02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CLIMA E VIGNETO

Francia, le gelate colpiscono Borgogna, Loira e Rodano, ma senza fare danni

Quello che rimane, in un periodo di emergenza, è lo spettacolo delle “bougies” tra i filari che illumina la notte nei vigneti

Come se non bastasse l’emergenza sanitaria e la crisi che ne consegue, destinata a protrarsi chissà quanto a lungo, in Europa, come nel resto del mondo, in Francia i vignaioli devono fare i conti anche con le gelate che, puntuali come un orologio svizzero, dopo le lunghe settimane di caldo di febbraio e marzo, a cavallo con l’inizio di aprile, hanno colpito i vigneti di Borgogna, Loira e Rodano, senza, fortunatamente, provocare danni. Quello che resta, allora, specie in Côte-d’Or, in Côte de Nuits ed in Côte de Beaune, è lo spettacolo delle “bougies”, che hanno illuminato - e riscaldato - i filari, ma anche, la mattina dopo, la bellezza dei vigneti gelati attraverso la tecnica dell’aspersione che, attraverso uno strato di ghiaccio in continua formazione, fino al termine della gelata, protegge la vite grazie al calore liberato dall’acqua al momento della sua trasformazione in ghiaccio.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli