche e biodinamiche. E l’11 e il 12 marzo il campus della Carpigiani Gelato University ad Anzola Emilia, la più importante scuola internazionale di gelateria scelta da 7.000 studenti ogni anno, diventerà il teatro del Carpigiani Day, l’avvincente sfida di gelateria che selezionerà i 4 vincitori che accederanno alla Finale Italiana di Gelato Festival World Masters nel 2021. Una seconda semifinale è in programma nel 2020. I 4 vincitori che rappresenteranno l’Italia alla Finale Mondiale saranno annunciati il 12 marzo e anticiperanno le celebrazioni della Giornata Europea del Gelato Artigianale che si festeggia il 24 marzo.

Da Roma alla Sicilia
Il 9 e il 10 marzo alla Città dell’Altra Economia al Testaccio a Roma torna “Van Vignaioli Artigiani Naturali - La Fiera dei poeti contadini”, edizione n. 9 promossa dall’Associazione la cui storia inizia nel 2003 con “Terra e Libertà/Critical Wine” di Luigi Veronelli e alcuni centri sociali, divenendo in seguito “Associazione Contadini Critici” e oggi Van, con 50 vignaioli da Italia, Francia, Spagna, Austria, Germania e Slovenia - selezionati in base ai criteri della carta d’intenti dei Vignaioli Artigiani Naturali - ed oltre 250 vini naturali in degustazione con possibilità di acquistarli direttamente dalle mani del produttore, pronti a diffondere la conoscenza dei vini naturali ed a illustrare le scelte ecologiche ed etiche che li contraddistinguono. E fino al 2 maggio al Mercato Centrale Roma è di scena “Mangiadischi”, con il Tenax, storica disco fiorentina che arriva nella Capitale, per raccontare che effetto può avere il cibo sulla musica e viceversa, con gli show cooking di coppia tra dj e artigiani: Mary Gehnyei a Il Fritto di Martino Bellincampi (domani), Corrado Fortuna a Il Bar e la Caffetteria (14 marzo) e Miz Kiara a La Pizza di Pier Daniele Seu (21 marzo). Ma nella Capitale arriva anche il Diageo World Class Tour, il tour globale organizzato da Diageo con tappe a Tokyo, New Orleans, Amsterdam e Londra, con protagonista nei migliori locali del pianeta il Bartender dell’Anno per il Diageo Reserve World Class, la competizione di bartending più prestigiosa del settore, e Ambassador dell’azienda, Orlando Marzo, che l’11 marzo sarà al Jerry Thomas Project di Roma per uno showcase con i migliori distillati Diageo, come rum Zacapa, vodka Ketel One, gin Tanqueray No. Ten e Bulleit bourbon.
Ci si trasferisce tra i mandorli in fiore di Agrigento, cui è dedicato un evento promosso dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi dedicata ai Patrimoni Immateriali dell’Umanità Unesco, all’edizione n. 74, per incontrare l’Associazione Le Soste di Ulisse protagonista di un workshop educativo su “La cucina degli avanzi - piccoli chef per grandi piatti” con gli chef Pino Cuttaia, Giuseppe Costa, Gaetano Basiricò e Damiano Ferraro, l’8 marzo al Palacongressi, mentre i ristoranti e le strutture ricettive del Val di Mazara promuovono le eccellenze siciliane con menu e iniziative a tema (fino al 10 marzo).

Eventi in tutta Italia
Fino al 10 marzo in tutta Italia si celebra la Settimana della Birra Artigianale 2019, dal Trentino alla Sicilia, dai pub alle pizzerie, dai birrifici ai beershop con tantissimi eventi e iniziative incentrate sulla birra artigianale di qualità come degustazioni guidate, visite a birrifici, presentazioni di nuove birre, cene con abbinamenti, contest, promozioni e molto altro ancora, promosse da chi quotidianamente lavora con i prodotti dei microbirrifici italiani e stranieri, a cominciare dai birrai e dai publican, ma anche gli homebrewer, i pizzaioli e i ristoratori.
Cucina gourmet, territorialità e prezzi pop sono invece gli ingredienti dell’iniziativa che per il settimo anno consecutivo si propone di valorizzare il moderno ristorante e il territorio, strizzando l’occhio alla clientela più giovane o timorosa: è quella firmata InGruppo, il progetto che vede 22 chef e patron - per 14 stelle - di alcuni dei più importanti ristoranti italiani far conoscere le meraviglie della cucina di qualità e promuovere il “Piacere a tavola” fino al 30 aprile offrendo menu, vini compresi, al costo prestabilito di 60 euro a persona (con il “Diritto di tappo”, grazie al quale è possibile portare le proprie bottiglie con un costo extra di 10 euro per il servizio), 120 euro dagli stellati A’Anteprima dello chef Daniel Facen, allo storico tristellato Da Vittorio dei fratelli Cerea, al Mudec dello chef superstellato Enrico Bartolini e dallo stellato Sadler dello chef Claudio Sadler.
E fino al 12 marzo è possibile partecipare al Concorso letterario nazionale “Bere il Territorio. Raccontare il vino attraverso il viaggio”, all’edizione n. 18 promosso da Go Wine inviando un testo-racconto in forma libera che abbia per tema un viaggio in un territorio del vino italiano.

La stagione delle Anteprime riparte con il Chiaretto, ma tornano anche “I grandi terroir del Barolo”. L’evento internazionale: l’International Bulk Wine & Spirits Show-Uk a Londra
La stagione delle Anteprime del vino italiano riparte con il Chiaretto, ma sono tanti gli eventi in cui i produttori dei più celebri territori italiani presentano le nuove annate delle loro etichette. Come a “I grandi terroir del Barolo”, evento ideato da Go Wine all’edizione n. 10, e che sarà di scena invece a Monforte d’Alba (Ristorante Moda Venue, 23-24 marzo) con banchi d’assaggio, degustazioni guidate, ma anche visite in cantina, con protagoniste le nuove annate di Barolo. Si prosegue poi con Campania Stories, con il meglio della produzione della terra dell’Aglianico, del Taurasi, della Falanghina e dei vini del Sannio a Napoli (28-31 marzo), e con tre appuntamenti ancora con i grandi vini piemontesi: Taste Alto Piemonte, il più importante evento dedicato alle eccellenze vinicole e gastronomiche, dei territori delle 4 Provincie di Novara, Biella, Vercelli e Verbano Cusio Ossola - con più di 50 cantine e le ultime annate delle 10 Denominazioni Boca Doc, Bramaterra Doc, Colline Novaresi Doc, Coste della Sesia Doc, Fara Doc, Gattinara Docg, Ghemme Docg, Lessona Doc, Sizzano Doc e Valli Ossolane Doc - promosso dal Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte al Castello Visconteo Sforzesco di Novara (30-31 marzo e 1 aprile), con walk-around tasting e seminari tecnici di approfondimento sulle Denominazioni per operatori ed appassionati; e i Roero Days, la rassegna itinerante del Consorzio di Tutela del Roero dedicata ai grandi vini della Denominazione Roero, di scena quest’anno a Bologna (Palazzo Re Enzo, 31 marzo-1 aprile), con le prime bottiglie di 60 cantine uscite in commercio che riportano in etichetta i nomi delle diverse Mga, le Menzioni Geografiche Aggiuntive; quindi La Prima dell’Alta Langa, l’evento organizzato dal Consorzio Alta Langa per operatori, ristoratori, enotecari e giornalisti al Castello di Grinzane Cavour (1 aprile), con 24 produttori e tutte le rispettive cuvée per oltre 40 etichette tra bollicine di Alta Langa bianche, rosate, Riserve e grandi formati, in degustazione. È tempo poi di Sicilia en Primeur, con le tante declinazioni enoiche dell’isola-continente con la regia di Assovini, dell’Anteprima dei vini della Costa Toscana con “I Grandi Cru della Costa Toscana” a Lucca (Real Collegio, 4-5 maggio), e, sempre a maggio, del gran finale con la Soave Preview firmata dal Consorzio di Tutela del Soave.
Infine, nel calendario dei grandi eventi internazionali, l’11 e il 12 marzo Londra fa da sfondo all’edizione n. 2 dell’International Bulk Wine & Spirits Show-Uk al The Royal Horticultural Halls Lindley Hall, evento da seguire con attenzione poiché dedicato al tema degli sfusi e del private label.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019