02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FOCUS SUGLI USA

Vino italiano, il più amato dagli americani. A dirlo un’indagine di “Wine Spectator”

Plebiscito tra le donne, grande amore tra gli under 30. La curiosità: il Barolo il più amato dai giovani, il Brunello di Montalcino dagli over 50
BAROLO, BRUCE SANDERSON, BRUNELLO, vino, VINO ITALIANO, WINE SPECTATOR, Mondo
Bruce Sanderson di Wine Spectator

Il vino italiano è quello consumato con maggior frequenza dagli appassionati americani, con il Belpaese associato soprattutto ad un’offerta che lascia grande varietà di scelta e dal grande rapporto tra qualità e prezzo, con grandi classici, come Barolo e Brunello di Montalcino, che sono i due vini più gettonati, con delle peculiarità: la massima espressione enoica delle Langhe è molto popolare tra gli “under 30”, la più prestigiosa espressione del Sangiovese è amata e consumata soprattutto tra gli “over 50”. Tra conferme e curiosità, è il ritratto degli appassionati di vino in Usa, dipinto dal un sondaggio di “Wine Spectator”, la più seguita rivista di critica enoica negli States, mercato fondamentale per il vino italiano, raccontato, a Wine2Wine, da Bruce Sanderson.
Tra i Paesi produttori del “Vecchio Mondo”, l’Italia, come detto, è quello scelto più spesso, dal 59% dei lettori di Wine Spectator, con la Francia seconda, al 26%. Il 74% degli americani, poi, percepisce l’Italia come Paese della grande diversità, il 67% sostiene anche che l’Italia offre vini di grande qualità/prezzo.
Tra le evidenze che emergono, c’è il plebiscito in nome di Bacco delle donne: il 96% lo indica come bevanda preferita, ed il 46% di loro spende tra i 26 ed i 50 dollari a bottiglia.
Interessante anche il dato sugli “under 30”: il 61% preferisce il vino italiano, e più della metà è disposto a spendere più di 50 dollari a bottiglia.
Si tratta, ovviamente, di un campione particolare, fatto di appassionati di vino, e che non riflette le tendenze più generali dell’intero mercato del vino, come spiegato dallo stesso Sanderson, ma è significativo proprio perchè fa luce su uno spaccato di mercato davvero interessante per i produttori di vini di alta qualità.
Ancora, emerge che gli uomini preferiscono soprattutto i rossi, mentre le donne sono più orientate su bianchi e spumanti, e, ancora, se le donne scelgono soprattutto per varietà e vitigno, gli uomini guardano soprattutto al brand del produttore.
Curioso il dato che riguarda i due primi alfieri del grande vino italiano in Usa: il 48% degli over 50 tende a bere più Brunello di Montalcino rispetto ad altri vini, mentre il 24% degli under 30 preferisce in particolar modo il Barolo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli