02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TENDENZE NEL PIATTO

Il 79% degli italiani vuole prodotti Dop, e le grandi catene del cibo ci investono

La ricerca Ixè per 100 Montaditos, la catena di tapas spagnole (50 locali in Italia), che, tra gli altri, sigla un accordo con il Grana Padano Dop
100 MONTADITOS, CIBO, DOP, IXE, Non Solo Vino
Il 79% degli italiani vuole prodotti Dop, e le grandi catene del cibo ci investono

Se la Dop economy in Italia, tra cibo e vino, vale 15,2 miliardi di euro alla produzione, i 299 prodotti gastronomici Dop, Igp ed Stg, da soli, sfiorano i 7 miliardi di euro alla produzione (contro gli 8,2 del vino, ndr), e sviluppano un giro d’affari al consumo di 14,7 miliardi di euro (dati Rapporto 2018 Ismea - Qualivita). Un successo, quello delle produzioni agroalimentari italiane legate a specifici territori, scrigni di storia e di saperi, dovuto anche all’attenzione dei consumatori, non sembra scemare: secondo una recente ricerca dell’istituto Ixè, il 79% dei consumatori italiani vuole prodotti di origine certificata. Un attenzione alla qualità e alla salubrità, testimoniata anche dalla crescita del consumo di prodotti bio: secondo Ixè, dal 2013 a oggi la percentuale di chi dichiara di mangiare regolarmente prodotti bio è raddoppiata, passando dal 10 al 22%, mentre quella di chi invece li consuma qualche volta ha visto un aumento dal 35% del 2013 al 42% del 2018. E se spesso la produzione dei prodotti Dop è associata a piccoli produttori (sovente aggregati in forme cooperative) ed artigiani del gusto, il consumo è spesso abbinato all’idea di piccoli numeri e ristorazione di alto livello.Eppure, a far crescere il consumo dei prodotti Dop, oltre alla consapevolezza dei consumatori e agli sforzi di imprese ed istituzioni, sempre più sono anche i grandi gruppi della ristorazione. Da anni, per esempio, Mc Donald’s ha lanciato a più riprese panini e menù speciali in partnership con i consorzi di alcune denominazioni, stesso percorso intrapreso da Autogrill. E anche dalla catena spagnola 100 Montaditos, del Gruppo Restalia, con oltre 50 locali in Italia che propongono tapas, icone del mangiare spagnolo, che sempre più si contaminano con le Dop d’Italia.

“Nei nostri ristoranti siamo da sempre attenti ai nuovi trend” commenta Andrea Cutispoto, Country Manager Italia Restalia “Per questo siamo partiti dai prodotti tipici della tradizione gastronomica spagnola, quelli più conosciuti a livello internazionale, e li abbiamo reinventati per adeguarli al gusto italiano in fatto di cibo. Non solo jamón,tortilla de patatas, chorizo dulce e queso iberico, dunque, ma anche speck dell’Alto Adige, pesto genovese, porchetta, mortadella e formaggi nostrani”. E non a caso, da fine giugno, nei menù della catena trovano spazio anche Gorgonzola Dop, Mortadella Bologna Igp, Crema all’Aceto Balsamico di Modena Igp, olte a vini spagnoli come Rioja Doc rosso e Navarra Doc rosè, ed è stata siglata una partnership con Grana Padano Dop, per la quale sono stati creati dei nuovi panini dal gusto certificato italiano.
“La partnership con il Grana Padano - conclude Andrea Cutisposto - ci ha permesso di puntare su un prodotto di qualità e dall’origine certificata, caratteristica che per gli italiani riveste una grande importanza e che il nostro gruppo persegue come obiettivo cardine della propria strategia”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli