02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Enoturismo, Airbnb introduce la categoria “Vineyards”, per chi vuole dormire tra le vigne

120.000 indirizzi segnalati (di cui 1.000 in Italia). Ennesimo segnale dell’interesse crescente per il segmento del turismo del vino
AIRBNB, ENOTURISMO, VINEYARDS, vino, Mondo
Enoturismo, Airbnb introduce la categoria “Vineyards”, per chi vuole dormire tra le vigne

L’enoturismo è una realtà consolidata nel mondo, e piace ad ogni livello: dalle esperienze più semplici e accessibili per tutte le tasche, a quelle esclusive nei grandi wine resort di lusso. Ed ora, tra guide cartacee e digitali, servizi e app dedicati a chi vuol dormire tra le vigne, si fa largo anche Airbnb, la piattaforma nata, originariamente, per prenotare soggiorni in case private messe a disposizione degli utenti. Che, da qualche tempo, nell’aggiornamento estivo della app, ha introdotto proprio la categoria “Vineyards”, che già comprende oltre 120.000 destinazioni in tutto il mondo (e oltre 1.000 in Italia) tra cui scegliere. Ennesimo segnale di un fenomeno, quello del turismo legato al vino, che è sempre meno una nicchia, e sempre più un segmento strutturale dell’offerta turistica complessiva.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli