02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TRA VINO E CICLISMO

Brindisi ai 100 anni del “Campionissimo” Fausto Coppi: il 1 settembre nella cantina della famiglia

Grandi chef come Enrico Crippa, le letture delle cronache ciclistiche di Buzzati e non solo tra i filari di Vigne Marina Coppi, a Castellania Coppi
100 ANNI, FAUSTO COPPI, VIGNE MARIA COPPI, vino, Italia
Fausto Coppi, il Campionissimo, in cantina, in una foto di proprietà della famiglia

“Il Campionissimo”, “l’Airone”, “l’uomo solo al comando”: il grande Fausto Coppi, il ciclista italiano più vincente di sempre, 5 Giri d’Italia e 3 Tour de France (e primo uomo in assoluto a conquistare le due gare nelle stesso anno, il 1949, impresa bissata nel 1952), quest’anno, avrebbe compiuto 100 anni. Il 15 settembre, per l’esattezza, quando venne alla luce a Castellania Coppi, nei Colli Tortonesi, dove nel 2003 è nata la cantina Vigne Marina Coppi, che porta il nome della primogenita del grande Fausto, e madre di Francesco Bellocchio, che, con la moglie Anna, guida l’azienda, che il 1 settembre, tra botti e filari, celebrerà proprio il centenario della nascita di Coppi. Con tanti momenti, legati al vino, ma anche all’alta cucina, mettendo insieme, nei piatti, l’esperienza di un “campionissimo” dell’alta cucina italiana, Enrico Crippa, tristellato Michelin del Piazza Duomo di Alba, ed uno dei talenti emergenti, Gianpietro Stancari della Trattoria Ai due Platani di Coloreto (Parma). Tra i tanti momenti di un ricordo “che vuole essere festoso e allegro”, spiega a WineNews Anna Bellocchio, ci sarà anche la lettura, da parte dell’attore Valerio Binasco, di passi di Dino Buzzati, scrittore e cronista che rese leggendarie le imprese di Coppi e la sua grande rivalità con Gino Bartali, che parlando di quella mitica tappa Cuneo-Pinerolo resa celebre dalle parole del radiocronista Mario Ferretti (“Un uomo solo al comando, la sua maglia è bianco-celeste, il suo nome è Fausto Coppi”, paragonò Coppi e Bartali agli eroi epici Ettore e Achille, scrivendo, tra l’altro: “non ne vedremo più che due fino a Pinerolo. Il fuggiasco e l’inseguitore, i due massimi eroi, disputantisi a denti stretti il regno. Gli altri rimasero di dietro, sempre più indietro, separati da valloni e precipizi, lottando tra di loro strenuamente, ma ormai erano fuori di questione. Tutto era concentrato là, nel contrasto tra i due solitari e l’ansia teneva i cuori”. Il tutto con le musiche di Roy Paci, musicista siciliano grande appassionato di vini. E, tra un brindisi e l’altro, l’anteprima della moneta celebrativa da 5 euro che sarà emessa dalla Zecca di Stato, in edizione limitata, proprio per i 100 anni del Campionissimo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli