02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FIERE DEL VINO

Il Covid-19 ferma anche la London Wine Fair: la fiera inglese alza bandiera bianca

Fino a qualche giorno fa era forte la convinzione di “rimpiazzare” la ProWein, adesso la resa dei conti con una realtà ben più dura del previsto
FIERE, LONDON WINE FAIR, VINO GRAN BRETAGNA, Mondo
La London Wine Fair

Cade anche il baluardo britannico del mondo fieristico del vino europeo: rimandata ufficialmente la “London Wine Fair”, in calendario dal 18 al 20 maggio, che, per settimane, ha ribadito forte la propria volontà di non spostare le date, nella convinzione di superare indenne l’emergenza Covid-19, un po’ come sperato, con una buona dose di cinismo, dal Primo Ministro Boris Johnson, l’ultimo ad arrendersi all’evidenza, in un’Europa in ginocchio, in cui l’esempio italiano, dileggiato da tanti nei primi giorni, è presto diventato l’unico possibile da seguire. Non c’è, per il momento, una data alternativa, ma la marcia indietro, nelle parole di Hannah Tovey, a capo della London Wine Fair, è dettata dagli stessi identici ostacoli incontrati da tutte le altre fiere - posticipate o annullate - del wine & food: l’incertezza per quello che sarà e la sicurezza di espositori e visitatori. Crolla, così, la convinzione di poter imbastire un evento sicuro, che poggiava sullo storico isolazionismo britannico, forte di numeri, almeno fino a qualche giorno fa, non così preoccupanti, ma anche la possibilità di “rimpiazzare” la ProWein, come detto tra le righe, ma non troppo, proprio da Hannah Tovey.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli