02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SOLIDARIETÀ

I jeroboam di Ferrari che hanno celebrato i podi della Formula 1 sotto il martello per l’Ucraina

L’eco della guerra arriva anche nel circus dell’automobilismo: le bottiglie di Trentodoc firmate da Hamilton, Bottas e Verstappen per la Croce Rossa

Il circus della Formula 1 scalda i motori, con la stagione 2022 già alle porte e il primo Gran Premio, quello del Bahrain, di scena il 20 marzo. Il clima, però, anche nel mondo dei motori, è ben lontano dalla normalità. La guerra in Ucraina ha avuto ripercussioni a tutti i livelli: prima la cancellazione del Gran Premio di Russia, poi l’annullamento dell’accordo tra Fia e tv russa, infine il licenziamento del pilota russo Nikita Mazepin da parte della scuderia americana Haas. Scelte dure, ma che non hanno certo fermato la corsa alla solidarietà al popolo ucraino.
L’iniziativa più bella è firmata da Ferrari Trento, la griffe della Famiglia Lunelli e brindisi ufficiale della Formula 1, che ha deciso di mettere all’asta su “F1 Authentics”, il sito ufficiale di memorabilia del circuito, i “Ferrari F1 Podium Jeroboam” autografati dai piloti vincitori. Fino al 23 marzo, sotto il martello virtuale andranno i 3 Jeroboam firmati dai vincitori dei Gran Premi di Portogallo (Lewis Hamilton, Max Verstappen e Valtteri Bottas), Spagna (Lewis Hamilton, Max Verstappen e Valtteri Bottas) e Austria (Max Verstappen, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas) della stagione 2021, mentre le bottiglie dei podi di Ungheria, Belgio e Brasile saranno invece disponibili dal 20 al 30 marzo, con i proventi che saranno devoluti al Comitato Internazionale della Croce Rossa per l’emergenza Ucraina.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli