02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO IN FRANCIA

Francia: si beve sempre meno vino, ma si moltiplicano le occasioni di consumo

Nel “France Landscapes” 2019 di Wine Intelligence le tendenze dei wine lovers francesi, tra amore per Bacco e cambiamenti globali
FRANCE LANDSCAPE, WINE INTELLIGENCE, Mondo
Il “France Landscapes” 2019 di Wine Intelligence

Il paragone tra la Francia di oggi e quella del 1935, quando i consumi di vino pro capite raggiungevano i 160 litri all’anno, o quella del 1965, quando comunque un adulto beveva in media 105 litri di vino, può apparire impietoso, ma nonostante il crollo verticale dei consumi enoici, una dinamica ormai quasi secolare, arrivati nel 2018 a 56 litri (-2,2% dal 2014 secondo i dati Iwsr - Internaional Wine and Spirits Research), resta il terzo consumatore mondiale, con più di 2 miliardi di litri bevuti dai 39 milioni di consumatori del Paese, dietro solo a Italia e Stati Uniti, ma anche il terzo più attraente secondo il “Compass Market Attractiveness Model” 2019 di Wine Intelligence, che ha firmato il “France Landscapes” 2019, che rivela come, al netto calo dei consumi, corrisponda una enorme vivacità, con le occasioni in cui bere vino che si moltiplicano, ed il mercato che si fa più remunerativo.
In sostanza, la Francia continua ad amare molto la propria bevanda più rappresentativa, nonostante una tendenza al ribasso, per volumi consumati, che segue il trend globale dettato da dinamiche che ben conosciamo, dal cambiamento degli stili di vita, che porta con sé un calo dei consumi di alcolici in linea con la ricerca di una sempre maggiore salubrità, alla concorrenza di altre categorie di alcolici, dalla birra alla vodka. Detto ciò, il vino fa ancora parte dei consumi quotidiani e della cultura francese, tanto che il coinvolgimento dei consumatori, ossia il numero di quanti considerano il vino come una parte importante del loro stile di vita, è addirittura cresciuto, stando ai dati di Wine Intelligence, negli ultimi cinque anni. Il vino si scopre quindi come un prodotto familiare ed amichevole, con la maggioranza dei consumatori francesi che associa il vino a valori come tradizione e raffinatezza, ma anche ad occasioni di relax e ristoro, scoprendo così sempre più declinazioni. Ad esempio, crescono in consumi fuori casa, e quindi al bar, facendo in questo senso una sorta di salto indietro nel tempo, e cresce anche il prezzo medio, con un numero di persone che spende più di 7 euro per un bicchiere di vino ogni tanto che cresce di continuo. Resta fondamentale, al momento dell’acquisto, la Regione di origine, ma guadagna importanza, specie tra chi ha tra i 18 ed i 35 anni, il marchio.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli