Slow Wine 2024
Allegrini 2024
ESPERIENZE ESCLUSIVE

Nasce la prima dining room al mondo firmata Dom Pérignon, nel ristorante “Le Bristol Paris”

E in Italia? Per la prima volta la Maison attiva la personalizzazione delle proprie bottiglie (in partnership con Tannico)

Nasce al Palace Hotel, uno degli alberghi più lussuosi e raffinati della capitale francese, la prima dining room al mondo firmata Dom Pérignon: quest’inverno il giardino del ristorante “Le Bristol Paris”, tre stelle Michelin, accoglierà in una speciale sala privata coppie o piccoli gruppi (al massimo sei persone), che avranno la fortuna di imbarcarsi in un’avventura tra i sapori più sublimi della gastronomia francese, ideati per essere abbinati ai migliori millesimati Dom Pérignon. E per gli aficionados italiani? La Maison, in vista delle imminenti festività natalizie, ha lanciato, nei giorni scorsi, una speciale collaborazione con l’enoteca online Tannico, che ha consentito, per la prima volta nel nostro Paese, di personalizzare le proprie bottiglie.
La nuova esperienza gastronomica firmata “Le Bristol Paris” e Maison Dom Pérignon è curata dallo chef tristellato Eric Frechon e da Vincent Chaperon, maestro di cantina Dom Pérignon: una sorta di “vascello” contemporaneo, concepito appositamente per questo viaggio unico, disponibile da oggi fino al 18 febbraio 2024 (il prezzo, commisurato al valore dell’esperienza, è di 1.200 euro a persona). Si comincia dall’immersive bar: qui le eccezionali cuvées normalmente offerte solo in bottiglia vengono servite al calice, accompagnate da una selezione irresistibile di finger food. Un incontro perfetto tra lo chef e il maestro di cantina, le cui maestranze nei rispettivi mestieri sono superate solo dalla straordinaria fusione delle due. Una breve pausa ed un rapido cambio scena conducono gli ospiti al tavolo della cena: qui l’intensità sale dolcemente per accompagnare un menu pop-up, studiato appositamente, con le creazioni di uno chef stellato che si incontrano con le nuance eleganti dei migliori Champagne del mondo. Accostamenti preziosi che spaziano dal caviale di Sologne servito in abbinamento a Dom Pérignon Vintage 2013, al rombo selvaggio con tartufo bianco, accompagnato dalla straordinaria cuvée Dom Pérignon Vintage 2004 Plénitude 2. A chiudere in dolcezza questo viaggio, il tocco di un Dom Pérignon Vintage 2002 Plénitude 2, accostato ad una crème glacéeal tartufo nero servita con emulsione di nocciole e cioccolato gianduja.
Per gli amanti italiani delle sue bollicine, per le imminenti festività, Dom Perignon ha offerto la possibilità di un’idea regalo preziosa e originale: grazie alla collaborazione con l’enoteca online Tannico, i clienti hanno potuto personalizzare - per la prima volta nel nostro Paese - alcune delle sue etichette più rappresentative. Attraverso il sito di e-commerce, nei giorni scorsi, si potevano ordinare una bottiglia di Dom Pérignon Vintage, Rosé o Plénitude 2 chiedendo di incidere sull’iconico scudo di bottiglia e coffret le proprie iniziali o quelle dei propri cari (fino ad un massimo di tre lettere), rendendo l’acquisto un pezzo davvero unico, grazie alla tecnologia laser di Gravotech, azienda specializzata nella marcatura e nella realizzazione di incisioni su diversi materiali.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli