02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E GUIDA

“Vitae 2023”: “Mr. Monfortino” Roberto Conterno è il più premiato

I top della guida dei Sommelier Ais. Tris per Poderi Aldo Conterno, e tante doppiette (da Gaja ad Antinori, da Santa Margherita a ColleMassari …)
AIS, ROBERTO CONTERNO, vino, VITAE 2023, Italia
“Vitae 2023”, la guida dei Sommelier Ais

“Mr Monfortino” Roberto Conterno, produttore tra i più celebrati d’Italia e del mondo, è anche il più premiato con ben cinque “Gemme”, ovvero i vini che hanno ottenuto i punteggi più elevati espressi in centesimi e che rappresentano un’accurata selezione tra l’eccellenza delle “Quattro Viti”, il riconoscimento che esprime il meglio della qualità del vino italiano secondo “Vitae 2023”, la guida firmata dall’Associazione Italiana Sommelier - Ais. A portare il produttore piemontese al top sono tre Barolo, tutti annata 2018 (Vigna Arione, Vigna Cerretta e Vigna Francia), e due versioni di Gattinara della storica cantina Nervi (Molsino 2018 e Valferana 2018), acquistata da Roberto Conterno nel 2018. Ancora dal Piemonte, e dalle Langhe, viene la seconda cantina più pluripremiata, ovvero la Poderi Aldo Conterno, unica a fare tris, ancora con tre Barolo Bussia, il Cicala 2018, il Romirasco 2018 ed il Granbussia Riserva 2013. Poi, un ristretto “club” di produttori premiati con due “gemme”: ancora dal Piemonte
Gaja (Barolo Conteisa 2018 e Barolo Sperss 2018), Bruno Giacosa (Barbaresco Asili 2019 e Barolo Falletto Vigna Le Rocche Riserva 2016), Roagna (Barbaresco Asili Vecchie Viti 2017 e Barbaresco Crichët Pajè 2014), Pira E. & Figli - Chiara Boschis (Barolo Cannubi 2018 e Barolo Via Nuova 2018), Vietti (Barolo Cerequio 2018 e Barolo Monvigliero 2018), Comm. G.B. Burlotto (Barolo Cannubi 2018 e Barolo Monvigliero 2018) e Giovanni Rosso (Barolo Vignarionda Ester Canale Rosso 2018 e Barolo Cerretta 2018).
A fare da “ponte” ideale tra il Piemonte e la Toscana è la Marchesi Antinori, invece, che mette insieme il Barolo Bussia Vigna Colonnello Riserva 2016 di Prunotto ed il Solaia 2019, e in Toscana si resta anche con il gruppo Collemassari Wine Estates di Claudio Tipa, che fa doppietta con il Bolgheri Superiore Grattamacco 2019 di Grattamacco ed il Brunello di Montalcino Riserva 2016 di Poggio di Sotto. Due vini anche per il gruppo Santa Margherita della famiglia Marzotto, con il Franciacorta Extra Brut Rosé Annamaria Clementi Riserva 2013 di Ca’ Del Bosco, ed il Carignano del Sulcis Passito Forte Rosso 2019 di Mesa, in Sardegna, che è anche la terra della cantina Attilio Contini, con la Vernaccia di Oristano Antico Gregori 1979 e la Vernaccia di Oristano Riserva 1997.
Tra i riconoscimenti della guida dei Sommelier, come sempre, spiccano i “Tastevin”, premio che “l’Associazione Italiana Sommelier conferisce a chi ha contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, a chi rappresenta un modello di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona e a chi ha riportato sotto i riflettori vitigni dimenticati”. E che sono il Valle d’Aosta Blanc de Morgex et de La Salle Pas Dosé Pavese XLVIII 2016 di Ermes Pavese, la Freisa d’Asti l’Altra 2020 de La Montagnetta, il Franciacorta Pas Dosé Riedizione 2022 Riserva 2007 de Il Mosnel, il Sogno Dosaggio Zero 2016 di Cirotto, il Teroldego Rotaliano Le Fron 2019 di De Vescovi Ulzbach, l’Alto Adige Sauvignon Rachtl Riserva 2019 Tiefenbrunner di Schlosskellerei Turmhof, il Collio Malvasia Italo & Bruno 2020 di Borgo del Tiglio, il Colli di Luni Vermentino Superiore Solarancio 2021 de La Pietra del Focolare, il Colli Bolognesi Barbera del Monticino Riserva 2018 de Il Monticino, il Romagna Romagna Albana Secco Fiorile 2021 di Fondo San Giuseppe, il Flaccianello della Pieve 2019 di Fontodi, il Montefalco Sagrantino Molino dell’Attone 2016 di Antonelli San Marco, il Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare 2019 di Velenosi, il Cesanese di Affile Capozzano Riserva 2020 di Formiconi, il Trebbiano d’Abruzzo Emidio Pepe 2020 di Emidio Pepe, il Biferno Rosso Gironia Riserva 2015 di Borgo di Colloredo, il Falerno del Massico Rosso Etichetta Bronzo 2017 di Masseria Felicia, il Brindisi Rosso Torre Testa 2019 di Tenute Rubino, il Calata delle Brecce 2019 di Terra dei Re, il Cirò Rosato Mabilia 2021 di Ippolito 1845, il Franchetti 2020 di Passopisciaro ed il Vermentino di Sardegna C’Era una Volta di Chessa.
“Sono 4.000 i produttori che hanno accettato di mettersi in discussione - spiega una nota - e più di 30.000 i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di Sommelier. Tra questi sono 2.276 le aziende accolte nel volume e 1.011 i vini premiati con il massimo riconoscimento: le Quattro Viti. Sfogliando la guida, inoltre, si ritrovano il Cuore di Cupido, assegnato a 148 vini in grado di suscitare emozioni al primo sorso, e la Bilancia, che valorizza 191 etichette di spiccata qualità, con un occhio attento al prezzo di vendita. Infine, si ritrova la speciale classifica “Le Gemme del 2023”, un centinaio di vini che hanno ottenuto i punteggi più elevati espressi in centesimi e che rappresentano un’accurata selezione tra l’eccellenza delle Quattro Viti”.
“Vitae non è solamente un progetto editoriale volto a comunicare l’operato dell’Associazione Italiana Sommelier - ha sottolineato il referente nazionale Ais Nicola Bonera - ma è un formidabile strumento capace di fare da collante tra molte diverse esperienze. Il mondo dell’enogastronomia è composto da una moltitudine di attori che calcano innumerevoli palcoscenici. Spesso diventa difficile notare il confine tra gli elementi che interagiscono al fine di emozionare. Poco importa se ci si trova a cena in un ristorante di altissimo profilo o ci si accomoda ai tavolini di un piccolo locale di periferia, l’importante è come ognuno di noi vive le proprie emozioni. Vitae vuole comunicare queste emozioni e lo fa con una serie di valori”.
“Questa edizione di Vitae - ha evidenziato Sandro Camilli - la prima che ho l’onore di introdurre in qualità di Presidente nazionale, rappresenta più che mai il nostro omaggio al territorio italiano, un territorio inteso sia in senso geografico sia in senso culturale, e quindi umano; un territorio di cui l’Associazione Italiana Sommelier è parte integrante, raccogliendo da quasi sessant’anni le voci degli attori dell’enogastronomia”.
Se il binomio tra cibo e vino costituisce uno dei più immediati simboli del nostro Paese, nonché un fondamentale strumento di promozione, ciò lo si deve anche alle migliaia di professionisti che ogni giorno lavorano perché entrambi possano arricchirsi di valori e significati. “Non è un caso che le ventidue copertine a introduzione delle regioni - ha spiegato Davide Garofalo, direttore creativo - rappresentino alcuni luoghi, piatti e materie prime dove più forte appare il legame tra la geografia del luogo e quella dell’anima: scorci urbani e paesaggistici dove si consumano relazioni e si intrecciano scambi di vedute, cibi che saziano appetiti e alimentano culture. A tenerli insieme il vino, cui ancora troppo spesso lasciamo il ruolo di comparsa, anziché tributargli gli onori riservati ai protagonisti più grandi, eppure più generosi”.

Focus - Le “Gemme” di “Vitae 2023”, la guida dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais)

Valle d’Aosta
Valle d’Aosta Pinot Noir L’Emerico 2019 - Ottin

Piemonte
Barbaresco Asili 2019 - Bruno Giacosa
Barbaresco Asili Vecchie Viti 2017 - Roagna
Barbaresco Crichët Pajè 2014 - Roagna
Barolo Bricco Boschis Vigna San Giuseppe Riserva 2016 - Cavallotto
Barolo Bricco Rocche 2018 - Ceretto
Barolo Brunate 2018 - Rinaldi
Barolo Bussia Cicala 2018 - Poderi Aldo Conterno
Barolo Bussia Granbussia Riserva 2013 - Poderi Aldo Conterno
Barolo Bussia Romirasco 2018 - Poderi Aldo Conterno
Barolo Bussia Vigna Colonnello Riserva 2016 - Prunotto
Barolo Cannubi 2018 - Comm. G.B. Burlotto
Barolo Cannubi 2018 - Pira E. & Figli - Chiara Boschis
Barolo Cerequio 2018 - Vietti
Barolo Cerretta 2018 - Giovanni Rosso
Barolo Conteisa 2018 - Gaja
Barolo Falletto Vigna Le Rocche Riserva 2016 - Bruno Giacosa
Barolo Monvigliero 2018 - Vietti
Barolo Monvigliero 2018 - Comm. G.B. Burlotto
Barolo Ravera Vigna Elena Riserva 2016 - Cogno
Barolo Rocche dell’Annunziata Riserva 2016 - Paolo Scavino
Barolo Runcot Riserva 2015 - Elio Grasso
Barolo San Bernardo Riserva 2016 - Palladino
Barolo Sperss 2018 - Gaja
Barolo Via Nuova 2018 - Pira E. & Figli - Chiara Boschis
Barolo Vigna Arione 2018 - Conterno
Barolo Vigna Cerretta 2018 - Conterno
Barolo Vigna Francia 2018 - Conterno
Barolo Vigna Rionda Riserva Etichetta Nera 2016
Massolino - Vigna Rionda
Barolo Vignarionda Ester Canale Rosso 2018 - Giovanni Rosso
Barolo Vite Talin 2016 - Sandrone
Gattinara Molsino 2018 - Nervi
Gattinara Valferana 2018 - Nervi
Lessona 2017 - Proprietà Sperino

Lombardia
Franciacorta Extra Brut Rosé Annamaria Clementi Riserva 2013 - Ca’ Del Bosco
Franciacorta Pas Dosé Riedizione 2022 Riserva 2007 - Mosnel
Lugana Vigne di Catullo Riserva 2019 - Tenuta Roveglia

Veneto
Amarone della Valpolicella Classico De Buris Riserva 2011 - Tommasi
Amarone della Valpolicella Riserva 2012 - Brigaldara
Colli Berici Merlot 25° Anniversario 2019 - Dal Maso
Montello Colli Asolani Rosso San Carlo 2019 - Case Paolin
Lugana Sermana Riserva 2017 - Corte Sermana

Trentino
Trento Extra Brut Rosé Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2010
Ferrari - Tenute Lunelli

Alto Adige
Alto Adige Bianco Appius 2017 - Cantina San Michele Appiano
Alto Adige Sauvignon Rachtl Riserva 2019
Tiefenbrunner - Schlosskellerei Turmhof
Alto Adige Terlano Primo Grande Cuvée 2019 - Cantina Terlano
Le Petit 2018 - Manincor

Friuli Venezia Giulia
Braide Alte 2020 - Livon
Collio Friulano Valeris 2021 - Muzic
Collio Friulano Vigna del Rolat 2021 - Raccaro
Collio Malvasia Italo & Bruno 2020 - Borgo del Tiglio
Friuli Isonzo Friulano Dolée 2020 - Vie di Romans
Rosazzo Terre Alte 2019 - Livio Felluga

Liguria
Cinque Terre Sciacchetrà Riserva 2018 - Terra di Bargòn

Emilia
Colli Piacentini Malvasia Passito Sensazioni d’Inverno 2016
Claudio Terzoni - La Conchiglia

Romagna
Romagna Albana Passito Scaccomatto 2018 - Fattoria Zerbina
Romagna Albana Secco Codronchio 2020 - Fattoria Monticino Rosso
Romagna Albana Secco Vitalba 2021 - Tre Monti
Romagna Sangiovese Predappio di Predappio
Vigna del Generale Riserva 2019 - Fattoria Nicolucci
Romagna Sangiovese Predappio Le Lucciole Riserva 2019

Toscana
Bolgheri Sassicaia 2019 - Tenuta San Guido
Bolgheri Superiore Dedicato a Walter 2018 - Poggio al Tesoro
Bolgheri Superiore Grattamacco 2019 - Grattamacco
Bolgheri Superiore Ornellaia 2019 - Ornellaia
Brunello di Montalcino 2017 - Salvioni - La Cerbaiola
Brunello di Montalcino Bramante Riserva 2016 - Sanlorenzo
Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie 2017 - Il Marroneto
Brunello di Montalcino Phenomena Riserva 2016 - Sesti
Brunello di Montalcino Riserva 2016 - Poggio di Sotto
Brunello di Montalcino Vigna Paganelli Riserva 2016 Tenuta Il Poggione
Brunello di Montalcino Vigna Schiena d’Asino 2016 - Mastrojanni
Filare 18 2020 - Casadei
Le Pergole Torte 2019 - Montevertine
Masseto 2019 - Masseto
Messorio 2019 - Le Macchiole
Solaia 2019 - Marchesi Antinori
Suisassi 2019 - Duemani

Umbria
Montefalco Sagrantino Molino dell’attone 2016 - Antonelli San Marco
Amelia Vin Santo Occhio di Pernice 2014 - La Palazzola

Marche
Bianko 2020 - Macondo
Castelli di Jesi Verdicchio Classico Vigna Il Cantico della Figura Riserva 2019 - Andrea Felici
Conero Campo San Giorgio Riserva 2018 - Umani Ronchi
Isra 2019 - Maria Letizia Allevi
Rosso Piceno Superiore Roggio Del Filare 2019 - Velenosi

Lazio
Donna Adriana 2020 - Castel De Paolis
Montiano 2019 - Famiglia Cotarella

Abruzzo
Montepulciano d’Abruzzo 2017 - Valentini
Trebbiano d’Abruzzo Emidio Pepe 2020 - Emidio Pepe

Molise
Biferno Rosso Gironia Riserva 2015 - Borgo di Colloredo

Campania
Cilento Fiano Pietraincatenata 2020 - Luigi Maffini
Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2021 - Marisa Cuomo
Fiano di Avellino Alessandra 2013 - Di Meo
Irpinia Bianco Grande Cuvée Luigi Moio 2019 - Quintodecimo
Montevetrano 2020 - Montevetrano
Taurasi Vigna Cinque Querce Riserva 2014 - Salvatore Molettieri

Puglia
Es 2020 - Gianfranco Fino
Gioia del Colle Primitivo Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2019 - Tenute Chiaromonte
Gioia del Colle Primitivo Polvanera 17 2019 - Polvanera
Graticciaia 2017 - Vallone
Patriglione 2017 - Taurino Cosimo Az. Agr. Vigneti & Cantine
Primitivo Old Vines 2018 - Morella

Basilicata
Aglianico del Vulture Superiore Carato Venusio 2017 Cantina di Venosa
Aglianico del Vulture Superiore Eleano 2018 - Eleano

Calabria
Cirò Rosato Mabilia 2021 - Ippolito
Megonio 2020 - Librandi

Sicilia
Vecchio Samperi - Marco De Bartoli

Sardegna
Carignano del Sulcis Passito Forte Rosso 2019 - Mesa
Hassan 2018 - Tenuta Asinara
Turriga 2018 - Argiolas
Vernaccia di Oristano Antico Gregori 1979 - Attilio Contini
Vernaccia di Oristano Riserva 1997 - Attilio Contini

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022