02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FOOD & CHARITY

Da Natale a Capodanno, arriva il “Il catering benefico più grande d’Italia”

180.000 piatti caldi per chi è in difficoltà donati in tutta Italia dal Gruppo EcoEridania, insieme ad Eataly e alla Fondazione Francesca Rava
ASTA CHARITY, CIBO, Eataly, ECOERIDANIA, FONDAZIONE FRANCESCA RAVA, Non Solo Vino
“Il catering benefico più grande d’Italia”, firmato EcoEridania, con Fondazione Francesca Rava e Eataly

180.000 piatti caldi donati in tutta Italia dal 25 dicembre al 1 gennaio 2021 a chi è in difficoltà, e iniziative charity, in parte già messe in campo nel 2020 del Covid, per un totale di 600.000 euro, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava e con il supporto di Eataly, pasti a oltre 60.000 persone in difficoltà, grazie al contributo di tutti i dipendenti, fornitori e amici: ecco “Il catering benefico più grande d’Italia”, iniziativa voluta dal Gruppo EcoEridania, società leader in Italia nello smaltimento di rifiuti sanitari e industriali, che nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, ha festeggiato i suoi 10 anni di attività benefica presentando un nuovo grande progetto solidale.
“Questo è l’inizio di un percorso nuovo: dall’anno prossimo, infatti, nascerà la Fondazione d’Impresa EcoEridania. Compiamo 10 anni ed era arrivato il momento di farlo. Ogni anno i dipendenti del Gruppo EcoEridania, da tutta Italia, decidono di destinare una parte della loro tredicesima per progetti di solidarietà, proprio come stiamo facendo oggi. La perseveranza ci ha consentito di raggiungere risultati incredibili, la tenacia ci ha permesso e ci permette ogni giorno di gestire momenti di emergenza come questo della pandemia, l’amore e la passione per quello che facciamo ogni giorno ci ha fatto diventare una grande azienda, dimostrandolo anche nel sostegno a quelli meno fortunati di noi”, ha detto Andrea Giustini, presidente Gruppo EcoEridania.
Per rendere possibile tutto questo la Fondazione Francesca Rava ed Eataly sono stati partner fondamentali nella gestione e nell’organizzazione della distribuzione dei pasti in tutti Italia. Eataly, in particolare, ha dato un importante contributo in termini logistici e di know-how, creando pasti di vera qualità. “Ringrazio il presidente Andrea Giustini e il Gruppo EcoEridania per averci dato l’opportunità di fare la nostra parte in questa bella iniziativa”, commenta Nicola Farinetti, amministratore delegato Eataly. “Portiamo le nostre ricette semplici, tradizionali e preparate con ingredienti italiani di alta qualità sulle tavole delle mense di tutta Italia, che durante queste feste possiamo raggiungere attraverso il lavoro della Fondazione Francesca Rava”.
La Fondazione Francesca Rava, da anni partner del Gruppo EcoEridania nella realizzazione di progetti di solidarietà in occasione del Natale, ha reso possibile la distribuzione dei pasti su tutto il territorio nazionale. “Quest’anno abbiamo scelto di essere in prima linea insieme per dare sollievo a chi soffre. La Fondazione Francesca Rava sta coordinando una rete di enti che tutto l’anno lavorano per assicurare pasti ai poveri, sempre più numerosi, ai quali, in collaborazione con Eataly, farà arrivare 180.000 portate per i giorni delle feste”, dichiara Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Francesca Rava - Nph Italia Onlus, che aggiunge: “in questo modo l’aiuto del Gruppo EcoEridania e dei suoi dipendenti arriverà contemporaneamente in diverse zone del nostro Paese. Aggiungeremo oltre 60.000 posti alla tavola di questo Natale in cui molte famiglie non potranno rivedersi. Staremo distanti, ma saremo vicini a tante persone che soffrono e che sono sole”.
Grazie a questo progetto il Natale sarà una vera festa per tutti, in 7 Regioni e 12 città, a beneficio di 23 enti: 3 a Genova (Mensa S. Egidio, Mensa S. Matteo, Mensa Suore Figlie di San Giuseppe), 1 a Savona (Caritas), 2 a Bologna (Fondazione San Petronio - Mensa della Fraternità, Antoniano Onlus), 3 a Forlì (Ist. Buonpastore - Caritas Forlì, Ass. S. Francesco Mensa dei Poveri - S. Maria del Fiore, Capanna di Betlemme), 1 a Reggio Emilia (Mensa del Vescovo), 1 a Piacenza (Mensa della Fraternità - Caritas di Piacenza), 2 a Torino (Mensa Frati S. Antonio da Padova, Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione), 1 a Trieste (Mensa al Teresiano), 3 a Milano (Fondazione Progetto Arca, Mensa Concordia - Opera San Francesco, Mensa Velasquez - Opera San Francesco), 4 a Roma (Mensa S. Egidio, Mensa Caravita, Dono di Maria - Mensa dei Poveri, Caritas), 1 a Bari (Caritas Bari-Bitonto), 1 a Gravina in Puglia (Mensa della Carità Parrocchia S. Francesco D’Assisi).
Oltre a questo importante progetto, per il quale sono stati devoluti 355.000 euro, il Gruppo EcoEridania ha raccolto donazioni per un totale complessivo di 600.000, che hanno permesso la realizzazione di altre importanti iniziative.

Le donazioni, nello specifico, sono state devolute a realtà quali Centro “A Casa del Re”, Consorzio Servizi Sociali dell’Olgiatese, Lilt - Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Ail - Associazione Italiana contro la Leucemia, Emporio della Solidarietà Puglia, Unicampus, Associazione TuttiperAtta Onlus, Centro Progetto Spilimbergo, In Farmacia per i bambini, Associazione Gigi Ghirotti, Flying Angels, Orfani del Ponte Morandi, Centro Clinico Nemo per la cura delle persone affette da Sla, Sma e Distrofie Muscolari, Asl 2 Savonese reparto pediatria e Ospedale di Haiti.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli