02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E PREMI

A Cristina Mariani May, guida di Castello Banfi, il “Women in Wine & Spirits International Award”

Il riconoscimento per la “spinta alla responsabilità sociale d’impresa di Banfi”, con un occhio particolare al tema della sostenibilità
BANFI, CRISTINA MARIANI MAY, DONNE, PREMI, vino, Mondo
Cristina Mariani May, guida di Castello Banfi

Riconoscere, collegare e onorare le donne che hanno contribuito a plasmare il settore del vino e del beverage: con questo scopo è nato, di recente, il “Women in Wine & Spirits International Award”, premio di stampo asiatico ma con collaborazioni in tutto il mondo (tra cui l’Associazione Donne del Vino italiana, ndr). Che, anche in questa edizione n. 2 (dopo il riconoscimento andato nell’edizione 2020 a Marilisa Allegrini, “signora” dell’Amarone della Valpolicella e non solo, con la cantina Allegrini), ha premiato l’Italia, e la storia peculiare di Cristina Mariani May, alla guida di Castello Banfi, la cantina fondata negli anni Settanta del Novecento dalla famiglia americana Mariani a Montalcino, che ha dato un impulso decisivo, anche con il lavoro del manager-enologo Ezio Rivella, al successo del Brunello di Montalcino negli Stati Uniti e nel mondo.
“Il premio a Cristina Mariani-May - spiega una nota - è un riconoscimento alla sua capacità di spinta alla responsabilità sociale d’impresa di Banfi”. Con un occhio particolare alla sostenibilità, “tema molto caro all’azienda di Montalcino, impegnata in pratiche moderne e sostenibili da sempre” e che ha intrapreso, da tempo, anche un percorso di diversificazione della biodiversità agricola nel territorio, producendo prugne, di cui è uno dei più grandi produttori in Italia, ma anche grani antichi, pasta, olio, miele, prugne e non solo.

Un riconoscimento, quello dello “Women in Wine & Spirits International Award”, che Cristina Mariani May condivide con altre grandi donne del vino mondiale, come Laura Catena, per esempio alla guida di una delle più importanti realtà di Argentina, Catena Zapata, o ancora Maria Vargas, della cantina spagnola “Marqués de Murrieta”, premiata come “Wine maker of the year”, e non solo.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli