02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EVENTI

Wine & food: con l’estate torna qualche evento, tra riadattamenti e distanziamento fisico

Jazz & Wine a Montalcino, vino e musica per Castello di Montepò, cena-ripartenza del Montecucco. Mentre in tanti scelgono il “pic nic gourmet” ...

L’arrivo dell’estate significa anche iniziative e voglia di passare delle serate fuori casa: molti degli eventi del mondo del wine & food, che solitamente animavano i week end e le settimane più calde dell’anno, non ci saranno, a causa del Coronavirus, mentre però, in molti, hanno deciso di tornare, adattando magari il format storico alle disposizioni in materia di distanziamento sociale e fisico e sicurezza, ridimensionando il numero di partecipanti, accorciando la durata, per non lasciare i tanti wine lovers, italiani e non, senza i loro appuntamenti preferiti. Così, in una versione “ridotta”, WineNews torna a segnalare gli eventi del mondo del vino, del buon cibo e del turismo enogastronomico che, da Nord a Sud, torneranno ad attirare turisti ed appassionati in piccoli borghi e grandi città, in cantina e al ristorante, e che sono il cuore della ripartenza per tutto il settore.

A partire da una serata tutta dedicata al connubio tra vino e musica, per il Castello di Montepò, tenuta maremmana della famiglia Biondi Santi: l’8 luglio, nella cornice della Certosa di Maggiano, si celebra il ritorno alla convivialità, presentando e degustando il rosato Jet 2019 e il Sassoalloro 2016, in abbinamento con le creazioni finger-food dello chef Maicol Mencarelli, e alla musica del dj Leo Tolu. Il 9 luglio, nella tenuta Barthenau, nel cuore dell’altopiano di Mazon, tra le vigne di Pinot Nero di Hofstätter, serata in vigna (aperta al pubblico su prenotazione) tra degustazioni alla cieca e viaggi sensoriali inaspettati: protagonisti il “Re del Sagrantino” Marco Caprai e il “Re del Pinot Nero” Martin Foradori Hofstätter, che si confronteranno amichevolmente a colpi di degustazioni alla cieca e di chicche, che per questa occasione straordinaria usciranno dalle loro personali cantine. Il deus ex machina della Arnaldo Caprai di Montefalco e il rappresentante della quarta generazione alla guida della tenuta di Tramin-Termeno, hanno pensato infatti di mettere a confronto territori, tecniche di vinificazione, vitigni autoctoni e filosofie aziendali in una serata dedicata a sommelier, appassionati e addetti ai lavori. Si inizia con il Barthenau Vigna S. Urbano Pinot Nero di Hofstätter, cui Caprai risponde nel calice con il Malcompare, 100% Pinot Nero firmato da Michel Rolland. Sempre “blind” anche il confronto sulle due declinazioni di Sauvignon: da una parte il Sauvignon di Caprai, dall’altra l’Oberkerschbaum Sauvignon di Hofstätter, che porterà poi nei calici un Gewürztraminer affinato in anfora, che se la vedrà con la Cuvée Secrète di Caprai. Infine, i riflettori dei rossi non alla cieca sulle etichette che meglio raccontano le radici della loro viticoltura: Vigna Steinraffler Lagrein, l’autoctono di Hofstätter, e il Sagrantino di Montefalco Spinning Beauty di Caprai. Chi vincerà? Ai wine lover l’ardua sentenza.

Il 10 luglio, il Rosso di Montepulciano sarà protagonista dell’evento “Avvistato Spiderman a Montepulciano”, il live painting che vedrà impegnato nel Complesso di San Girolamo il fumettista Gabriele Dell’Otto, autore della Marvel e disegnatore tra gli altri eroi appunto di Spiderman. Un evento promosso dall’associazione “Rinascimento Poliziano” che riunisce molte attività imprenditoriali locali per la ripartenza post Covid-19, all’interno del quale i produttori di Vino Nobile di Montepulciano saranno abbinati ai ristoranti della città per offrire a tutti i commensali un calice della Denominazione di origine controllata, il Rosso di Montepulciano.

E se, dopo il week end del Chiaretto in Cantina, il fine settimana dell’11 e 12 luglio sarà dedicato alle attività del centro storico di Bardolino, con il Chiaretto che tornerà protagonista degli aperitivi in abbinamento con i piatti tipici; intanto, tra i vigneti del Sagrantino di Montefalco de Le Cimate, l’11 luglio, i protagonisti sono vino, cibo e musica, incorniciati dal tramonto. I vini, infatti, abbinati a sfiziosità, accompagneranno la musica del duo Tomasso X Ventura. E non solo, a “partecipare” sarà anche il design: i tavoli nel giardino saranno firmati Domiziani Design, ispirati ai cicli naturali e agli elementi del territorio come augurio di abbondanza e prosperità.

Il 12 luglio è la volta del Consorzio dei Vini Montecucco, che, dopo il lungo periodo del lockdown, dà appuntamento a tutti i wine lovers, in una cena che altro non è che un vero e proprio festeggiamento del ritorno alla normalità, con tanta voglia di incontrarsi e stare insieme. Con Maremma Toscana Meets, nel Boutique Hotel Torre di Cala Piccola (Monte Argentario), così si inaugura ufficialmente una nuova stagione di eventi che, mai come quest’anno, mirano alla promozione del territorio e dell’identità locale.

In Sicilia, invece, ci si prepara ad un’apertura estiva che porterà un’oasi verde nel cuore di Palermo, un nuovo spazio aperto alla città in cui immergersi nella bellezza della natura: al 14 luglio i 6 ettari che circondano Villa Tasca, dimora storica dei Conti Tasca d’Almerita, tra le griffe del vino simbolo della Sicilia, apriranno le porte al pubblico con il progetto “Parco di Villa Tasca” per offrire a tutti un nuovo luogo in cui trascorrere del tempo all’aria aperta. Dopo il lungo periodo di lockdown, l’obiettivo del progetto “Parco di Villa Tasca” è quello di veicolare un messaggio di crescita del benessere collettivo, offrendo a tutti la possibilità di ritrovare il proprio spazio fuori casa, dedicandosi al volontariato attivo o alle attività organizzate all’interno del parco ad un costo molto contenuto. Antichi agrumeti, palme rare, alberi secolari, prati, sentieri e percorsi pedonali, adiacenti a Villa Tasca e al suo celebre giardino romantico. Un parco che sorge in una zona per secoli adibita all’agricoltura, che poi divenne vivaio e che adesso vede nuova luce grazie al progetto voluto da Giuseppe Tasca e Luisa Mainardi, realizzato dalla landscape architect Patrizia Pozzi, con la collaborazione di Stefano Dentice.

Un progetto benefico, in cui il vino e solidarietà si incontrano: il 16 luglio, a Matelica (Macerata), la presentazione di “Solidarietà in vigna”, promosso dalle Cantine Provima a favore dell’associazione “Medici senza Frontiere”, nato dalla realtà vitivinicola marchigiana di offrire un supporto concreto, destinando i proventi della vendita dei vini solidali, all’associazione “Medici senza frontiere” per gli sforzi compiuti durante la gestione dell’emergenza sanitaria determinata dal Coronavirus.

Fermate dal lockdown, riprendono le “Serate” di Recco, il cui tradizionale inizio era previsto il 1 marzo, in una tradizione lunga ben 45 anni: riproposte ora in versione estiva, con menù ovviamente diversi da quelli di febbraio e marzo, menù ricchi dei piatti più amati della tradizione con quei prodotti di mare e di terra che tanto caratterizzano la cucina ligure più semplice, tra la famosa focaccia rocchese e un buon calice di Vermentino ligure, per tanti appuntamenti in tutta l’estate in altrettanti ristoranti del posto, con il via il 20 luglio (al 27 agosto).

Tra le terre dove prende vita il Brunello di Montalcino, torna uno degli appuntamenti più attesi dell’estate, il “Jazz & Wine in Montalcino”, arrivato all’edizione n. 23 rassegna musicale, in scena dal 30 luglio al 2 agosto, voluta da Castello Banfi, azienda simbolo del territorio, e dal Comune di Montalcino, con la storica collaborazione della famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma, diventato negli anni dei festival musicali più interessanti e longevi d’Europa. Si apre il 30 luglio, nella suggestiva cornice del Castello di Poggio alle Mura, con un grande ritorno, quello di Nick the Nightfly. La storica voce di Montecarlo sarà accompagnato dal suo storico quintetto per un concerto che si preannuncia ricco di sonorità e contaminazioni musicali, come solo il jazz sa fare. Si rimane a Poggio alle Mura anche per il secondo concerto, quello del 31 luglio, con l’esibizione del duo Bosso - Mazzariello. Fabrizio Bosso e Julian Olivier Mazariello non hanno bisogno di presentazioni e rappresentano quanto di meglio il panorama jazz nazionale possa oggi offrire. Amici e collaboratori da oltre 18 anni, presenteranno un progetto assolutamente unico ed intimo, con composizioni originali e reinterpretazioni di grandi classici del jazz e non solo. Grande concerto e grandissima location per il terzo appuntamento, quello del 1 agosto, di scena nella suggestiva cornice della millenaria Abbazia di Sant’Antimo, con la performance del trio Girotto, Servillo, Mangalavite, tre artisti a tutto tondo, per una notte che si preannuncia semplicemente magica. Il trio, già in passato al Jazz & Wine, ritorna con un progetto legato all’ultima loro opera discografica, “Parientes”. Chiusura, 2 agosto, con l’artista brasiliana Rosalia de Souza che si esibirà nel cuore di Montalcino, in Piazza del Popolo. Sonorità latine, ma anche reinterpretazione di grandi classici internazionali, per una grandissima voce internazionale, accompagnata dal suo quintetto, che stupirà per sonorità, classe e personalità.

Un’estate di eventi, tra rivisitazioni ed adattamenti alle disposizioni governative in tema di sicurezza e all’insegna del distanziamento, che sono anche fabbrica di nuovi trend, tra cui spicca quello del pic-nic, abbracciato ormai anche da grandi chef e ristoranti gourmet: a Merano, nella cornice dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, tornano, in quattro appuntamenti (il 24 e il 31 luglio e il 7 e il 14 agosto), i picnic sotto le palme e il cielo stellato, nelle tiepide serate estive, per gustare un cestino di piccole prelibatezze sulle sponde del Laghetto delle Ninfee e ascoltando musica swing dal vivo di giovani artisti altoatesini. Trend, messo in atto anche dal Braida Wine Resort, nel Monferrato, che dedica al pic nic tre serate, l’11 e il 19 luglio ed il 30 agosto, con vista vigna: nel cestino, un’offerta gastronomica varia, dal classico alla versione veg, al cestino per bambini e al panino gourmet. Il tutto, ovviamente in abbinamento ai vini Braida.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020