02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATI

Il boom del Chianti su Pinduoduo, la piattaforma di e-commerce cinese leader nell’agroalimentare

Galeotto il live streaming al Wine to Asia di Shenzhen, seguito da 470.000 consumatori: quel giorno le vendite di vino italiano al +160%
CHIANTI, CINA, PINDUODUO, Mondo
Il boom del Chianti su Pinduoduo, piattaforma di e-commerce cinese n.1 nell’agroalimentare

Cresce la domanda di vino Chianti sul mercato cinese: secondo i numeri di Pinduoduo, la più grande piattaforma di e-commerce per l’agroalimentare della Cina, unica piattaforma al mondo esclusivamente su smartphone, il Chianti risulta fra i brand italiani più richiesti, nell’ambito di un aumento della domanda di prodotti che battono bandiera tricolore. “È una notizia molto importante - commenta Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti - per noi che stiamo lavorando per imporci sempre più come protagonisti in Cina. È una sfida fondamentale: la Cina oggi rappresenta circa il 5% del mercato globale del vino Chianti, ma alla luce delle dimensioni enormi di questo mercato, e vista la crescita importante che il Chianti sta avendo in terra cinese da alcuni anni a questa parte, crediamo che possa diventare uno dei mercati più importanti per noi a livello mondiale, se non il più importante in assoluto fra qualche anno”.
L’entusiasmo dei consumatori cinesi per l’Italia ed i suoi prodotti, su tutti il vino, è venuto fuori sulla spinta di un live streaming tenuto proprio da Pinduoduo, per promuovere i vini italiani lo scorso novembre, nell’ambito della fiera Wine to Asia di Shenzhen. Pinduoduo ha invitato i rappresentanti dell’Italian Trade Agency a entrare nel vivo, e condividere le tradizioni culinarie e vinicole del Belpaese, con una diretta che ha attirato oltre 470.000 spettatori, che hanno avuto così la possibilità di conoscere da vicino il Chianti ed altri vini italiani, come l’Asti.
“Il vino fa parte della vita e della cultura italiana e rappresenta gioia e condivisione”, ha detto Cecilia Costantino, rappresentante dell’Italian Trade Agency a Guangzhou ai follower del live streaming di Pinduoduo. “Bere una buona bottiglia di vino nutre la tua salute e la tua anima”. Un messaggio, a quanto pare, recepito dai clienti di Pinduodu, che hanno acquistato più di 20.000 articoli dal “Padiglione Italia”, tra cui Ferrero Rocher, Caffè Illy, dentifrici Theramed e frullatori Smeg, e hanno contribuito a incrementare le vendite complessive di vino italiano sulla piattaforma del 160% nel giorno del livecast. La piattaforma Pinduoduo, tra le altre peculiarità, ha anche quella di essere stata pioniera nell’acquisto in gruppi di consumatori, che possono unirsi per comprare un determinato prodotto a un prezzo inferiore, un modello che permette di arrivare a un grande volume di ordini in pochissimo tempo.
Inoltre, nella settimana in cui si è celebrata la Giornata nazionale della Repubblica Popolare Cinese (1 ottobre) Pinduoduo ha superato i 100 milioni di ordini quotidiani, spinta dall’enorme domanda dei prodotti agroalimentari, specie da parte dei più giovani, la fetta più importante sulla piattaforma. “Vogliamo che i nostri consumatori scoprano il meglio che il mondo ha da offrire, indipendentemente dal budget di cui dispongono”, spiega Andre Zhu, vicepresidente di Pinduoduo. “Ecco perché cerchiamo nel mondo prodotti di buona qualità da offrire alla nostra vasta e attiva base di consumatori. Offriamo ai marchi internazionali l’accesso a un gruppo di consumatori che guidano la spesa e definiranno le tendenze negli anni a venire”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli