02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA NOVITÀ

Dopo l’alta ristorazione, tocca all’hotellerie: nuovo progetto firmato Michelin e Tablet

Nasce una selezione di hotel di alto livello in tutto il mondo, che “offrano ai viaggiatori una parentesi memorabile, e non una semplice sosta”
GUIDA MICHELIN, HOTEL, Michelin, TABLET, Non Solo Vino
Dopo l’alta ristorazione, tocca all’hotellerie: nuovo progetto firmato Michelin e Tablet

Dopo l’alta ristorazione, tocca all’hotellerie di alto livello: Michelin, riferimento mondiale nel campo della selezione di hotel e ristoranti, con la sua celeberrima Guida Michelin, e Tablet, azienda acquisita da Michelin nel 2018, specializzata in boutique hotel e hotel di lusso, “uniscono le forze per proporre una eccezionale selezione di hotel prestigiosi. Questa iniziativa - spiega una nota - permette ai viaggiatori alla ricerca di esperienze uniche di trovare e prenotare velocemente il proprio hotel ideale da un elenco di proposte straordinarie. Scelti in più di cento Paesi e dalla gamma di prezzi molto ampia, questi hotel promettono di far vivere un soggiorno indimenticabile in un contesto unico per design, atmosfera, accoglienza e per lo stretto legame con la cultura locale”.

“Fra le centinaia di migliaia di hotel del mondo, abbiamo scelto di proporne alcune migliaia, quelli che offrono ai viaggiatori una parentesi memorabile - spiega Pascal Couasnon, direttore delle attività gastronomiche e turistiche del gruppo Michelin - non una semplice sosta in un ambiente funzionale o confortevole. Spesso gestiti con passione dagli stessi proprietari, desiderosi di condividere la cultura del luogo, questi hotel sapranno dare un tocco speciale alla vacanza appena si posano le valigie. Si possono prenotare online scegliendo tra una grande varietà di stili e di prezzi”.
Per entrare nella selezione, gli hotel devono avere questi requisiti: eccellenza di interior design e architettura, personalità unica e autenticità, servizi di qualità, comfort e stato ineccepibile, integrazione nel paesaggio e nella cultura locale, esperienza eccezionale dal corretto rapporto qualità-prezzo.

“Prima fase di un’ambiziosa strategia di sviluppo, questa selezione sarà regolarmente aggiornata online e riconsiderata in base anche ai feedback della comunità di viaggiatori e sulle analisi condotte da esperti Michelin e Tablet”, spiega la Michelin. Che, da qualche tempo, controlla anche la più prestigiosa rivista del mondo del vino “The Wine Advocate”. E chissà che in un prossimo futuro il gruppo non decida di percorrere una strada simile, sul vino, a quella iniziata con Tablet, sugli hotel ...

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli