02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Da Patti Smith per Ceretto alla Camminata tra gli olivi, aspettando barolobrunello: gli eventi

L’appuntamento più curioso? Moviemmece, il Cinefestival della biodiversità del cibo, che trasforma Napoli nella patria della cucina orientale ...

“Words and Music: Patti Smith with Tony Shanahan”, un’occasione unica per incontrare la poetessa del rock accompagnata da Tony Shanahan, tra parole, racconti e musica di una delle maggiori interpreti della musica e arte americana di tutti i tempi (Teatro Sociale Giorgio Busca, 26 ottobre), e “Lynn Davis & Patti Smith. Conspiracy of Word and Image”, inaugurazione in grande stile della mostra alla presenza delle artiste (Coro della Maddalena, 27 ottobre). Ecco i grandi eventi segnalati in agenda da WineNews, preludio di “Conspirancy of word and image” (Coro della Maddalena, 28 ottobre-25 novembre), l’ottava mostra organizzata dalla famiglia Ceretto, che consolida la passione per l’arte contemporanea e il desiderio di una delle più importanti griffe del vino italiano di portare ad Alba i più grandi artisti internazionali con le loro opere. Un evento che fa parte del ricco cartellone di appuntamenti collaterali della storica Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba n. 88 (fino al 25 novembre), la più importante del settore, dove ogni anno si riuniscono gourmand da tutta Italia ma anche dai più disparati angoli del mondo, con il suo programma ricchissimo dedicato al pregiato tartufo bianco, ma anche a tanti altri prodotti del territorio, dai grandi vini al cioccolato.
Tartufo che è il protagonista anche nelle Marche, con l’apertura della Fiera Fiera Nazionale del tartufo Bianco n. 53 di Acqualagna (28 ottobre-11 novembre), ed in Umbria, con la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco n. 39 di Città di Castello (1-4 novembre). Aspettando l’“olio novo”, invece, alla scoperta di piante secolari e di un mondo antico, dove l’eccellenza di un prodotto modella l’identità stessa del paesaggio, torna la “Camminata tra gli olivi” (28 ottobre), promossa dalle Città dell’Olio in 123 Comuni di 18 Regioni per celebrare la qualità e il valore dell’olio extravergine, degli olivicoltori e dei territori. Per andare a spasso tra i filari, invece, il 27 e 28 ottobre c’è il “Rendez-vous sulla Strada del Barolo”, il weekend dedicato agli amanti delle Langhe, con diverse proposte di visita per conoscere cantine e produttori, enoteche, ristoranti e agriturismi, ma anche una Wine Tasting Experience con wine dinner al Ristorante Ca’ del Lupo a Montelupo Albese, e “I vigneti del Barolo: tour dei cru con degustazione”, un tour in minivan attraverso le principali zone di produzione del Barolo, con la guida dell’esperto Davide Pasquero per “toccare con mano” i fattori che determinano il carattere e le infinite sfaccettature che può assumere il “re” dei vini italiani.
A proposito di grandi vini, il 29 ottobre al Westin Palace di Milano è il Giv Day, una degustazione completa dei vini di 12 delle cantine del Gruppo Italiano Vini, con Masterclass dedicate alle etichette top, dalla verticale di Sfursat 5 Stelle di Nino Negri ai grandi bianchi e grandi rossi. Ci si trasferisce nella Capitale, per Life of Wine, evento di Studio Umami all’Hotel Radisson Blu (28 ottobre) dedicato alle vecchie annate, con ai banchi di assaggio oltre 50 grandi produttori da tutta Italia, oltre 150 etichette e più di 100 vecchie annate, con degustazioni guidate da giornalisti vinicoli come Filippo Bartolotta. Ma l’appuntamento è anche a Montalcino, con “barolobrunello”, l’evento dedicato ai due grandi rossi italiani (Teatro degli Astrusi & Palazzo Comunale, 17-18 novembre), con la degustazione per appassionati e professionisti delle etichette di 60 cantine selezionate da WineZone tra i vigneti di Brunello e quelli delle Langhe, ma anche l’abbinamento alla cucina (dal 15 novembre, con Brunello, Barolo, Rosso di Montalcino e Nebbiolo nei ristoranti del territorio, da Osticcio alla Drogheria Franci, da Il Giglio al Boccon di Vino e il Grappolo Blu), aperitivi, una cena di gala e un Bistrot, e persino una “Decompressione” in cui si stapperanno le bollicine prodotte dalle cantine selezionate.
Nell’attesa prosegue la stagione delle Guide del vino italiano. I 447 vini con i Tre Bicchieri della nuova edizione della Guida Vini d’Italia 2019 del Gambero Rosso, saranno protagonisti tutti assieme, come da tradizione, il 27 ottobre all’Auditorium del Massimo di Roma e della grande degustazione allo Sheraton Rome Hotel and Conference Center (evento con il quale prende il via un vero e proprio tour, con tappe a Napoli, Torino e Lecce). Il 29 ottobre, sempre allo Sheraton Rome Hotel, va in scena Tre Forchette 2019, la cena con i migliori Ristoranti d’Italia 2019 in occasione della presentazione della Guida del Gambero, con ai fornelli otto grandi chef, accompagnati dai vini Tre Bicchieri. Domani a Genova, allo StarHotel President, nei calici di un banco d’assaggio aperto al pubblico ci saranno invece i vini delle cantine selezionate e recensite sul volume Cantine d’Italia 2019 di Go Wine. Luca Maroni porta invece I Migliori Vini Italiani eccezionalmente ad Amburgo, protagonisti all’Hauptzollanmt-zollhale & Galerie, di un Wine tasting dedicato a tutte le sfumature sensoriali del vino (26-27 ottobre).
“Un Mercoledì da Vignaioli”, è il progetto nato per raccontare ad appassionati, ristoratori e sommelier la realtà dei Vignaioli Indipendenti Fivi-Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti alla loro presenza e alla presenza dei loro vini, e per presentare la prossima edizione del Mercato dei Vini di Piacenza (24-25 novembre), nelle enoteche, ristoranti e trattori Punti di Affezione Fivi in tutta Italia. È un ricco calendario di appuntamenti dedicati alla cultura del vino a 360° alla portata di tutti, invece, quello di Signorvino, l’eno-catena del Gruppo Calzedonia, nei diversi store in tutta Italia, da Firenze a Torino, da Bologna a Merano, animati nel solito momento con la stessa lezione, un breve focus su una tematica specifica: dalle Degustazioni alla Cieca del martedì agli incontri come quelli dedicati a Lambrusco & Lambrusco (29 ottobre), Langhe Style (5 novembre) e Valpolicella Voyage (12 novembre), da I Love Tuscany (19 novembre) ai Vini dell’Etna (26 novembre), fino a Nerello Mascalese Vs Pinot Nero (3 dicembre). E se a Milano Duomo domani sarà possibile degustare i migliori vini di Speri, il 6 dicembre saranno invece i Ferrari Perlè i protagonisti dell’incontro. A Verona, sempre domani è possibile partecipare alla verticale di Barthenau di Hofstätter, mentre a Firenze, per esempio gli incontri-degustazione sono dedicati a cantine come Tenuta Benedetta (7 novembre), fino ad un’imperdibile verticale al buio del Brunello di Montalcino di Biondi Santi (21 novembre) e all’incontro dedicato a Marchesi Antinori (5 dicembre). E fino al 28 ottobre, nelle enoteche Vinarius, l’Associazione delle Enoteche Italiane di tutta Italia, è possibile degustare una selezione di vini dei Colli Euganei.
Ma la curiosità in agenda è un evento food che tra curry, hummus e dorayaki, dal Mediterraneo al Sol Levante, trasforma Napoli nella patria della gastronomia asiatica e della cucina orientale e dei loro segreti: Moviemmece, il Cinefestival sulla biodiversità che fa incontrare il cibo con arte, cinema e fotografia (fino al 27 ottobre, promosso da Associazione Fuori dal Seminato, Associazione Gioco Immagine e Parole e Cooperativa Sociale Mandacarù con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Siae), con i laboratori di cucina di chef come il palestinese Omar Suleiman o la cingalese Nelka, e incontri con personaggi come Massimiliano Neri, il primo imprenditore ad aprire un sushi restaurant a Napoli, mentre la fotografa Beatrice De Blasi della cooperativa Mandacarù racconta la storia di tutti gli ingredienti usati dai cuochi durante le preparazioni. E c’è anche il concorso Moviemmece, dedicato ai talenti emergenti, giovani artisti italiani con meno di 35 anni autori di cortometraggi sul cibo, inteso come un veicolo di conoscenza e scambio interculturale, strumento di salvaguardia e valorizzazione di territori e culture.

Focus - Tutti gli eventi dal Nord al Sud del Belpaese segnalati da WineNews
Dal Trentino Alto Adige al Friuli
In Alto Adige, Taste The Mountain è un percorso itinerante con partenza da Bolzano alla scoperta del territorio e della sua cucina di montagna, tra incontri, visite e laboratori con protagonisti i prodotti tipici e la loro storia e chef stellati italiani ed esteri e non solo, da Norbert Niederkofler ad Andreas Caminada, da Justin Cournoyer a Miguel Pedro Schiaffino, da Alfio Ghezzi a Thorsten Probost (da domani al 27 ottobre). E fino al 25 novembre, Naturno celebra “Le Giornate del Riesling”, con un programma molto ricco che culminerà con la premiazione del miglior Riesling. Fino al 27 ottobre Palazzo Roccabruna a Trento, sede dell’Enoteca Provinciale del Trentino, rende omaggio con degustazioni guidate e laboratori Onav a “I bordolesi del Trentino: dai ruggenti anni Sessanta ad oggi”, ed alle figure di due pionieri della moderna enologia, Riccardo Zanetti, dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige e Leonello Letrari, all’epoca enologo della cantina Bossi Fedrigotti, che intuirono le potenzialità offerte dal Cabernet e dal Merlot nella Regione, dando vita al Castel San Michele dell’Istituto agrario e al Fojaneghe di Bossi Fedrigotti.
In Friuli, contribuire a una sempre più corretta “cultura del caffè”, svelare i segreti della celebre bevanda e promuovere il consumo consapevole di caffè di qualità attraverso una serie di iniziative legate alla storia, alle caratteristiche e alle modalità di preparazione, è la missione di Trieste Coffee Festival, evento dedicato al grande pubblico che anima vari luoghi di Trieste fino al 28 ottobre.

Da Milano al Veneto
Golosaria, torna a Milano, dal 27 al 29 ottobre al MiCo di Fieramilanocity, con 200 produttori, 100 cantine e più di 80 eventi dedicati al gusto italiano.
In Veneto, Meteri fa scuola di vini naturali: la nuova divisione dell’azienda dedicata alla formazione presenta il primo corso per professionisti della ristorazione, partito il 15 ottobre all’auditorio di via Banchina dell’Azoto a Marghera, fino al 5 novembre, incentrato sui vini di terroir, raccontati da tre docenti d’eccezione, Matteo Bressan, sommelier del ristorante La Peca (Lonigo), Andrea Lorenzon, patron del Ristorante Covino (Venezia), e Paolo Vizzari, critico e narratore enogastronomico. Intanto i partecipanti alla Tiramisù World Cup si stanno già allenando per preparare il “tiramisù più buono del mondo” nelle terre del Prosecco, fra Conegliano, Pieve di Soligo, Valdobbiadene e Treviso, dall’1 al 4 novembre.

Dall’Emilia Romagna fino in Toscana
La Romagna dei vini a bacca bianca si presenta a The White Wine Experience al Mercato Coperto a Cesena (28-29 ottobre) con le etichette che rappresentano il meglio della produzione del Club dei Bianchi In Romagna, sodalizio composto da 15 cantine eccellenti, in rappresentanza dei vari territori romagnoli, dall’Albana al Trebbiano, dal Pagadebit al Pinot Bianco.
In Toscana, a Radda in Chianti, si celebrano “Vin Santi e Vini Santi” del Chianti Classico e d’Italia il 26 ottobre alla Casa Chianti Classico, con la presentazione del volume “Il grande libro dei vini dolci d’Italia” di Massimo Zanichelli, il seminario degustazione “Dal Chianti Classico al resto d’Italia: il mondo del Vin Santo”, e un grande banco d’assaggio. A Gaiole in Chianti, il 27 ottobre, nella prestigiosa ambientazione delle ex Cantine, è di scena invece la prima edizione di “Degustazione Terre di Gaiole”, promossa dall’associazione Viticoltori di Gaiole, in collaborazione con il Comune e con il sostegno del Consorzio Vino Chianti Classico: un viaggio tra i vini di Gaiole in Chianti con la degustazione, per la prima volta in assoluto, di 100 etichette prodotte da 25 aziende vitivinicole del territorio e un seminario dal titolo “L’annata 2016. Viaggi tra i vini di Gaiole”, condotto da Roberto Bellini, vice presidente Ais-Associazione Italiana Sommelier, e con Francesco Ricasoli, dell’azienda Ricasoli, Massimiliano Biagi, direttore tecnico dell’azienda Ricasoli, e gli enologi Maurizio Castelli e Federico Staderini. Sempre nel segno del Gallo Nero, e sempre il 27 ottobre, nuove Dame e Legati dell’antichissima Lega del Chianti riceveranno l’investitura nel Battistero di San Giovanni Battista a Firenze da parte del Capitano Generale, Barone Giovanni Ricasoli-Firidolfi, secondo l’antico rito che contraddistingue questa storica istituzione fondata nel Trecento, che si propone di proteggere e valorizzare la “Terra del Chianti” dove nasce il Chianti Classico. Alla Stazione Leopolda sempre a Firenze torna invece vinoè, kermesse enologica della Fisar-Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori (27-29 ottobre), con degustazioni di più di 800 etichette di piccole e grandi cantine di tutta Italia presenti ai 140 banchi d’assaggio, laboratori didattici, masterclass (dai vini di Borgogna allo Champagne, alla verticale di Brunello di Montalcino per i 40 anni della griffe Castello Banfi), incontri, tavole rotonde, cooking show, l’elezione del Miglior Sommelier dell’Anno ed il nuovo “Premio vinoè” alle migliori bottiglie protagoniste tra bianchi, spumanti, rosè e rossi.

Da Roma all’Abruzzo
La Società Geografica Italiana a Palazzetto Maffei, domani, ospita l’evento “Paesaggi del vino. Valori, esperienze, rischi, opportunità” con degustazioni di vini di aziende rappresentative per i rapporti vino&paesaggio, il “Decalogo del connubio virtuoso tra vino e paesaggio” e la tavola rotonda “Conservazione e valorizzazione integrate di vini, terroir, e paesaggi associati; quali strumenti?”. Allo Sheraton Hotel dell’Eur Fisar Roma e Castelli Romani ospitano “Montalcino “prima” del Brunello”, seminario-degustazione e mostra fotografica con il produttore Stefano Cinelli Colombini di Fattoria dei Barbi. Allo spazio d’arte “Polmone Pulsante”, torna invece il progetto “Erotic Lunch” (18 novembre e 16 dicembre), che avvolge gli spettatori a tavola con l’erotismo e le performance artistiche lungo le suggestive gallerie sotterranee della curiosa location.
In Abruzzo, il 27 ottobre, in Piazza Gianni Masciarelli, a San Martino sulla Marrucina, è di scena la cerimonia di consegna del Premio “Gianni Masciarelli Oltre … La vite” edizione 2018 allo chef Niko Romito, in ricordo di Gianni Masciarelli, su iniziativa del Comune di San Martino Sulla Marrucina, luogo di nascita e centro propulsore della sua attività di valorizzazione della viticoltura abruzzese: “Oltre … La vite” si ispira infatti ai valori di autenticità, qualità senza compromessi e determinazione che hanno guidato la vita e l’attività di questo grande signore del vino italiano, oggi portati avanti da Marina Cvetic e Miriam Lee Masciarelli. E sempre il 28 ottobre torna il Cammino dei Vignandanti, il trekking eno-culturale da Ortona passando per le splendide colline della Val di Foro con un suggestivo percorso tra Miglianico e Bucchianico, territorio storicamente vocato alla coltivazione della vite con alcuni dei più suggestivi panorami enoici di tutta la Regione, con soste in cantina, dalla Cantina di Ortona alla Cantina Tollo, con il Movimento Turismo del Vino Abruzzo.

Da Napoli alla Sicilia
A Napoli è di scena “Cibo a Regola d’Arte”, evento dedicato al cibo democratico promosso dal Corriere della Sera con la direzione artistica di Angela Frenda, il 27 e 28 ottobre nell’esclusiva cornice di Museo Pignatelli, con ospiti come gli chef Alessandro Borghese e Davide Oldani, Caterina Ceraudo, Iginio Massari e Gennaro Esposito, Niko Romito ed Ernst Knam, Pino Cuttaia e Giancarlo Morelli, tra corsi, incontri, degustazioni e wine experience.
In Sicilia torna Taormina Gourmet (Taormina, 26-29 ottobre), l’evento di Cronache di Gusto con cooking show di chef stellati e pizzaioli, verticali - dal Barolo di Borgogno al Soave di Gini, dall’Oreno di Tenuta Setteponti al Lalùci di Baglio del Cristo di Campobello, dagli Champagne Bruno Paillard al Guado al Tasso di Antinori - e masterclass di grandi vini - dai Cru della Costa Toscana ad etichette di produttori come la marchigiana Angela Velonsi, a quelle condotte da studiosi come il professor Attilio Scienza, e sommelier come Luca Gardini - e birre, conferenze con personalità come Angelo Gaja (su “Il futuro del vino”), Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, Oscar Farinetti (su “Il cibo e il vino, il nostro petrolio”), Riccardo Cotarella (in “Piemonte, Umbria e Campania: un Giro d’Italia”), Luigi “Schigi” D’Amelio e Teo Musso.

Domani è il World Pasta Day, a Dubai. E con TheFork Festival anche nei ristoranti dei top chef si spende la metà
Domani è il World Pasta Day, la Giornata Mondiale della Pasta che quest’anno si celebra a Dubai con la regia dell’International Pasta Organisation (Ipo), e dove il consumo di pasta è cresciuto del 33% negli ultimi 5 anni, un’occasione per presentarla come il cibo perfetto per tutte le culture, vero e proprio alimento del futuro, che unisce al gusto e convivialità anche un approccio al cibo nel segno del benessere e della sostenibilità. TheFork ha lanciato invece l’edizione n. 7 di TheFork Festival, fino al 30 novembre, con oltre 1.300 ristoranti in tutta Italia, da Torino a Milano, da Bologna a Firenze, da Roma a Napoli, che propongono sconti del 50% alla cassa, tra cui anche 20 top chef che per l’occasione hanno realizzato menù degustazioni ad hoc, dal Caffè dell’Oro e The Fusion Bar & Restaurant dello chef Peter Brunel a Firenze a Sadler e Chic’n Quick di Claudio Sadler a Milano, dal Granet Restaurant & Terraces dell’Hotel Savoy dello chef Gianluca al Giuda Ballerino dello chef Andrea Fusco, entrambi a Roma, per citarne solo alcuni.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018