02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
COMUNICAZIONE

Da YouTube ad Amazon, “Wine Passport TV Series” sbarca sulla piattaforma on demand in Usa e Uk

Conduttrice e produttrice del format, Francesca Negri: un viaggio nei territori del vino per una platea di 100 milioni di abbonati

Da YouTube ad Amazon, il passo è tutt’altro che breve. A farlo è “Wine Passport TV Series”, la serie sul vino prodotta in Italia da oltre 2 milioni di visualizzazioni sul web, che racconta il mondo del vino italiano al mercato internazionale, girata totalmente in lingua inglese, e sbarcata da qualche giorno sulla piattaforma Amazon Prime Video Usa e Uk, il canale on demand del gigante dell’e-commerce di Jeff Bezos, che, nei due Paesi, conta più di 100 milioni di abbonati e potenziali consumatori: del resto, stiamo parlando del primo e del terzo mercato per l’export enoico italiano. Conduttrice e produttrice del format è la giornalista italiana Francesca Negri (Wset), che in ogni puntata realizza il sogno di un turista straniero, ovvero quello di toccare con mano la cultura del Belpaese, visitando vigneti, antiche cantine, curiosando tra sagre e feste di paese e andando a conoscere i più famosi produttori delle più importanti cantine italiane, dal Trentino a Soave, dalla Valpolicella alla Franciacorta.
A distribuire Wine Passport sulle piattaforme Amazon Prime Video Usa e Uk è Web Icon Inc., azienda americana con sede a Orlando, in Florida, specializzata nella produzione e distribuzione di docu-films e serie televisive sulle piattaforme web tv in Usa e Uk, in particolare su Amazon Prime Video, ma sta trattando anche per essere presente, a livello mondiale, sulla piattaforma web di Apple TV. Intanto, Wine Passport sta lavorando alla seconda stagione, che andrà sempre in onda su Amazon Prime Video Usa e Uk, mentre in fase di valutazione la possibilità di andare in onda anche su Amazon Prime Germania e Giappone.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli