02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IDEE INNOVATIVE

Frescobaldi apre un “avamposto” per alcuni dei più grandi vini italiani nel cuore di Bordeaux

Nel 2022 un ufficio di rappresentanza per Masseto, Ornellaia, Tenuta Luce e CastelGiocondo, già distribuiti su “la Place de Bordeaux”

Aprire un “avamposto” dedicato ad alcuni dei più grandi vini italiani nel cuore di Bordeaux, capitale di uno dei più grandi territori del vino francese e mondiale: è il progetto, a suo modo innovativo, che metterà in campo il gruppo Frescobaldi, una delle realtà più importanti e storiche del vino italiano, che nel 2022 avrà un “indirizzo a Bordeaux” per alcune delle sue tenute più prestigiose, ovvero Masseto ed Ornellaia, da Bolgheri, la Tenuta Luce e Castelgiocondo, a Montalcino, che, nella capitale della Gironda, apriranno un loro ufficio di rappresentanza. Saranno le prime cantine italiane in assoluto a compiere questo investimento, “con l’obiettivo di rafforzare, a partire dalla roccaforte francese dei grandi vini, le loro reti vendita in tutto il mondo”.
D’altronde, c’è un “filo rosso” che già lega queste tenute al mondo di Bordeaux: Masseto, nel 2009, è stato il primo vino italiano ad essere distribuito attraverso il sistema de “la Place de Bordeaux”. Ornellaia lo ha seguito nel 2015. Sulla scia del loro successo, entrano nella distribuzione internazionale della Place de Bordeaux anche Tenuta Luce nel 2019 e Castelgiocondo Brunello nel 2021. E questa scelta, spiega il gruppo guidato da Lamberto Frescobaldi, ha portato risultati in costante ascesa. I négociants, infatti, vantano una storia secolare nella vendita dei grandi vini a livello internazionale.
“Fare vini dall’alto profilo qualitativo non basta - spiega Giovanni Geddes da Filicaja, ad del gruppo Frescobaldi e tra i manager più esperti e preparati del mondo nel campo dei fine wine - è necessario saper comunicare questa qualità e scegliere la distribuzione ideale. Considerando questi anni sulla “Place de Bordeaux” una prima tappa ed esaminando il potenziale sviluppo delle vendite, sembra ormai logico per noi aprire proprio a Bordeaux, un ufficio di rappresentanza. Il nostro obiettivo è rafforzare la nostra posizione sviluppando una collaborazione sempre più profonda e integrata con i Négociants lavorando non più a distanza ma a stretto contatto con i nostri partner”.
Il direttore dell’ufficio di rappresentanza a Bordeaux di Masseto, Ornellaia, Tenuta Luce e Castelgiocondo sarà Patrick Lachapèle, che tornerà così in Francia dopo 16 anni in Asia, dove ha occupato il ruolo di export manager per Asia-Pacific per Baron Philippe de Rothschild e, successivamente, Direttore Asia Pacifica, Medio Oriente, Africa e Sud America per Ornellaia e Tenuta Luce. Patrick Lachapèle affiancherà i direttori commerciali delle quattro tenute, che resteranno gestite singolarmente.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli