02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
AMBIENTE

Bordeaux, dal 2008 emissioni di CO2 in calo del 30%. L’obiettivo per il 2050 è un taglio del 74%

Civb: dalla produzione alla commercializzazione, un ettolitro di vino emette 146 kg di CO2 equivalente
2050, Bordeaux, CANTINA, CIVB, CO2, EMISSIONI, VIGNETO, vino, Mondo
I vigneti di Bordeaux

Il mercato - aspettando il bilancio di fine anno - certifica il recupero di Bordeaux, che al giro di boa del 2021, come rivelano i dati di Business France, ha esportato 908.572 ettolitri di vino (+25,8% sul 2020 e +7,7% sul 2019) per 1,2 miliardi di euro (+57,9% sul 2020 e +8,1% sul 2019). Ma le buone notizie, in Gironda, non finiscono qui, ed anzi quelle che arrivano dai vigneti sono ancora più importanti, specie in ottica futura, nel segno della sostenibilità. Un mese fa, l’annuncio che Pomerol, la denominazione di cui fanno parte, tra gli altri, Château Pétrus e Château Lefleur, metterà al bando l’uso di qualunque diserbante chimico. Il nuovo disciplinare di Pomerol, infatti, rende obbligatorio il controllo “meccanico o fisico della copertura erbosa dei vigneti”. Allargando il campo, o meglio il vigneto, il Conseil Interprofessionnel du Vin de Bordeaux (Civb), dal forum ambientale n. 12 di scena a Bordeaux, celebra il raggiungimento, anzi il superamento, di un altro obiettivo, ancora più importante ed ambizioso: il taglio delle emissioni di CO2, tra il 2008 ed il 2020, del 30%, a fronte di un obiettivo iniziale del 20%.

Nel 2020 la filiera del vino di Bordeaux - considerando un perimetro ampio, che va dalla produzione alla commercializzazione, compresi imballaggio e trasporto, ma escluso l’enoturismo - ha prodotto 587.000 tonnellate equivalenti di CO2, contro le 840.000 tonnellate del 2008 e le 770.000 tonnellate del 2012. Ci sono però delle sfumature da cogliere e sottolineare, perché, come spiega Laurent Charlier, responsabile della ricerca e dell’innovazione del Civb, “nel 2012 abbiamo commercializzato 5,6 milioni di ettolitri di vino, ma nel 2019 erano meno di 5 milioni di ettolitri. Secondo i calcoli, il calo della produzione spiega la maggior parte del calo dell’impronta carbonica, che è accentuato però anche da una migliore efficienza energetica, oltre che dai cambiamenti apportati nelle pratiche in vigna. Complessivamente, la quantità di gas serra emessa da un ettolitro di vino è aumentata del 6% nel 2020 rispetto al 2012, passando da 138 a 146 kg di CO2 equivalente.

Per soddisfare gli obiettivi climatici di un aumento della temperatura limitato a 2 gradi, i vini di Bordeaux sono chiamati a ridurre del 54% le proprie emissioni entro il 2030 rispetto al 2008, e del 74% in vista del 2050. In questa ottica, le azioni che metterà in campo il Conseil Interprofessionnel du Vin de Bordeaux, già dal 2022, per ridurre le emissioni vanno dal packaging ai trasporti, dalle pratiche vitivinicole all’efficientamento energetico delle strutture produttive, oltre ovviamente alla cattura e della CO2 in vigna e al sequestro della CO2 in cantina e in azienda.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli