02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
100% DEI LOTTI VENDUTI

L’asta della cantina del Del Posto di Joe Bastianich consacra l’Italia nel gotha dei fine wine

Aggiudicazioni stellari per il Barolo Monfortino Riserva di Conterno ed il Brunello di Montalcino di Soldera. 5,7 milioni di dollari l’incasso totale
ASTA, BAROLO, BRUNELLO, CONTERNO, DEL POSTO, ITALIA, JOE BASTIANICH, NEW YORK, SOLDERA, vino, Mondo
L’asta della cantina del Del Posto di Joe Bastianich consacra l’Italia nel gotha dei fine wine

Un’asta da “guanti bianchi”, con il 100% dei 3.422 lotti in catalogo venduti, per un incasso totale di ben 5,7 milioni di euro, ben oltre le stime previste, che erano in un range tra i 3 ed i 4,5 milioni di euro, con i vini italiani assoluti protagonisti, a partire dal Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno e dal Brunello di Montalcino Riserva Case Basse di Gianfranco Soldera. Un successo assoluto l’asta della cantina del ristorante “Del Posto”, tempio della cucina italiana a New York, tra i locali di maggior successo tra quelli aperti, negli anni, da Joe e Lidia Bastianich, ed unico ristorante italiano insignito di 4 stelle dal “New York Times”, che ha mandato sotto il martello di Hart Davis Hart oltre 30.000 bottiglie, parte consistente di una delle più importanti cantine della ristorazione americana, in gran parte dedicata ai vini italiani. Non a caso, i top lot sono tutti dedicati ad uno dei vini italiani più celebrati nelle aste mondiali, il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno: due lotti da 12 bottiglie della quotatissima annata 2010 sono stati aggiudicati per 21.510 e per 20.315 dollari, mentre uno da dodici bottiglie dell’annata 2004 è andato per 17.925 dollari. Stessa identica cifra della singola bottiglia più cara, che arriva da uno dei miti di Borgogna, Romanée-Conti del Domaine de la Romanée-Conti annata 2015 (mentre due bottiglie, una annata 2009 e una 2016, sono state aggiudicate per 16.730 dollari, ndr). Tra i top lot, in posizione n. 8, quello da 12 bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva Case Basse di Gianfranco Soldera 1999, aggiudicato per 15.535 dollari (stessa cifra di altri lotti da 12 bottiglie di Monfortino Riserva delle annate 1996 e 2001, così come uno da 6 magnum del 2001 e di un’altra singola Bottiglia di Romanée Conti del 2014, ndr), che è anche il lotto che, in assoluto, ha superato in misura maggiore le stime di aggiudicazione. Seguito, in questa particolare classifica, da un lotto di 8 bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva Case Basse di Gianfranco Soldera 1996 andato per 10.158 euro, e da uno da 6 bottiglie di Barolo Riserva Degli Amici (Picasso Label) 1964 di Giacomo Conterno, aggiudicato per 13.145 dollari.
Un’asta in cui, sottolinea Hart Davis Hart, l’80% dei lotti è stato aggiudicato oltre le stime, a conferma del prestigio della collezione del Del Posto. Ma le grandi quotazioni spuntate dai vini del Belpaese raccontanto anche un altro importante aspetto: “con questa asta, Joe Bastianich ha testimoniato che i vini italiani sono nell’elite dei vini da collezione del mondo”, ha sottolineato il presidente di Hart Davis Hart, Ben Nelson. Da Gaja a Sassicaia, dal Tignanello e Solaia Antinori a Valentini, da Masseto a tutti i grandi nomi di Barolo (da Pio Cesare a Ceretto, da Rinaldi a Sandrone, da Marchesi di Barolo a Mascarello, da Damilano a Borgogno) e Brunello di Montalcino (da Biondi Santi a Canalicchio di Sopra, da Argiano a Poggio di Sotto), per citarne alcuni, da Bertani a Zyme, da Dal Forno a Quintarelli, da Gravner a Fontodi, da Tasca d’Almerita a Caprai, solo fare alcuni esempii, sono tantissimi i nomi del grande vino italiano che hanno visto le loro bottiglie finire nelle cantine dei 1.000 collezionisti che hanno piazzato on line le loro offerte da 16 Paesi di 4 diversi continenti.

Focus - I top lot dell’asta della cantina del ristorante Del Posto di Joe Bastianich a New York

- 2010 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $21,510
- 2010 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $20,315
- 2004 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $17,925
- 2015 Romanée-Conti, Domaine de la Romanée-Conti (1 bottiglia) $17,925
- 2004 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $16,730
- 2009 Romanée-Conti, Domaine de la Romanée-Conti (1 bottiglia) $16,730
- 2016 Romanée-Conti, Domaine de la Romanée-Conti (1 bottiglia) $16,730
- 1999 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) $15,535
- 1996 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $15,535
- 2001 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $15,535
- 2001 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $15,535
- 2001 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) $15,535
- 2001 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (6 Magnum) $15,535
- 2001 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (6 Magnum) $15,535

Focus - I top lots con la crescita maggiore sulle loro stime

- 1999 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) (12 bottiglie) (stima $5,500-8,500) $15,535
- 1996 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) (8 bottiglie) (stima $2,400-3,500) $10,158
- 1964 Barolo Riserva, Degli Amici (Picasso Label), Giacomo Conterno (6 bottiglie) (stima $4,500-6,500) $13,145
- 2006 Brunello di Montalcino Riserva, Poggio di Sotto (12 bottiglie) (stima $1,700-2,600) $8,963
- 2006 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) (12 bottiglie) (stima $4,800-7,500) $13,145
- 1996 Barolo Riserva, Monfortino, Giacomo Conterno (12 bottiglie) (stima $7,000-10,000) $15,535
- 1997 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) (5 bottiglie) (stima $3,000-4,500) $9,560
- 1995 Alzero, Giuseppe Quintarelli (4 Magnum) (stima $3,200-4,800) $9,560
- 1999 Brunello di Montalcino, Case Basse (G. Soldera) (13 bottiglie) (stima $5,500-8,500) $13,145
-2002 Brunello di Montalcino Riserva, Case Basse (G. Soldera) (6 bottiglie) (stima $2,200-3,200) $7,768

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli