02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

“Gelato World Heritage” 2021: vince la Cina, con il sorbetto di litchi profumato

Sul podio del Concorso dell’Associazione Italiana Gelatieri, il Giappone, con un gelato ottenuto con infusione di un thè antichissimo, e l’Uzbekistan
ASSOCIAZIONE ITALIANA GELATIERI, CINA, GELATO, GELATO WORLD HERITAGE, ITALIA, Non Solo Vino
“Gelato World Heritage” 2021: vince la Cina, con il sorbetto di litchi profumato

È la Cina, con il sorbetto di litchi profumato, a vincere il “Gelato World Heritage”, edizione n. 8 del Concorso, firmato dall’Associazione Italiana Gelatieri, che ha visto partecipare al Convention Center “La Nuvola” di Roma, nei giorni scorsi, squadre di maestri gelatieri di sette Paesi del mondo - Arabia Saudita, Bulgaria, Cina, Egitto, Giappone, Thailandia e Uzbekistan - ciascuna delle quali con la partecipazione di esperti gelatieri italiani (l’Italia era fuori gara in segno di ospitalità).
La gara ha visto il trionfo della Cina per il miglior gelato al Sorbetto di litchi, profumato al pepe verde di sichuan e zenzero con crumble di semi di girasole, mandorle e sesamo nero, salsa al the verde e liquore al bambù e perle di occhi di drago. Sul podio salgono il Giappone, con il suo Hojicha, un gelato ottenuto dall’infusione con latte, non alterando la qualità ed i sentori, di uno dei più antichi the della tradizione giapponese nato nei primi anni del Novecento, e l’Uzbekistan, con “Le vie della seta”, un sorbetto al melone uzbeko con mandorla vestita di uva nera e sorbetto al melograno con crumble di albicocche essiccate e mandorle e fior di zafferano e miele di cotone con noci caramellate.
Consegnati, poi, anche i premi speciali: quello “Creative Taste”, assegnato dalla stampa è andato alla Cina, il premio “qualità” all’Egitto, il premio “Alberto Pica” alla Bulgaria e il premio “Viaggio Sensoriale - Funvic” all’Arabia Saudita.
“Abbiamo voluto dare un messaggio, oltre che di pace e scambio culturale, anche di ripartenza - ha spiegato Claudio Pica, segretario generale Associazione Italiana Gelatieri - bisogna far ripartire tutta la filiera e aprirsi a nuovi mercati esteri. L’internazionalizzazione deve essere l’input per creare business e per valorizzare sempre di più l’eccellenza che rappresenta il gelato artigianale italiano”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli