02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

È quasi tempo di Calici di Stelle, ma non solo: tanti gli eventi del wine & food in agenda

Da non perdere la cena in vigna a Casa Setaro, l’Aperitivo Sotto le Stelle sul Lago di Garda e la Notte degli Aromi alla Cantina Tramin

Con l’arrivo di agosto, inizia ufficialmente il conto alla rovescia per Calici di Stelle, l’evento firmato Movimento Turismo del Vino e Città del Vino, che ogni anno il 10 agosto, per la notte di San Lorenzo, riempie piazze e cantine di tutta Italia per tutti gli enoappassionati, che durante la notte delle stelle cadenti vogliono dedicarsi al buon vino. Un appuntamento ormai diventato il più atteso dell’estate enoica, con eventi che prendono il via già dal 2 di agosto, e che andranno avanti, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, fino all’11, unendo filosofia del buon bere ad eventi, spettacoli, musica, design e arte. Ma gli eventi del wine & food non si fermano certamente alla notte di San Lorenzo: l’agenda degli eventi enogastronomici di WineNews è ricca di appuntamenti da non perdere. A partire dal DiVino Festival, a Castelbuono, nel palermitano, la cui tredicesima edizione è alle porte: per tre giorni, dal 2 al 4 agosto, il borgo delle Madonie, in provincia di Palermo, sarà la cornice ideale per degustazioni sotto le stelle, show cooking, concerti, eventi d’arte e incontri tra le più importanti personalità del mondo enogastronomico italiano, con oltre 200 i produttori di vino, provenienti dalla Sicilia e dalle più importanti cantine italiane ed estere. Si comincia il 2 agosto con il DiVino Arte/Body Painting Festival: per due giorni Castelbuono si trasformerà in una insolita galleria d’arte moderna a cielo aperto, in cui 12 artisti body painter, coordinati dal tatuatore Francesco Baio e in collaborazione con 10 ristoratori e 20 cantine, realizzeranno dei dipinti sui corpi di modelli in posa per le vie del paese. Il 3 agosto, invece, l’IRVOS proporrà un corso di avvicinamento al vino a cura dell’enologo Gianni Giardina, seguito poi, in Piazza Margherita, dall’incontro “Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si ha mangiato bene. Il rapporto uomo, cibo e vino”. Moderato da Daniele Lucca, art director DiVino Festival, al dibattito interverranno lo chef Gianfranco Vissani, l’attore Moni Ovadia, il dottore e presidente IdiMed, Biagio Agostara e il sindaco di Castelbuono, Mario Cicero. La serata si concluderà con il galà del Premio Internazionale Gusto Divino/Premio Fiasconaro, che vedrà salire sul palco illustri ospiti. Promosso dell’Associazione DiVino Festival, e adottato dall’azienda Fiasconaro che elargisce delle menzioni speciali in memoria del fondatore dell’omonima azienda, il padre Don Mario, il Premio rappresenta un riconoscimento destinato a chi, ovunque nel mondo, si è contraddistinto nel settore enogastronomico, contribuendo col proprio lavoro e la propria passione a diffondere ad ampio raggio cultura enologica e alimentare. A seguire lo show dei comici Claudio Batta & Fabrizio Bracconeri. Infine, il 4 agosto, dalle ore 11, mattinata energica con la terza edizione de “La Colazione dei Campioni”, al Ristorante Nangalarruni, “Brunello, Barbaresco e Etna Rosso” in abbinamento a “Pani ca’meusa del ristorante Nangalarruni” e alle “Polpette di alici del ristorante Arrhais”.
Intanto, in Calabria ci si prepara per il Cirò Wine Festival: il 9 e 10 agosto infatti torna l’appuntamento dedicato ai vini della più significativa denominazione calabrese. E nell’anno dell’anniversario n. 50 della costituzione della Doc, le novità sono tante. Organizzato sempre dal Consorzio di tutela e valorizzazione dei vini Cirò Doc e Melissa Doc, l’evento infatti si arricchisce di nuovi appuntamenti: il momento fondamentale rimane come di consueto la Gran Degustazione della sera del 10 agosto, con oltre 25 aziende del territorio nella suggestiva piazza dei Mercati Saraceni a Madonna di Mare, nel comune di Cirò Marina. Riconfermati anche i winetour nelle aziende, per conoscere direttamente i protagonisti del vino, l’anima e il lavoro che c’è dietro le singole bottiglie di vino. Ed ecco le due grandi novità: le degustazioni guidate da esperti del settore e la presenza dell’istituto del Vino Rosa Autoctono Italiano, di cui fa parte il Cirò insieme ad altre realtà consortili quali quelle del Chiaretto e del Bardolino in Veneto, il Valtènesi in Lombardia, il Consorzio vini d’Abruzzo, quello di Castel del Monte e quello del salice Salentino in Puglia.

In Lombardia, Piemonte e Liguria
Il conto alla rovescia è iniziato: a Bardolino è tutto pronto per una serata magica all’insegna del divertimento, della musica e dell’enogastronomia del territorio. Il 6 agosto si apriranno le porte dell’Aperitivo Sotto le Stelle, la manifestazione organizzata dall’associazione De Gustibus, in collaborazione con Fondazione Bardolino Top, che riserverà il lungolago di Bardolino a 3.000 wine lovers, i quali potranno scoprire le eccellenze del territorio: 23 punti degustazione dove assaporare il meglio della tradizione gastronomica ed enologica della provincia veronese, accompagnati da spettacoli e intrattenimenti musicali. Un appuntamento giunto all’edizione n. 12, e che cresce di anno in anno e che abbraccerà, oltre a Lungolago Cornicello, anche Parco Carrara.
Intanto, continuano i festeggiamenti di grandi Denominazioni e grandi territori, a partire da quella che porta ufficialmente l’estate in Franciacorta, un evento diffuso sul territorio, con numerose iniziative tra food&wine, sport e natura, arte e cultura: continua il Franciacorta Summer Festival on the road, che anima il territorio dal 19 maggio all’8 settembre. Per quattro mesi la Franciacorta accoglierà turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li porterà a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche. Il Franciacorta Summer Festival on the road prenderà il via proprio il 19 maggio, con una giornata di festa in omaggio al Franciacorta Rosé: sempre più apprezzato dal grande pubblico, a fare da filo conduttore a una serie di appuntamenti che saranno “rivestiti di rosa”, con le cantine accoglieranno gli enoturisti per visite guidate e degustazioni di Franciacorta Rosé e organizzeranno piccoli eventi a tema, tutti giocati sul colore rosa.
Incursioni dinamiche e culturali in collina. Porta questo sottotitolo la prima rassegna nata nell’Astigiano e interamente dedicata al benessere: continua “Bukolica”, ciclo di eventi dedicati al benessere pensati e organizzati dall’azienda Agricola dei Fratelli Durando di Portacomaro, con l’Associazione Sportiva Bewood Outdoor Brigade. Attività sportive, culturali, di meditazione ed enogastronomia di campagna si fondono nel verde delle colline dove si alternano noccioleti e vigne che circondano l’Agriturismo Terra d’Origine, location degli incontri. Otto serate, fino al 24 agosto, per rigenerarsi ed entrare in contatto con la natura, in uno dei più bei paesaggi vitivinicoli al mondo tutelato dall’Unesco, il Monferrato.
“I produttori dello Sciacchetrà a difesa del territorio: recupero e valorizzazione delle terre incolte nelle Cinque Terre”: questo il tema scelto quest’anno per il Festival dello Sciacchetrà, dedicato al vino passito ligure che rientra nella Doc Cinque Terre, riconosciuta nel 1973. Il Festival, in scena il 10 agosto a Monterosso a Mare, nasce dal desiderio di accendere i riflettori su una produzione che non solo qualifica l’offerta enologica delle Cinque Terre, ma contribuisce a conservare un pezzo importante di tradizioni e cultura ligure, nonché a tutelare un paesaggio riconosciuto dall’Unesco.

In Toscana
Il 10 agosto torna l’appuntamento di “Cena sotto le Stelle” insieme ai Jeunes Restaurateurs d’Europe: nel giardino de Le Mortelle, cantina toscana a firma dei Marchesi Antinori, durante la quale i vini simbolo della cantina, Vivia, Botrosecco e Poggio alle Nane, saranno esaltati da una cena gourmet, con la straordinaria partecipazione degli chef Maria Probst e Cristian Santandrea dello stellato “La Tenda Rossa”.
L’Azienda Agricola Bulichella di Suvereto (Livorno) organizza tre serate tematiche per degustare i propri vini in abbinamento a pietanze della cucina giapponese nel suo agriturismo. Un’idea originale e apparentemente bizzarra che in realtà fa una sintesi dell’anima di Bulichella, una realtà che racconta i legami con la natura verdeggiante e agricola delle sue colline e con le origini giapponesi di uno dei fondatori dell’Azienda nonché attuale proprietario, Hideyuki Miyakawa. Ogni evento offrirà diversi scorci della produzione vinicola Bulichella, accompagnati da specialità della cucina toscana e giapponese. Nell’appuntamento del 26 luglio dal titolo Calici in Terrazza saranno proposti il rosé Sol Sera e il vermentino Tuscanio bianco alla luce del tramonto. Il 9 agosto, per la serata Bulichella in Jazz, gli ospiti degusteranno Tuscanio bianco e Rubino ascoltando musica jazz con vista sulle vigne della tenuta. Infine, per il 24 agosto è prevista Alla scoperta dei Grandi rossi Bulichella, una serata dedicata alle selezioni della tenuta.
Una cantina giovane e moderna, una realtà enoica aperta alla sperimentazione e alle contaminazioni: questa è Monteverro, tenuta della Toscana del sud, da cui si snoda l’itinerario di Arte&Vino, un connubio speciale che quest’anno ha portato da Monteverro, Bruno Pellegrino, artista dall’animo e dalla vita poliedrica, “ricamatore di suggestioni” che trovano espressione in una lingua artistica, ardita manifestazione del suo modo di vedere il mondo. Fino al 30 settembre, sarà possibile ammirare le due installazioni d’ispirazione faunistica: un cavallo in lastre di metallo sovrapposte dalle linee spigolose ma dall’insieme armonioso e dalla colorazione blu elettrico e un toro, stessa tecnica, in versione rossa, entrambe le tonalità accese che spiccano sui colori verdi dorati della campagna maremma nel periodo estivo. Un vero e proprio percorso creativo diretto a consacrare la stretta relazione tra la cultura del vino e quella dell’arte.
Il 3 agosto, è la giornata di “Vallepicciola in Festa”, serata in cui la cantina toscana apre le porte a wine lovers e appassionati per una serata di festa. Fulcro della serata il discorso sulle diverse sfumature del Rosè, da Nord a Sud d’Italia, con ospiti tante cantine di tutto lo Stivale, da Ca’ Maiol a Librandi, da Tenute Piccini a Cantine Due Palme. Si prosegue poi con gli stand gastronomici, e la presentazione del Trofeo Vallepicciola, gara ciclistica, in scena il 29 settembre, curata dalla griffe.
A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria. Si potranno riscoprire il pane di grani antichi, la marocca di Casola, i formaggi monorazza biologici da latte crudo intero di vacche di razze antiche, il latte fresco di asina, le uova di gallina Romagnola, le carni e i salumi di Cinta Senese e quelli di maiale Nero allevato all’aperto sulle colline parmensi, i testaroli della Lunigiana al farro, la farina di mais Formenton Otto File e di castagne della Lunigiana, la passata biologica di pomodoro Riccio di Parma, la confettura di uva Termarina, il miele biologico del Parco Barboj, la patata Quarantina, la zucchina Trombetta di Albenga, il Fiaschetto di Sangiovese, il Sidro di mele di montagna e tanto altro.
Una vigna verde e rigogliosa sulla costa toscana a fare da cornice ad una cantina da sogno che questa estate ospiterà nuovamente un ciclo di 5 serate interamente dedicata all’arte, alla cultura e al cibo e vino di qualità. Questo è ciò che ha pensato Francesca Moretti quando, insieme al suo team, ha creato un programma di intrattenimento che coinvolgesse il pubblico durante le sere d’estate. Cultura del vino, del cibo e dell’arte, il tutto da vivere nella speciale cornice di Petra. Dove vanno in scena gli ultimi due appuntamenti: il 10 agosto la Notte di San Lorenzo, e infine il 24 agosto la Hot Walzok.
Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore.Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
A Volterra, intanto, arrivano al capolinea le Cene Galeotte, iniziate il 5 aprile e che andranno avanti fino al 9 agosto, progetto ideato dalla direzione della Casa di Reclusione di Volterra e realizzato in collaborazione con Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus che dal 2006 fa della struttura toscana non solo un luogo unico di integrazione e solidarietà, ma anche un punto di riferimento per tanti altri Istituti italiani che propongono oggi analoghi percorsi rieducativi. L’iniziativa propone ai detenuti un percorso formativo attraverso cene mensili aperte al pubblico e realizzate con il supporto - a titolo gratuito - di chef professionisti: il ricavato di ogni serata - circa 120 i posti disponibili - è interamente devoluto a progetti di beneficenza realizzati in collaborazione con il mondo del volontariato laico e cattolico. Questa edizione in particolare andrà a sostenere organizzazioni onlus e iniziative di solidarietà di respiro nazionale ed internazionale dedicate al mondo dell’infanzia.

Non solo Toscana, gli eventi wine&food del Centro Italia
Il 4 agosto il padre dell’unione culinaria d’Italia Pellegrino Artusi compie gli anni. 199 per la precisione, ed in attesa del bicentenario del prossimo anno, la sua città, Forlimpopoli si appresta a festeggiarne la nascita organizzando diversi eventi per la seconda edizione della Notte Bianca del Cibo Italiano, manifestazione ideata l’anno scorso dall’allora Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo, in accordo con il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, facendola coincidere con il compleanno del padre della cucina italiana. Molte città di tutta l’Emilia Romagna aderiranno all’iniziativa, da Rimini a Bologna con “Fico”, che ad Artusi dedicherà addirittura una cena in giallo, ma il programma più ricco sarà comunque quello della città che ad Artusi ha dato i natali, con un programma che mira a combinare come sempre la dimensione più strettamente culturale con quella dell’enogastronomia di qualità, da visite a Casa Artusi a spettacoli di musica jazz, dalla scoperta della tradizione culinaria regionale a rassegne cinematografiche dedicate al vino.
A Roma, il pesce in tutte le sue declinazioni torna ad essere protagonista assoluto dell’estate di Eataly Roma con la nuova edizione di Fish & Wine. Il programma parte l’8 agosto e arriva fino al 25 agosto, con diciotto giorni di appuntamenti e degustazioni all’insegna del mare e della bontà del pesce fresco e sostenibile. Dai crudi alle ostriche, dalle tapas di sapore internazionale ai fritti croccanti fino agli spaghetti con telline e alle zuppe di pesce. Tutte proposte esclusive da abbinare alla selezione di bollicine, vini e birre pensata per l’occasione. A partire quindi dall’8 agosto, e per tutta la durata di Fish & Wine, sia a pranzo e sia a cena, all’interno dei menù dei ristoranti Pasta, Pizza e Birreria di Eataly Roma tanti piatti speciali che portano la freschezza del mare in città.
In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere” nasce per scoprire le eccellenze vitivinicole attraverso un percorso sensoriale da vivere in uno dei borghi più belli d’Italia. L’iniziativa, dedicata a turisti, operatori e appassionati che faranno tappa nel comune umbro, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco: si tratta di un’occasione utile per poter approfondire lo straordinario legame che esiste tra questa terra e i suoi vini.
Il Castello di Semivicoli, elegante wine resort situato sulle colline teatine e di proprietà della famiglia Masciarelli, colorerà la serata dell’8 agosto con il consueto appuntamento in occasione di San Lorenzo. Quest’anno si tratta di un PicNic Astronomico: una serata magica nella suggestiva location abruzzese all’insegna del relax e dell’osservazione della volta celeste, accompagnati dalla degustazione delle primizie enogastronomiche locali e della calda ospitalità che, da sempre, contraddistingue la famiglia Masciarelli.

Il Sud d’Italia fucina di eventi wine&food, dalla Puglia fino alla Sicilia
Orecchiette per tutti i gusti e in tutte le salse: quelle al tè nero, all’alga spirulina, con filetto di alice, al ragù di polpo e ai sapori della Valle d’Itria. Sono queste alcune ricette, tutte originali, che presenteranno gli chef pugliesi in occasione dell’ottava edizione di Orecchiette nelle ‘nchiosce - on the road, il 7 e 8 agosto. Il famoso quartiere delle Ceramiche di Grottaglie, nel tarantino, con le sue numerose botteghe artigiane si trasformerà in un percorso di gusto tra tradizione e rivisitazioni. E non può mancare certo la partecipazione delle cantine e dei birrifici artigianali, il cui compito è quello di esaltare la maestria degli chef e, quindi, con mappa in una mano e calice nell’altra, si andrà alla scoperta dei vari stand.
Ancora nel “Tacco d’Italia”, va in scena anche il Festival della Valle d’Itria, l’edizione n. 45 dell’evento firmato dal Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, durante il quale abbandonarsi al piacere di una sera d’estate, ascoltando la grande opera nelle masserie pugliesi e sorseggiando un calice di Primitivo di Manduria, grazie alla sezione “L’opera in Masseria”. Dal 21 luglio all’1 agosto, infatti, cinque masserie fra i trulli delle province di Brindisi e Taranto, saranno la cornice ideale per la messa in scena di due intermezzi buffi napoletani del Settecento: “L’ammalato immaginario” di Leonardo Vinci e “La vedova ingegnosa” di Giuseppe Sellitti. Il tutto potrà essere ascoltato bevendo un calice di calice di Primitivo di Manduria, l’unico vino presente all’interno del Festival. Si tratta di una delle iniziative più legate al territorio e che caratterizza maggiormente la proposta culturale del Festival.
“Da Vietri al Vesuvio - Cena a quattro mani con mostra itinerante in vigna”, l’1 agosto la cantina vesuviana Casa Setaro di Massimo e Mariarosaria Setaro, unici produttori di spumante da Caprettone Metodo Classico, si trasforma nella location dell’esclusivo evento pensato per celebrare la biodiversità e la bellezza che fugge ogni giorno sotto i nostri occhi, raccontando e unendo in una sola serata i saperi e i sapori della costiera e dell’area vesuviana. Un vero e proprio viaggio dal mare alle pendici dell’unico vulcano attivo dell’Europa continentale, da sempre “casa” della famiglia Setaro, il Vesuvio. Gli ospiti saranno accolti con una visita guidata alla cantina e alla mostra itinerante esposta tra i vigneti della famiglia Setaro: la mostra di oggetti in pietra lavica e in ceramiche vietresi è a cura di Madema, azienda storica specializzata nella lavorazione della pietra lavica, e di CAT - Ceramiche Artistiche Tradizionali di Vietri sul mare. Poi il brindisi di benvenuto con l’unico spumante di Caprettone Metodo Classico prodotto sul Vesuvio che avvia la “cena a quattro mani” con gli chef Pasquale Vitale del ristorante Pascalò e Salvatore Annunziata di Insolitopasto. Ogni portata, dall’antipasto al dolce, sarà abbinata ai vini Lacryma Christi del Vesuvio Doc - bianco, rosato e rosso, da sole uve autoctone e coltivate in biologico - di Casa Setaro.

In Trentino Alto Adige
Sulle Dolomiti, torna l’estate firmata dal Trentodoc: dopo il primo appuntamento, dal 25 al 28 luglio a Madonna di Campiglio, ci si sposta in Val di Fassa, dall’1 al 4 agosto, dove un altro interessante programma celebrerà il metodo classico trentino e l’unicità del territorio.
Il 9 agosto è invece la volta di un altro gioiello della produzione enoica del Trentino Alto Adige, la Cantina Tramin, che apre al pubblico le porte della sua sede di Termeno (Bolzano) per la Notte degli Aromi.
Una serata di degustazione dei vini abbinati a piatti a base di riso della Riseria Ferron, la più antica struttura di lavorazone artigianale ancora attiva in Italia. Sarà Gabriele Ferron, chef e ambasciatore del riso nel mondo, a cucinare sei ricette in connubio perfetto con i vini selezionati da Cantina Tramin. Si inizia con Moriz Pinot Bianco e insalata di riso cruditè a base di carnaroli integrale; Chardonnay con insalata di riso mediterraneo rosso ermes; Pepi Sauvignon con risotto carnaroli al basilico e burrata; Selida Gewürztraminer con riso venere al pollo, ananas ed erbe aromatiche; Marjun Pinot Nero con risotto all’isolana, vitello, maiale e cannella; Hexenbichler Schiava con risotto, mele e speck dell’Alto Adige; per finire Roen Gewürztraminer con la sbrisolona.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019