02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Degustazioni d’estate: da VinoVip al Forte in Capannina a Rosexpo nel Castello di Lecce

Una storica discoteca, castelli e cantine, luoghi affascinanti, ma anche insoliti e curiosi d’Italia, aprono le porte agli eno-appassionati & gourmet
ASTI, CIVILTÀ DEL BERE, DEGUSTAZIONI, ROSATI, Italia
Rosèxpo, il Salone dei vini rosati al Castello di Lecce (23-24 giugno). Ph Coricciati

VinoVip si trasferisce dalle montagne delle Dolomiti al mare: il 18 giugno arriva VinoVip al Forte, la prima edizione “estiva” dell’evento della storica rivista “Civiltà del Bere” che, negli anni dispari, riunisce, a Cortina d’Ampezzo, il meglio della produzione enoica italiana in un unico esclusivo evento. Così a Forte dei Marmi, tra le località top dell’estate toscana, protagoniste per un giorno saranno le più celebri griffe del vino italiano riunite nel Grand Tasting alla mitologica Capannina di Franceschi, dopo il convegno di apertura “Wine & Money” nell’ottocentesca Fondazione Villa Bertelli e con la novità delle challange, le nuove sfide italiane che si affacciano sul vasto mondo del vino del Belpaese. La madrina d’eccezione? La grande attrice Stefania Sandrelli. Tra i luoghi più insoliti e curiosi che fanno da sfondo alle degustazioni d’estate, ecco uno degli eventi imperdibili segnalati in agenda da WineNews. Le griffe protagoniste? Saranno ben 53, da Antinori alla Tenuta San Guido, da Guido Berlucchi a Bertani Domains, da Bisol a Bortolomiol, dalla Famiglia Cotarella a Dievole - Tenuta Meraviglia, dalle Cantine Due Palme alle Cantine Ferrari, da Feudi di San Gregorio a La Vis, passando per Librandi e Marchesi di Barolo, Masciarelli e Masi Agricola, Mezzacorona e Pasqua, Petra e Pio Cesare, da Planeta a Rocca delle Macìe, dal Gruppo Santa Margherita a Cantine Settesoli, da Tasca d’Almerita a Tommasi Family Estates, Umani Ronchi, Velenosi e Zenato, per citarne solo alcune, dalla A alla Z.
Un’agenda nella quale anche i luoghi storici ed affascinanti dell’Italia aprono le porte agli eno-appassionati & gourmet. Come il Castello Carlo V di Lecce, che, il 23 e il 24 giugno, fa da sfondo a Rosèxpo, il Salone internazionale dei vini rosati, in cui si riuniranno i Consorzi di Bardolino, Valtènesi, Vini d’Abruzzo, Castel del Monte e Salice Salentino, che hanno scelto di stringere un Patto di Intesa per promuovere insieme una tipologia in consolidata ascesa: quella dei vini rosè, rosati e chiaretti da vitigno autoctono a Denominazione di origine (pari a 20 milioni di bottiglie, con l’Italia quarto Paese produttore al mondo, in una chart guidata dai francesi, secondo l’Oiv-Organizzazione internazionale della Vigna del Vino), amata soprattutto dai giovani e soprattutto oltreconfine, con un vero e proprio boom sui mercati, dalla Francia (che è anche primo consumatore al mondo con 8,2 milioni di ettolitri, il 30% del totale dei consumi di vino oltralpe; fonte: France Agrimere) agli Usa, dalla Germania all’Uk, dal Canada al Sudafrica, e che, seppur destagionalizzata, vive in estate il picco massimo dei consumi. Al centro ci sarà proprio l’export e ciò che accade oltreoceano, l’appeal del brand, ma anche la strategia italiana ed il bisogno di attivare politiche nazionali di promozione comune - paradossalmente, in Italia solo 6 bottiglie su 100 consumate sono di rosato, ndr - tra seminari e master class con Slow Wine e Ais-Associazione Italiana Sommelier (dallo Champagne ai rosati delle Dolomiti, dal Lambrusco ai vini di Provenza, passando per il Trentodoc), con Jean Marc Ducasse, ideatore del Pink Rosè Festival in arrivo da Cannes per portare l’esperienza di un progetto che è ormai emblema di un mercato riuscito, e con madrina d’eccezione Stevie Kim, direttore dell’Academy Vinitaly International. “Guardiamo all’estero, osserviamo le case history riuscite, non possiamo non ispirarci al successo che lega l’idea di rosè a un luogo cult come Saint Tropez, guardiamo alla Francia che con i rosati ha creato uno stile di vita e da lì vogliamo partire per innescare un nuovo meccanismo di promozione del rosato come brand italiano del piacere e del gusto”, spiega Ilaria Donateo, presidente di deGusto Salento, l’associazione dei produttori di Negroamaro che promuove la kermesse.
Un viaggio multisensoriale, tra il sogno e la realtà, legato al gusto, capace di unire le eccellenze dei piatti firmati dagli chef stellati allo stile, all’innovazione e agli show interattivi in percorsi esclusivi, unici ed irripetibili, nella cornice di Casina Valadier, edificio simbolo dell’architettura ottocentesca di Roma, a Villa Borghese: sono le “Immersive Show Dinner”, cene capaci di stimolare tutti i cinque sensi, tra visual art, musica, sapori, profumi, consistenze ed interattività, nel progetto firmato da Pier Paolo Rosselli, che nei weekend di giugno porterà ai fornelli lo chef Massimo Viglietti, stella Michelin all’Enoteca Achilli al Parlamento, e ogni settimana al suo fianco uno chef guest, e nel calice i vini delle Tenute Allegrini Estates. Tra gli eventi curiosi, fino al 17 giugno a Torino, c’è il “Play with Food - La scena del cibo”, primo Festival di arti visive e performative dedicate al cibo con spettacoli, performance, cene segrete e appuntamenti conviviali, realizzato da Collettivo Canvas e Fondazione Piemonte dal Vivo, al Teatro Vittoria a Palazzo Birago, al Polo del ’900 ed al Caffè Moderno, il caffè del Tomato, allo Spazio Ferramenta-Ristorante Sibiriaki, al Circolo dei lettori, al Cinema Classico e in un luogo segreto, per citare alcune delle location, dove gli artisti e le compagnie del panorama teatrale italiano contemporaneo dialogano con le eccellenze enogastronomiche del territorio rappresentate da una selezione dei Maestri del Gusto di Torino e del Piemonte. Un esempio? Il 16 giugno al Circolo dei lettori I Sacchi di Sabbia presentano “Sandokan”, spettacolo che racconta le avventure dell’eroe di Salgari tra carote-soldatini, sedani-foresta, cucchiai-spade e grattugie-cannoni. Stesso giorno c’è il “Kitchen Kabarett” di Collettivo Canvas, storico varietà-aperitivo dei Cuochivolanti, che omaggia ironicamente il mondo della cucina ricreando le atmosfere d’altri tempi dell’avanspettacolo. Il 17 giugno, invece, il Cinema Classico ospita la Cinecolazione, una colazione al cinema, seguita dalla proiezione di cortometraggi dedicati al cibo.
Infine, un evento solidale: le bollicine dell’Asti incontrano i piatti tipici dei ristoranti italiani segnalati da “Slow Food Planet”, ed il risultato è un programma di solidarietà per il territorio di Amatrice, sotto il claim “L’Asti d’estate”, con cui da domani al 30 settembre, per ogni piatto (e quindi ogni calice) degli “Osti del Moscato d’Asti e Asti Docg” verrà devoluto un euro al progetto Laudato si’, finalizzato alla costituzione del centro studi internazionale “Casa Futuro-Centro Studi Laudato si’”, dedicato alle tematiche ambientali e alle loro ricadute sociali.

Focus - Tutti gli eventi dal Nord al Sud del Belpaese segnalati da WineNews
In Trentino Alto Adige
Scorrendo l’agenda dal Nord al Sud del Belpaese, in Alto Adige, i Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano, altrimenti noti come “Giardini di Sissi” ed uno dei giardini botanici più belli e curati del mondo, fanno da sfondo, ogni domenica fino alla prima domenica di luglio, della “Colazione da Sissi”, un brunch che si gusta sulla Terrazza di Sissi che affaccia sui Giardini, con ascolto di musica classica suonata dal vivo. Le #trentinowinefest, calendario di eventi dedicati ai vini più rappresentativi del Trentino, proseguono invece a Palazzo Roccabruna-Enoteca Provinciale del Trentino a Trento con la mostra “Menu delle montagne”, a cura di Aldo Audisio e del Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi”, uno spaccato di storia di costume, un viaggio sulle tavole degli alberghi e dei ristoranti di molti Paesi del mondo, in diverse epoche e per diversi livelli sociali, dagli anni Sessanta dell’Ottocento a oggi, dove le montagne sono protagoniste con immagini e avvenimenti (fino al 19 giugno).

Dal Veneto al Friuli Venezia Giulia, passando per la Liguria
In Veneto, domani i festeggiamenti dei 150 anni dell’attività d’Impresa della Carpenè Malvolti, la cantina che ha dato i natali al Prosecco, proseguono con l’emissione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, del francobollo celebrativo, nella serie tematica “Le Eccellenze del sistema produttivo ed economico”, con l’annullo speciale realizzato da Filatelia di Poste Italiane. Il 22 giugno l’affascinante Villa veneta Rizzardi ed il Giardino di Pojega sono lo sfondo di una verticale di 10 annate di Amarone Villa Rizzardi, a 10 anni dal restauro dello storico edificio a Negrar, nel cuore della Valpolicella.
In Friuli il meglio della produzione enologica a bacca bianca delle 8 Doc storiche della Regione (Annia, Aquileia, Carso, Colli Orientali e Ramandolo, Collio, Grave, Isonzo e Latisana) e della neonata Doc “Friuli”, per la prima volta, si presenta al suo pubblico con “Doc Friuli&Friends”, evento organizzato dal Consorzio delle Doc di scena domani nella cornice di Villa Manin a Passariano (Udine). Fino al 17 giugno c’è anche “Mare e Vitovska” a Trieste, in più location, l’evento dedicato al vitigno autoctono più celebre del Carso, organizzato dall’Associazione dei Viticoltori del Carso-Kras, tra assaggi, degustazioni guidate, convegni, piatti di gastronomia locale e tanto altro.
Le eccellenze enogastronomiche della Liguria raccontate al pubblico nei ristoranti Liguria Gourmet, è invece la mission invece dell’Enoteca Regionale della Liguria e dei Consorzi di Tutela dell’Olio Extravergine Riviera Ligure Dop e del Basilico Genovese Dop, insieme per “Assaggia la Liguria”, fino al 19 giugno.

A Milano & Bergamo
Dalla Sicilia a Milano, Donnafugata ripercorre la sua storia, quella della famiglia Rallo e del vino siciliano, nella mostra multisensoriale “Inseguendo Donnafugata”, a Villa Necchi Campiglio (fino al 22 luglio), con le opere dell’illustratore Stefano Vitale che hanno dato vita alle sue etichette, e celebrando il legame con il Fai, con la raffigurazione del Giardino Pantesco Donnafugata donato al Fondo Ambiente Italiano, il tutto accompagnato dalle note delle raccolte Music & Wine della griffe e dalla degustazione dei suoi vini. Restando in città, il 21 giugno Spazio Niko Romito ospita una verticale dei Lugana di Montonale, piccola azienda che sta cambiando la percezione del Lugana in Italia e non solo, con le annate correnti e alcune chicche dall’archivio storico dei Lugana Montunal e Orestilla, con l’enologo Roberto Girelli con i fratelli Claudio e Valentino, accompagnati dai piatti della Scuola di Niko Romito. Stesso giorno sempre da Milano, dal Bobino Club, parte il tour “E state con Leonia”, il metodo Classico firmato Frescobaldi, che toccherà 10 località italiane per eventi glamour all’insegna dell’eleganza e dello stile: 22 giugno al Cala Felice Beach Club a Scarlino (Grosseto), il 26 giugno all’Essaouira Beach ad Alassio, il 6 luglio al Beach Club Singita di Fregene, l’11 luglio al Saretina 152 a Cervia, il 13 luglio al Darsena Sunset di Rimini, il 19 luglio al Me Beach a Marina di Ravenna, il 21 luglio al Marina Club sempre a Scarlino, il 27 luglio al Mo.Wa ancora a Marina di Ravenna, fino al 28 luglio da Mr. Charlie a Lignano Sabbiadoro.
A Bergamo, prosegue invece il Food Film Fest. Cinema & Cibo Film Festival, al Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni, fino al 17 giugno, edizione n. 5 del Concorso cinematografico internazionale. Una grande cena esclusiva con le più importanti eccellenze del Garda nella notte del Solstizio d’Estate, il 21 giugno, è invece “Stelle del Gusto”, la festa di benvenuto alla stagione 2018 organizzata dalla Strada dei Vini e Sapori del Garda, al Giardino Bagoda, oasi di pace e bellezza alle porte di Desenzano, con lo chef Carlo Bresciani, presidente vicario della Federazione Italiana Cuochi e i vini del territorio.

A Torino e in Piemonte
Fino al 16 giugno, a Torino e in tutto il Piemonte, proseguono gli eventi del Bocuse d’Or Europe Off 2018, il realizzato per la prima volta nella storia del Concorso di Alta Cucina Bocuse d’Or Europe, ospitato per la prima volta in Italia nei giorni scorsi proprio a Torino. L’arte della tavola nella storia è al centro della mostra “La cucina di buon gusto”, a cura dei Musei Reali, alla Biblioteca Reale di Torino, tra disegni, manoscritti, incunaboli, cinquecentine, opere rare a stampa (fino all’ 8 settembre), mentre la storia contemporanea della cucina è illustrata nella mostra “Regine e Re di Cuochi” all’ex Borsa Valori, con le storie di 30 grandi cuochi ambasciatori della cucina italiana (fino al 24 giugno). Al Miaao-Museo Internazionale di Arti Applicate Oggi, c’è “Doppio Senso”, un’esperienza a tema eno-culinario che riguarda i sensi della vista e dell’olfatto con opere d’arte e design (17 giugno). E sarà la Reggia di Venaria ad ospitare l’evento di chiusura con “Brindisi a Corte”, la visita teatrale negli ambienti aulici della Reggia alla scoperta della vita domestica dei Savoia seguita da un inedito “Déjeuner sur l’herbe“ con vini e prodotti made in Piemonte nel Parco (16 giugno). I vini? Tornando in città invece l’Associazione San Salvario Hub organizza un’edizione speciale dell’Enoteca diffusa in Piazza Vittorio Veneto, Quadrilatero e San Salvario, ed il 16 giugno è in cartellone “In Natural Wine We Trust”, evento dedicato ai vini naturali al Circolo della Stampa.
Sempre a Torino, da domani al 17 giugno nei Giardini Reali Superiori e in Piazza Castello arriva il maximercato a km 0 del Villaggio Contadino della Coldiretti #stocoicontadini, con la Giornata nazionale della bistecca #bisteccaday, domani. E torna “Nebbiolo Noblesse”, l’appuntamento dedicato alle nobili bollicine del Piemonte, il 18 giugno al Palazzotto a Torino e il 25 giugno al Palazzo Banca d’Alba ad Alba, con 21 produttori di Piemonte e Valle d’Aosta e solo spumanti Metodo Classico prodotti al 100% Nebbiolo, in assaggio prima per gli addetti ai lavori e poi per i wine lovers. Il 20 giugno invece all’Nh Hotel Collection Piazza Carlina sono di scena “Le bollicine italiane & il Moscato Wine Festival” ai banchi d’assaggio con Go Wine e cantine come Banfi e Cantina Produttori di Bolzano, Cantine Monfort e Col d’Orcia, Kettmeir e Di Majo Norante, Donnafugata e Florio, Maculan, Prunotto e Zaccagnini, per citarne alcune.
Tra gli eventi nel territorio, “Superheroes in Vigna & Recyc-Light”, di Paolo Baldassarre, è la nuova mostra alle Cantine Chiarlo di Calamandrana, con i soggetti, da Hulk a Wonderwoman, da Batman e Flash Gordon, tutti realizzati con micro ritagli di etichette di Barolo, Arneis, Moscato, Albarossa che vanno a vestire le bottiglie prodotte in azienda, e che rientra nel percorso espositivo “Arte in cantina-I magnifici 9 artisti del Parco Orme su La Court” con la direzione artistica di Gian Carlo Ferraris. Da domani al 17 giugno Canelli, capitale dello spumante, fa da sfondo invece a CanelliVinCanta, dove bollicine, cibo, cultura, musica e artigianato si incontreranno per coinvolgere il pubblico tra degustazioni e concerti con guest star Noemi e Orietta Berti. Sempre da domani al Castello di Serralunga d’Alba c’è “Prosit! Il Barolo. I castelli. I cru.”, una visita al maniero che ha segnato la storia di Langa con brindisi dedicati al Barolo, in 4 eventi di racconti e degustazioni (La Bioca domani, Azelia il 20 luglio, Rivetto il 17 agosto e Bruna Grimaldi il 21 settembre). Intanto, la nuova associazione di produttori Albarossa Club, sta celebrando gli 80 anni dalla nascita dell’Albarossa Doc, con “Albarossa in tavola”: fino al 30 giugno nei ristoranti di Langhe e Monferrato si brinderà con il rosso nobile nato nel 1938, in via sperimentale, unendo Barbera e Nebbiolo di Dronero.

In Emilia Romagna
Largo Aldo Moro a Pesaro, fino al 17 giugno ospita il Festival della Cucina Italiana ribattezzato Rossini Food Festival, un omaggio al grande compositore a 150 anni dalla scomparsa e un viaggio con i sapori delle diverse Regioni d’Italia del cibo e del vino unite dallo speciale fil rouge dei sapori rossiniani, dalle lasagne per Rossini delle Mariette artusiane agli arancini e cannoli siciliani in versione rossiniana. Ma Rossini era anche un esigente cultore in fatto di vino, per questo al Festival itinerante coordinato da La Madia Travelfood e tra le Cose Belle d’Italia c’è anche un excursus enologico in tutta Italia. E, come sempre, ci sono gli chef dell’Accademia Nazionale Italcuochi, coordinati da Gianfranco Vissani, ed il Premio Nazionale Galvanina 2018. E si celebra anche l’Albana, regina di Romagna, con il Consorzio Vini di Romagna e i diversi Comuni coinvolti in questo processo di valorizzazione e promozione del vino simbolo di questa terra, insieme al Sangiovese, che la raccontano ai wine lovers ai banchi di assaggio a Bertinoro il 16 giugno, assegnando il premio “Albana Dèi” ai migliori Romagna Albana Docg. Torna anche Zola Jazz&Wine, l’ormai tradizionale rassegna che da quasi 20 anni coniuga il buon vino, il territorio e il grande jazz, quest’anno tra i filari delle cantine del territorio del Pignoletto, dal 16 giugno al 7 luglio. Unione Italiana Vini dà appuntamento invece ad Enovitis in Campo 2018, storica rassegna di prove nel vigneto organizzata con Veronafiere, in collaborazione con Fieragricola, il 21 e il 22 giugno a Fabbrico nei vigneti della Società Agricola Il Naviglio (Reggio Emilia). Il 27 giugno al Golf Club Bologna arriva infine l’edizione n. 6 del Circuito Ristogolf 2018 by KitchenAid & Estra, l’evento itinerante che unisce l’eccellenza del golf al mondo dell’alta ristorazione, ideato dall’Associazione Ristoratori Albergatori & Co. Golfisti, fondata dagli chef stellati Enrico Cerea, Giancarlo Morelli, Davide Scabin, Norbert Niederkofler e guidata dal direttore Dario Colloi, con protagonisti degli showcooking nei più presitgiosi campi da golf del Belpaese (il 18 luglio al Golf Club Asiago, il 5 settembre al Golf Club Villa d’Este, fino all’evento finale del 5-6-7 ottobre a Il Picciolo Etna Golf Resort & Spa), gli chef dell’associazione insieme a Claudio Sadler, presidente dell’Associazione Le Soste, Enrico Bartolini e Davide Oldani.

Dalla Toscana all’Abruzzo, fino in Campania
In Toscana, in Maremma, prosegue la nuova edizione di Amiata Piano Festival, la rassegna dedicata alla grande musica al Forum della Fondazione Bertarelli tra i vigneti della Doc Montecucco sulle note Rossini, Bernstein, Debussy e Castelnuovo-Tedesco, con un programma di concerti fino a Natale. E da domani al 17 giugno, è di scena “Il cibo della Ceramica”, con le antiche ricette toscane, dal peposo alla ribollita, e nuove invenzioni gastronomiche legate alla lavorazione della ceramica, da assaporare a Cèramica a Montelupo Fiorentino (Firenze). Fino al 25 luglio è ripartito anche il ciclo di incontri de “I Mercoledì del Nobile” promosso dal Consorzio del Vino Nobile in collaborazione con la Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese, nella suggestiva Enoliteca del Consorzio nella Fortezza di Montepulciano, dove gli appassionati di vino possono scoprire storia, filosofia produttiva e caratteristiche dei vini di Montepulciano in abbinamento ad alcuni dei migliori prodotti gastronomici locali presentati a loro volta dalle aziende o dai ristoranti del territorio.
In Abruzzo, invece, al Castello di Semivicoli, antica dimora baronale del Seicento trasformata in un elegante resort di proprietà della griffe Masciarelli, il 16 giugno si può cenare nel vigneto di Trebbiano all’insegna della riscoperta enogastronomica abruzzese.
In Campania, il 19 giugno torna “Pasta in Spiaggia”, la grande festa dell’estate organizzata dai Consorzi Pasta di Gragnano Igp e AmoNerano che trasforma le rive di Marina del Cantone (Massa Lubrense) in una grande cucina a cielo aperto, in cui la pasta di Gragnano è interpretata da 14 grandi chef del territorio attraverso 14 piatti differenti.

Dalla Puglia alla Sardegna
In Puglia, il Molo Sant’Eligio di Taranto fa da sfondo al Due Mari WineFest, l’evento organizzato da Salotto Professionale Eventi e Se dico Taranto, dedicato all’enogastronomia del territorio, domani e il 16 giugno, tra degustazioni con Ais dei vini di cantine come San Marzano e Varvaglione, Piera Martellozzo e Tormaresca, Leone De Castris e le Cantine Paololeo, per citarne alcune, percorsi sensoriali, cooking show con gli chef, arte, musica ed escursioni in mare, e ospite d’onore Luigi Moio, professore di Enologia all’Università degli Studi di Napoli e presidente della Commissione di enologia dell’Oiv, che presenterà il suo volume “Il respiro del vino” (Mondadori).
In Sardegna, la bella stagione è l’occasione per sperimentare una Wine Experience targata Argiolas: dal Wine & Restaurant, con i vini della griffe ed i piatti della tradizione sarda interpretati dallo chef di casa Argiolas, a Chef & Wine, lezioni di cucina sarda con esperti, dall’Aperitivo in vigna al Segway tour tra i vigneti.

Un evento goloso oltreconfine all’insegna del gelato made in Italy
Dopo Firenze, Roma, Torino, Milano, Berlino e Varsavia il Gelato Festival 2018, promosso in partnership con Carpignani e Sigep Italian Exhibition Group, continua con il suo tour oltrepassando i confini e fa tappa a Covent Garden a Londra (23-24 giugno) e al McArthurGlen outlet di Parndorf a Vienna (6-7 luglio), fino alla All Star a Firenze (14-16 settembre), la gara dei campioni, che riunisce e mette a confronto su un unico palco tutti i vincitori del Gelato Festival dal 2010 ad oggi, prima di varcare l’Atlantico per l’edizione americana, in 8 tappe tra la West Coast e - per la prima volta - la East Coast.

Focus - Le grandi fiere internazionali, da Bellavita Expo London (17-19 giugno) in estate alla Hong Kong International Wine & Spirits Fair in autunno (8-10 novembre)
Il 2018 delle grandi fiere del vino mondiale, come racconta la “road map” di WineNews degli eventi internazionali da non mancare anche per il vino italiano prosegue a Londra con Bellavita Expo London, il 17-19 giugno al Business Design Centre, promossa da “Bellavita Expo”, società inglese specializzata nelle fiere dell’agroalimentare made in Italy, che promuove il food italiano verso i buyer del settore Horeca anche in Olanda (Horecava, Amsterdam), Polonia (Worldfood, Varsavia), Canada (Rc Show Toronto), Usa (Nra Show Chicago), Messico (Abastur Messico City) e Thailandia (Food & Hotel Thailand Bangkok; e nel cui capitale ha fatto il suo ingresso al 50% la new.co tra Veronafiere e Fiera di Parma, VPE, ndr).
Passata l’estate, l’ultima parte dell’anno delle grandi fiere internazionali guarda ancora all’Asia, dove spicca la Hong Kong International Wine & Spirits Fair (8-10 novembre), tra i più importanti eventi del settore nei mercati asiatici. In Italia, invece, tornano due appuntamenti che sono ormai dei veri e propri must: il Merano Wine Festival, a Merano dal 9 al 10 novembre, e poi il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, l’evento principe firmato dalla Fivi, sempre più partecipato da produttori e pubblico, a Piacenza il 26 e 27 novembre. Stesse date in cui, ad Amsterdam, sarà di scena la più importante fiera mondiale dedicata agli sfusi, la World Bulk Wine Exhibition (26-27 novembre).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018