02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Howard Schultz, executive chairman Starbucks, John Kerry, ex Segretario Usa, e Nathan Myhrvold, ex Cto Microsoft a Seeds&Chips, Summit sulla food innovation (7-10 maggio) a Milano Food City

Non Solo Vino
Howard Schultz, executive chairman di Starbucks, e John Kerry, ex Segretario degli Stati Uniti d’America

Howard Schultz, executive chairman di Starbucks, fondatore della più grande catena internazionale di caffetterie e una delle aziende di maggior successo al mondo per fatturato e impegno in Csr-Corporate sociale responsability che aprirà il Summit il 7 maggio; John Kerry, ex Segretario degli Stati Uniti d’America, il n. 68, che l’8 maggio interverrà sull’importanza del cambiamento climatico nel sistema alimentare e sulle sfide che il mondo è chiamato ad affrontare per assicurarsi un futuro sostenibile; e, ancora, Nathan Myhrvold, ex Cto di Microsoft, co-founder di Intellectual Ventures e principale autore di Modernist Cuisine; Sam Kass, chef-consigliere dell’ex Presidente Usa Barack Obama e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca; Kerry Kennedy, presidente del Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights; Danielle Nierenberg, presidente di Food Tank, sul tema delle donne; Howard-Yana Shapiro, chief Agricultural Officer di Mars Incorporated, una delle menti più influenti della rivoluzione del food per le grandi aziende alimentari; Nicolas Jammet, tra i delegati presidenziali inviati da Michelle Obama a Expo2015 e co-founder di Sweetgreen, tra le migliori espressioni dell’innovazione nel fast food; Selina Juul, founder e chairman di Stop Wasting Food, colei che ha iniziato la lotta contro lo spreco di cibo in Danimarca; Kimberly Flowers, direttrice del Progetto Global Food Security, che esamina l’impatto della sicurezza alimentare sugli interessi globali strategici degli Stati Uniti, e Agenda umanitaria al Center for Strategic and International Studies; Sarah Toumi, ceo e founder di Acacias for all, e Seth Goldman, executive chairman di Beyond Meat, produttore del rivoluzionario burger vegetariano da proteine vegetali che richiamano perfettamente quelle animali. Ecco gli speaker d’eccezione di “Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit”, l’evento di riferimento a livello mondiale nel campo della food innovation, dedicato alla promozione di soluzioni e talenti, tecnologicamente all’avanguardia, provenienti da tutto il mondo, tra start up, incubatori e opinion leader - in totale gli speaker internazionali, investitori e policy maker saranno oltre 200 - all’edizione n. 4 con al centro del dibattito l’acqua, al MiCo, Milano Congressi, dal 7 al 10 maggio nella Milano Food City, la settimana di appuntamenti che anima la città attorno al cibo.
Conoscete la moringa, il superfood del momento? Avete mai mangiato una pizza stampata in 3D? Un hamburger di carne alternativa? Volete scoprire come trasformare la vostra casa in un orto senza terra? E come la tecnologia sta cambiando il modo in cui il cibo deve essere prodotto, trasformato, distribuito e consumato, dal campo alla tavola? Queste e tante altre domande trovano risposta a “Seeds&Chips” - promosso in partnership con Fiera Milano e Tuttofood, Intesa Sanpaolo, Bayer Crop Science, Kpmg e il supporto di tante aziende e istituzioni - nuova tappa del percorso intrapreso a livello mondiale nel 2015, quando il cibo e l’ambiente sono diventati protagonisti del dibattito sul futuro, da Expo Milano, alla sottoscrizione degli SDGs-Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite fino all’accordo sul clima di Parigi, e per mantenere Milano e l’Italia al centro del dibattito a livello internazionale su questi importanti temi. In particolare, si parlerà di food innovation, ma anche di climate change e robotica, e-commerce e precision agriculture, dal food waste alla circular economy, mentre start up, aziende, incubatori che presenteranno le loro proposte tecnologiche.
Saranno presenti tra le altre alcune tra le start up più interessanti nel panorama mondiale della food innovation: la svizzera Ambrosus Technologies GmbH, un ecosistema di blockchain open source che garantisce qualità e sicurezza ai prodotti alimentari e farmaceutici; la francese Algama, che produce micro alghe, uno dei superfood del futuro; Desolenator, depuratore di acqua attraverso un processo innovativo di distillazione particolare, dai Paesi Bassi; le americane LeanPath, principale fornitore globale di soluzioni hardware e software integrate per le istituzioni culinarie, e Apeel Sciences, leader tecnologico e ambientale nel settore agricolo; dall’India Dishq, che sfrutta la scienza alimentare e i dati per comprendere e prevedere le preferenze di gusto delle persone, mentre dall’Italia Robonica, produttore di serre smart con un sistema di coltura idroponica casalinga completamente automatizzata. E ancora, Promethean Labs, un’azienda di software che mappa le erbacce e le malattie per specie per una migliore gestione dei pesticidi; Abby’s Better, fondata per creare snack salutari senza sacrificarne il gusto; Origin Trail, che sta sviluppando il primo protocollo appositamente costruito per catene di fornitura basate su Blockchain; Renewal Mill, che attraverso l’innovazione e la tecnologia, crea nuove categorie di alimenti sostenibili, trasformando i sottoprodotti dei produttori alimentari in ingredienti e alimenti di alto valore.
Sempre grande attenzione verrà prestata ai giovani a cui saranno dedicati alcuni format
innovativi: ogni conferenza avrà almeno un relatore al di sotto dei 30 anni e verrà aperta da un Teenovator, ragazzi dai 13 ai 19 anni particolarmente attivi nel settore della food innovation e protagonisti della food Revolution in atto. Torna anche GiveMe5! in cui giovani innovatori avranno la possibilità di incontrare grandi leader e presentare loro, in 5 minuti, il proprio progetto, fare domande, trarre ispirazione per il futuro. Quest’anno i ragazzi si troveranno davanti a Howard Schultz, John F. Kerry, Nathan Myhrvold, Kerry Kennedy, Sam Kass e Adrian Percy (head of research & development of Bayer Crop Science). Big Brother Innovation Program sarà invece uno “scouting” di progetti innovativi di start up, da parte di grandi aziende leader nella food industry. Infine, il 10 maggio verranno assegnati i Seeds&Cheeps Awards ai progetti più innovativi. Un focus speciale sarà dedicato all’acqua, una delle maggiori sfide dei prossimi anni a livello globale, come anticipato dalla Call for Ideas WaterFirst! lanciata a novembre 2017, in collaborazione con Unido Itpo Italy (l’Ufficio per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale), il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e diretta a innovatori di tutto il mondo per sviluppare progetti e innovazioni per l’uso sostenibile dell’acqua che ha raccolto 65 progetti da 23 Paesi e 4 Continenti (dei 30 progetti finalisti, 5 si aggiudicheranno un contributo di “ospitalità” per il viaggio a Milano e il progetto più votato tra i migliori 5 vincerà un premio di 10.000 euro).
Tuttofood organizza l’edizione n. 2 della Retail Plaza, l’arena dedicata alla Gdo innovativa dando voce ai retailer, alle aziende ed ai consumatori, con il data partner Nielsen, e Carrefour, Coop Lombardia, Gruppo Végé e Unes con Il Viaggiator Goloso. Quest’anno Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ricoprirà il ruolo di advisor scientifico, insieme a l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e al Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). Cariplo Factory, hub di Open Innovation promosso da Fondazione Cariplo per generare job opportunities e favorire la scale-up delle startup italiane più innovative, metterà a sistema invece aziende e startup per offrire nuove opportunità di crescita e sviluppo al settore del Food attraverso la piattaforma growITup. L’edizione di quest’anno sarà inoltre patrocinata da Commissione Europea, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lombardia, Comune di Milano, Ismea e World Food Programme (Wfp) Italia e promuoverà ShareTheMeal, la prima app contro la fame nel mondo. Grazie a questa collaborazione, parte del ricavato della vendita dei biglietti del Summit sarà infatti utilizzato a sostegno delle popolazioni della Nigeria assistite dalle operazioni di emergenza alimentare del Wfp.
Info: www.seedsandchips.com

Focus - Innovation food: con Milano Food City, la rassegna che la città dedica al wine & food con centinaia di appuntamenti nei suoi luogi più belli, e Milano Food Week, il fuorisalone dell’enogastronomia, tutti gli occhi sono puntati su Milano (7-13 maggio)
Se si parla di innovation food, tutti gli occhi sono puntati su Milano. Gusto, Incontro, Energia, Diversità, Nutrizione, Risorsa, Gioco: ecco le 7 virtù per una nuova concezione del cibo, nell’Anno nazionale del Cibo Italiano e nel solco degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile lanciati dalle Nazioni Unite, attorno alle quali ruota la Milano Food City 2018, la settimana di incontri, dibattiti, talk, spettacoli, performance dal vivo, esperienze cultural-gastronomiche e visite di luoghi chiave della città e del territorio promossa dal Comune di Milano, con oltre centinaia di appuntamenti aperti a tutti, dal 7 al 13 maggio a Milano. E, il tutto, accanto alla Milano Food Week, il fuorisalone dell’enogastronomia organizzato da Lievita.
Milano Food City - promossa, tra gli altri con Fiera Milano, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Fondazione Umberto Veronesi - è una festa del cibo a 360° che abbraccia tutti i protagonisti del sistema agroalimentare, dagli appassionati agli operatori di settore, dalla filiera di produzione alla distribuzione e il consumo dei prodotti, dai grandi e piccoli produttori fino ai semplici consumatori. Tanti soggetti diversi in un unico calendario di iniziative che spaziano attraverso appuntamenti di approfondimento culturale e scientifico sul tema della nutrizione, incontri sull’educazione alimentare, la convivialità, la conoscenza della filiera alimentare dal campo alla tavola, fino alla costruzione di itinerari tematici che portano alla scoperta del territorio rurale e urbano di Milano. E infine momenti ludici e di entertainment condotti da chef di alto livello e iniziative originali. Una su tutte: “Più siamo, più doniamo”, il progetto di solidarietà che porta in giro per Milano delle speciali bilance in luoghi simbolo della lotta allo spreco alimentare, da Piazza Castello al Gratosoglio passando per Via Mercanti e alcuni punti della grande distribuzione organizzata: il numero complessivo delle persone che si persano si traduce in tonnellate di alimenti da donare a chi ne ha più bisogno in città, attraverso Banco Alimentare, Caritas Ambrosiana, Pane Quotidiano e Croce Rossa.
Insieme a Coldiretti in Piazza Castello si potrà trovare il meglio della produzione agroalimentare made in Italy nel farmers’ market di Campagna Amica, scoprire le ricette della tradizione contadina con gli agrichef ed imparare a conoscere i segreti della vita in campagna con i laboratori delle fattorie didattiche. Stesso luogo in cui la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, nei Latte Days del “Programma latte nelle scuole” del Ministero delle Politiche Agricole, dedicata tante iniziative ai bambini e alle loro famiglie impegnati in percorsi con attività ludico-informative e degustazioni guidate a cura di produttori locali e esperti. Con Confcommercio Milano apre le porte al pubblico Palazzo Bovara con “Coffee & the City” e “Gusto&Socialità, show cooking ed eventi”, con, tra gli altri, colazioni del buongiorno con i maestri del caffè, showcooking e aperitivi serali, approfondimenti sulla buona alimentazione e showcooking. Al Casello Ovest di Porta Venezia, invece, sede delle Associazioni del coordinamento della Filiera Agroalimentare di Confcommercio Milano, ci saranno iniziative su temi legati al valore della frutta e della verdura, della carne, delle tisane, del pane e del gelato con “Il gioco delle essenze, degli aromi e delle spezie”, ma anche WineMi con le sue Masterclass sul vino. E nei mercati Morsenchio, Piazza Ferrara e Piazza Wagner aperture straordinarie tra degustazioni, giornata del risparmio, incontri, happy hour, showcooking. Non mancheranno i percorsi guidati, piccoli viaggi tra storia, cultura e società moderna per scoprire il bello e il buono che Milano può offrire a chiunque abbia voglia di assaporare il suo lato enogastronomico. Ai Giardini Indro Montanelli ci sarà - con Apeca (l’Associazione ambulanti di Confcommercio Milano) - il villaggio “Lo Street Food Made in Italy”.
Fieramilano-Tuttofood, il cui headquarter è a Palazzo Giureconsulti, organizza convegni, incontri, festival e momenti dedicati a tutta la città. The Mall in Porta Nuova sarà quartier generale di Taste of Milano: i migliori chef della città con le loro cucine si sfidano ai fornelli per conquistare i palati dei visitatori che uniranno memoria e innovazione, da Andrea Berton (Ristorante Berton) a Stefano Cerveni (Terrazza Triennale), da Roberto Conti (Ristorante Trussardi alla Scala) a Francesco Germani (Balthazar), da Keisuke Koga e Guglielmo Paolucci (Gong) a Nobuya Niimori (Sushi B), da Denis Pedron e Domenico Soranno (Langosteria) a Giuseppe Postorino (Da Noi In), da Andrea Provenzani (Il Liberty) a Claudio Sadler (Ristorante Sadler), a Luca Seveso e Giuseppe Rossett (Maio Restaurant). E per la prima volta, ci saranno anche “I Maestri in Cucina Ferrarelle”, iniziativa che mette insieme un grande chef e un maestro pizzaiolo come Corrado Scaglione, Giuseppe Vesi e Francesco Vitiello e gli chef Iside de Cesare, Marco Mattana, Giulio Coppola e Fabrizio Sepe (ma ci saranno anche un focus particolare sulla “cocktail culture” con Diageo ed il suo portfolio Reserve, la collezione dei marchi più prestigiosi dall’heritage unico come rum Zacapa, gin Tanqueray No. Ten e il whisky Johnnie Walker, e l’Enoteca Trimani con una selezione di vini pensata per accompagnare i sapori con etichette classiche e originali, emergenti e famose ma in modo divertente eunconventional; www.tasteofmilano.it). In più aperitivi gourmet accompagnati da musica ricercata nelle più belle terrazze milanesi grazie all’evento Sky&Jazz, ricette dello street food in Piazza XXV Aprile con l’iniziativa Food&Joy; attesissima poi la Festa del Bio, un vero villaggio biologico, dedicato ad incontri formativi e attività di talk show, con Federbio. Tante altre attività, con laboratori, masterclass e showcooking condotte da esperti del settore saranno quelle organizzare in collaborazione con i partner di Tuttofood, come SalumiAMO, Cheeseforpeopleaward e All’ombra della Madonnina. La Stazione Centrale sarà il primo punto di accesso all’evento, grazie a un’installazione dedicata. Contemporaneamente, gli studenti delle scuole e le loro famiglie diventano i protagonisti delle iniziative educative a cura di Fondazione Umberto Veronesi. Tra gli ospiti degli appuntamenti anche lo chef Davide Oldani.
“Food For All! Cibo diverso, cibo per tutti” è il palinsesto di appuntamenti della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in viale Pasubio 5, per raccontare la diversità del cibo come risorsa di cittadinanza, tra talk e dibattiti con Salvatore Veca, Pietro Leemann e Andrea Berton, laboratori didattici con ActionAid, Il Sandalo EquoSolidale-Altromercato e Step4. Poi tavoli di lavoro con stakeholder, startup, imprese per condividere buone pratiche, soluzioni e case history, ma anche concerti, reading e cinema. Torna poi il Tavolo Giovani della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi: giovani idee di business a confronto con policy maker ed esperti per immaginare gli sviluppi futuri del settore food. E ci sarà anche una call dedicata alle start up del food che porterà alle selezione di 10 start up che avranno l’opportunità di esporre e vendere i propri prodotti a Palazzo Giureconsulti. Infine GialloZafferano seguirà Milano Food City con una sezione dedicata, accanto al supporto, tra gli altri anche di Focus Junior, il brand del Gruppo Mondadori, e Linus e Radio Deejay.
La Milano Food Week? Avrà per tema il carrello della spesa, dalla spesa di uno chef stellato a quella di un manager, passando per quella di uno studente a quella di un personal trainer, abbracciando mondi diversi, rappresentati da 8 cucine tematiche disseminate per la città: la City Kitchen in centro, la Public Kitchen in Largo Beltrami (Castello Sforzesco), la Lifestyle Kitchen al Bryan & Barry Building in Piazza San Babila, la Student Kitchen alla Iulm, la Special Kitchen all’ospedale Niguarda, la Home Kitchen, con una serie di cene itineranti in loft e appartamenti di pregio della città, la Smart Kitchen al Samsung District di Porta Nuova e, infine, un Healthy Point presso il centro benessere City Zen Milano. Ognuna di esse ospiterà una serie di storycooking tenuti da illustri chef (Enrico Bartolini, Andrea Berton, Wicky Priyan, Ernst Knam, Yoji Tokuyoshi, Roberto Conti, Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Luigi Taglienti, Viviana Varese, Andrea Aprea, Daniel Canzian, Alberto Gipponi, Cesare Battisti, Sergio Mei e Tano Simonato, solo per citare alcuni) affiancati da influencer digitali e personaggi mediatici (Federica Fontana, Fiammetta Cicogna, Omar Pedrini, Andrea Zorzi, Marisa Passera) collegati alle differenti tematiche (www.milanofoodweek.com).
Info: www.milanofoodcity.it

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018