02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

IL VINO ITALIANO SPINGE SU INTERNET PER COLMARE IL SUO “DIGITAL DIVIDE”: MIGLIORANO I SITI DELLE CANTINE, PIÙ SOCIAL NETWORK, E-COMMERCE E TERRITORIO. “CANTINE IN WEB”, CLASSIFICA DEI MIGLIORI PORTALI BY WINENEWS. AL TOP C’É ANCORA SANTA MARGHERITA

Italia
Internet e il vino visti da Rob Donnelly

Il “digital divide” da colmare con settori di pregio del made in Italy come la moda è tanto, ma le cantine italiane, seppur in ritardo, hanno capito che il web non è più un accessorio della loro strategia di promozione, ma un protagonista, ed aumentano gli sforzi per migliorare i propri siti e la propria presenza on line. E, così, se la Sicilia si conferma, nel complesso, la Regione più all’avanguardia, crescono gli investimenti in tutta Italia, soprattutto in Piemonte, tra le regioni dove la qualità dei siti era più lontana dal blasone dei vini, non ancora al top ma molto migliorata. Nel complesso, quasi tutte le cantine utilizzano almeno un social network, e l’e-commerce, seppur ancora di nicchia, inizia a farsi largo. Ecco lo status quo che emerge da “Cantine in Web” n. 11, classifica dei migliori portali dei produttori italiani stilata da www.winenews.it, uno dei siti più cliccati dagli amanti del buon bere, dopo aver passato in rassegna più di 2.500 siti.
Al top, tra le cantine “Leader” sul web, si conferma la griffe veneta Santa Margherita (www.santamargherita.com), seguita dalla toscana Marchesi de’ Frescobaldi (www.frescobaldi.it). Posizione n. 3 per il rinnovato sito della siciliana Planeta (www.planeta.it), davanti al nuovo portale del gruppo veneto Allegrini (www.allegrini.it). Posizione n. 5 per il bellissimo sito di Donnafugata (www.donnafugata.it), che precede la new entry toscana Cinelli Colombini (www.cinellicolombini.it). Nella top 12 si confermano anche la cantina irpina Feudi di San Gregorio (www.feudi.it), al n. 7, e il colosso trentino Cavit (www.cavit.it), al n. 8, così come il portale della franciacortina Fratelli Muratori (www.arcipelagomuratori.it) al n. 9. Chiudono il gruppo dei “Leader” i nuovi siti della siciliana Tasca d’Almerita (www.tascadalmerita.it), del Gruppo Zonin (www.casavinicolazonin.it) e, ancora dalla Sicilia, di Cantine Settesoli (www.cantinesettesoli.it).
In generale, sembra che il mondo del vino italiano abbia compreso l’importanza e l’utilità che l’utilizzo di internet può avere, soprattutto se il sito aziendale viene affiancato dai social media (oramai praticamente tutte le cantine ne utilizzano almeno uno), anche se il divario con settori come quello della moda, per esempio, rimane tanto. Ma gli investimenti crescono un po’ in tutto il Belpaese, e se la Sicilia si conferma, nel complesso, la Regione più all’avanguardia, il Veneto dimostra quanto di buono seminato nel recente passato, è il Piemonte dove (insieme alla Toscana) il divario tra il grande blasone dei vini e la qualità dei siti internet era sicuramente fra i più grandi, la Regione in cui i produttori hanno investito di più sul web, con una situazione generale sicuramente oltre la “sufficienza”. Ma anche nel resto d’Italia, seppur con qualche differenza (va meglio il Centro Nord - ad eccezione della Toscana dalla quale, vista l’importanza dei vini e dei produttori, ci si aspetterebbe di più - del Sud - ad eccezione della Sicilia), lo stato dell’arte dei siti delle cantine italiane, sul 2010, è migliorato notevolmente.
Nell’era in cui il web 2.0 sta vivendo ormai la sua fase di piena maturità, anche il mondo del vino italiano sembra più preparato a sfruttarne le potenzialità, con tanti siti, per esempio, che non si pongono più solo come “vetrina” della cantina o come luogo di acquisto (con l’e-commerce che rimane una nicchia ma è sempre più diffuso), ma anche come portali dedicati all’enoturismo, con tante informazioni sul territorio, suggerimenti su itinerari e ristoranti e, talvolta, persino su strutture ricettive anche al di fuori delle mura dell’azienda.
E se il sito aziendale continua a rappresentare, spesso, un primo contatto, una sorta di “preliminare” all’acquisto di un vino o alla visita della cantina, per esempio, al contrario i social media, da Facebook a Twitter, da Flickr a YouTube, sono sempre di più luoghi virtuali in cui azienda e appassionato rimangono in contatto.
Confermando che la rete è sempre di più strumento principe per coltivare un legame stretto e diretto con un consumatore sempre più “infedele” che ha a disposizione un’offerta praticamente sconfinata, e luogo di elezione per costruire quella “brand reputation” sempre più fondamentale anche nell’eno-business.

L’analisi di www.winenews.it - Il vino italiano accelera su internet, investendo su siti, social network ed e-commerce, più convinto delle potenzialità del web 2.0
2,2 miliardi di utenti nel mondo, +528% dal 2000 al 2011: così si presenta internet nel 2011 (dati www.internetworldstats.com). Nessuno mezzo di comunicazione degli ultimi 20 anni può vantare un tasso di crescita simile. Senza contare che il 44,8% degli utenti è concentrato in Asia, nuovo “Eldorado” dei mercati mondiali, anche per il vino. Una crescita, quella di internet, destinata ad aumentare ancora, soprattutto grazie alla navigazione con smartphone, tablet e telefonini di ultima generazione: secondo “www.ourmobileplanet.com” (il servizio di statistica ad hoc firmato da Google) accede alla rete via mobile il 31% degli americani, il 35% dei cinesi e il 24% degli italiani, tanto per dare numeri su alcuni dei più importanti mercati di oggi e di domani per il vino del Belpaese. E anche gli investimenti pubblicitari, confermano lo stato di salute del web sui media tradizionali. Nella prima metà del 2011 in Italia, secondo gli ultimi dati Nielsen, la raccolta pubblicitaria ha superato i 2,5 miliardi di euro, in calo complessivo del 4,7% sul 2010. Ma internet, pur subendo un rallentamento nella crescita, ha fatto segnare un +14,1%, in netta controtendenza, superando i 300 milioni di euro.
Una potenzialità enorme, quella di internet, che finalmente anche le cantine italiane sembrano aver compreso, e sulla quale credono. Lo dimostra non solo la qualità dei siti, generalmente migliorata e con portali che guardano sempre di più anche fuori dal mondo dell’azienda, assumendo, in molti casi, quasi la funzione di siti di enoturismo, con tante informazioni sul territorio, e non solo enogastronomiche. Ma anche l’investimento di tempo e risorse umane sui social network, sempre più utilizzati nel mondo: Facebook conta più di 850 milioni di utenti, Twitter ha superato i 500 milioni, YouTube è il sito n. 3 del pianeta per visite giornaliere dopo Google e lo stesso Facebook, e LinkedIn ha già passato la soglia dei 100 milioni di profili registrati. E, così, come conferma anche un sondaggio di “OperaWine” (www.operawine.it), l’80% della cantine italiane al top utilizza in qualche modo il web 2.0 per il proprio business, e quel 20% che ancora non lo fa, in ogni caso, prevede di farlo nel 2012. Il social network più gettonato è Facebook, utilizzato dal 70% dei produttori per interagire con il pubblico di internet di tutto il mondo, fatto soprattutto di giovani, ma non solo. Poi viene Twitter (55%) seguito a pari merito da YouTube e dai “blog”, utilizzati dal 35% delle cantine.
E anche l’e-commerce delle cantine italiane, anche se rimane una nicchia, è sempre più presente nei siti aziendali, frutto anche di una tendenza che vede l’acquisto di vino direttamente in cantina crescere costantemente, e di cui il web rappresenta la “virtualizzazione”.
Un aumento del numero delle cantine che offrono questa opportunità che in Italia, per altro, segue un trend di crescita generale: in un quadro complessivo di calo dei consumi, il commercio on line ha fatto segnare nel 2011 un +20% sul 2010, a quota 8 miliardi di euro, con quasi un utente su tre, cioè 9 milioni di navigatori, che acquista on line, per una spesa salita dai 960 euro all’anno del 2010, ai 1.050 del 2011 (dati Osservatorio eCommerce B2c Netcomm-School of Management del Politecnico di Milano). Insomma, pur partite in ritardo, le cantine italiane stanno accelerando sul web, mostrando di crederci con più convinzione che in passato.

Focus - La classifica “Cantine in Web” 2012 - Santa Margherita resta al vertice, seguita da Marchesi de’ Frescobaldi e Planeta. Ai piedi del podio il nuovo sito di Allegrini, poi Donnafugata e Cinelli Colombini
La cantina veneta Santa Margherita (www.santamargherita.com), seguita dalla toscana Marchesi de’ Frescobaldi (www.frescobaldi.it) e dal rinnovato sito della siciliana Planeta (www.planeta.it). Poi il nuovo portale del gruppo veneto Allegrini (www.allegrini.it ), davanti al sempre bellissimo sito di Donnafugata (www.donnafugata.it ), che precede la new entry toscana Cinelli Colombini (www.cinellicolombini.it). Ecco i “Leader” del vino italiano sul web per “Cantine in Web” n. 11, classifica dei migliori portali dei produttori italiani stilata da www.winenews.it, uno dei siti più cliccati dagli amanti del buon bere, dopo aver passato in rassegna più di 2.500 siti. Nella top 12 si confermano anche la cantina irpina Feudi di San Gregorio (www.feudi.it), al n. 7, ed il colosso trentino Cavit (www.cavit.it), al n. 8, così come il portale della franciacortina Fratelli Muratori (www.arcipelagomuratori.it) al n. 9. Chiudono il gruppo dei “Leader” i nuovi siti della siciliana Tasca d’Almerita (www.tascadalmerita.it), del Gruppo Zonin (www.casavinicolazonin.it) e, ancora dalla Sicilia, di Cantine Settesoli (www.cantinesettesoli.it ).
Gli altri siti arrivati in finale sono Masi (www.masi.it), Firriato (www.firriato.it), Cusumano (www.cusumano.it), Michele Chiarlo (www.chiarlo.it), Terre da Vino-Cantine in Barolo (www.terredavino.it), Gravner (www.gravner.it), Lungarotti (www.lungarotti.it), La Valentina (www.lavalentina.it), Masciarelli (www.masciarelli.it), Argiolas (www.argiolas.it), Carpenè Malvolti (www.carpene-malvolti.com), Rocca delle Macìe (www.roccadellemacie.com), Elisabetta Foradori (www.elisabettaforadori.com), Duca di Salaparuta - Vini Corvo - Cantine Florio (www.duca.it - www.vinicorvo.it - www.cantineflorio.it).
Tra i siti da segnalare, quelli cioè non arrivati in finale ma interessanti dal punto di vista grafico, di contenuto o per qualche originale idea messa on line, anche www.astoria.itwww.braida.it, www.tenuterubino.com, www.bisol.it, www.drusian.it, www.arnaldocaprai.it, www.paoloenoemiadamico.it, www.agriverde.it, www.cantinazaccagnini.it, www.sansalvatore1988.it, www.cadelbosco.com, www.cantineferrari.it, www.foffani.it.

Focus - Il “racconto” della classifica completa di “Cantine in Web” 2012
I siti “Leader”
1 - Santa Margherita @@@@@
Il sito della griffe veneta Santa Margherita si conferma al primo gradino del podio: diretto e semplice nella grafica che valorizza la varietà e la ricchezza dei contenuti, capaci di calamitare l’attenzione di chi cerca info sui vini e sull’azienda, ma anche di chi cerca curiosità sul vino in generale, dai brindisi più celebri della storia ai giochi, dal corso on line sul mondo di Bacco al premio letterario. Aggiornatissime le news, cresce la sezione video ed è sempre più efficace l’interazione con i social network. Con un pizzico di animazione grafica in più sarebbe esattamente il sito-modello.
www.santamargherita.com

2 - Marchesi de’ Frescobaldi @@@@@
Al di là di una home page che forse non valorizza subito la ricchezza del sito, bastano un paio di click per dire che quello di Marchesi de’ Frescobaldi si conferma tra i migliori siti del vino italiano. Aggiornatissima la sezione “corporate”, ma tanto altro nel “Mondo Frescobaldi”, pagina completamente orientata all’interazione con gli utenti, con molte rubriche, visite virtuali alle tenute e tanto social networking, con Facebook, Flickr e un canale su You Tube ricco di video, ma anche una sezione con le recensioni dei vini scritte dagli appassionati. A loro è dedicata, tra le altre, una pagina con tutti i locali che servono i vini Frescobaldi al bicchiere.
www.frescobaldi.it

3 - Planeta @@@@@
Sito completamente rinnovato, quello di Planeta, nel segno di una grafica più moderna in ogni sezione, che valorizza ancora di più la ricchezza dei contenuti, con novità simpatiche come la fotogallery dei vigneti che, aggiornata ogni poche ore, racconta “day by day” l’evolversi del lavoro in azienda. Tante le info sulla cantina e sui vini (interessante l’illustrazione della composizione dei vitigni di ogni bottiglia con una intuitiva legenda a colori), e poi molti video, foto, social e una grande attenzione al territorio e ai suoi tesori (non solo enogastronomici) che ne confermano la vocazione da portale “enoturistico”.
www.planeta.it

4 - Allegrini @@@@ Concept totalmente rinnovato per il sito di Allegrini, con un approccio “multichannel” che, già dall’home page, mostra la ricchezza dei contenuti del portale. Un finestra su tutte le tenute del gruppo, ma anche i video e i “tweet” degli eno-appassionati in bella evidenza, una sezione ricca di consigli sulle ricette e sugli abbinamenti migliori per i vini della griffe dell’Amarone, e ancora tante notizie sempre aggiornate in ogni sezione. Se aggiornato con frequenza può diventare un esempio ideale per i gruppi vinicoli che hanno tante tenute e tante cose da raccontare. www.allegrini.it 5 - Donnafugata @@@@
Rinnovato nella grafica e ora più semplice da navigare, come sempre accattivante e ricchissimo il sito di Donnafugata, in cui il vino fa da filo conduttore attraverso il territorio di Sicilia, ma anche l’arte e la musica, con tante sezioni dedicate non solo agli appassionati di vino. Caso raro di sito completamente tradotto in 9 lingue (tra cui russo e giapponese). Bellissimi, ricchi e intuitivi nella navigazione gli itinerari dedicati alla Sicilia, che ne fanno un portale di territorio, così come le splendide fotogallery. E grande attenzione, anche in questo caso, ai social network e allo spazio per gli appassionanti, che possono lasciare sul sito le loro dediche.
www.donnafugata.it

6 - Cinelli Colombini @@@@ Portale enoturistico “tout court”, quello di Cinelli Colombini, che con una grafica semplice ma elegante comunica da subito la vocazione all’accoglienza della produttrice. Ricco di informazioni sulle cantine e sui prodotti, perfettamente integrato con tutti i più importanti social network, al punto che già dall’home page valorizza il concetto della “community” di Facebook. Non mancano la newsletter e sezioni dedicate agli eventi e alle curiosità del territorio. Unico “neo”, la sezione video avviata ma con ancora pochissimi contenuti.
www.cinellicolombini.it

7 - Feudi di San Gregorio @@@@
Mappe suoi luoghi di interesse del territorio, info sui vini e sull’azienda dettagliatissime, notizie sempre aggiornate su tutti gli aspetti della vita della cantina, da quelli più tecnici a quelli glamour e tanto altro. Quello di Feudi di San Gregorio si conferma uno dei migliori siti del vino italiano, con una grande varietà di contenuti organizzata in una grafica elegante, immediata e di facile navigazione. Impostato più come un web magazine che come sito aziendale, dove non mancano curiosità come il sommelier on line, le ricette e tanto altro, che raccontano anche la vita del Wine Bar e del ristorante Marennà, parti integranti della vita aziendale. Manca solo un pizzico di multimedialità.
www.feudi.it

8 - Cavit @@@@
Si conferma al top il sito del colosso trentino Cavit, che mantiene la sua vocazione ad un target fatto di giovani. E così, se nelle pagine interne non mancano dettagliatissime informazioni su azienda e prodotti, la colorata home page valorizza soprattutto i contenuti più informali: dal quiz per scoprire le proprie competenze sul vino, a menu consigliati con tanto di vino e ricette per organizzare una cena in casa, dalle curiosità sul mondo di Bacco all’enoteca on line, fino alle ricette per i cocktail da preparare con i vini del gruppo. Uno dei migliori siti, nonostante manchi ancora un po’ di interazione con gli utenti.
www.cavit.it

9 - Fratelli Muratori @@@@
Web 2.0, interazione con gli utenti e multimedialità: ecco i punti di forza di un sito che punta decisamente e consapevolmente sullo scambio e sulla condivisione dei contenuti con gli appassionati. Un sito semplice e leggero nella grafica, che con una grande navigabilità apre le porte su tutte le cantine e tutte le attività dell’universo Muratori. News sempre aggiornatissime in modo originale, così come il “MuraBlog”. E con una media gallery ricca (seppur meno aggiornata del resto del sito) e con qualche “chicca”, come le canzoni, ascoltabili direttamente dal sito, abbinate ad alcune etichette del gruppo.
www.arcipelagomuratori.it

10 - Tasca d’Almerita @@@@
Rinnovato, meno giocato sulle emozioni e più sui contenuti che in passato, ma sempre con una grafica curatissima e di grande impatto, il sito di Tasca d’Almerita è sicuramente tra i migliori. Tante sezioni che valorizzano le tenute e i tanti aspetti dell’attività della cantina, dalla produzione alla sostenibilità, fino a quelli più “intimi” come la sezione dedicata a “L’Orto di Casa”. Aggiornatissime le news, splendide le immagini e dettagliatissime le schede di prodotto. E con un po’ di social networking in più può crescere ancora.
www.tascadalmerita.it

11 - Zonin @@@
Sito nuovo anche per il Gruppo Zonin, il cui punto di forza è sicuramente l’interazione con i social network, Facebook in primis, sempre aggiornatissimo e con uno sguardo anche fuori dal mondo del vino, e con il blog “wineislove” curato da Francesco Zonin. Sito che con un’impostazione grafica semplice riesce a valorizzare le tante tenute del Gruppo, anche grazie a contenuti facilmente navigabili e sempre esaustivi. Unico appunto, qualche sezione non aggiornatissima, come ad esempio i video.
www.casavinicolazonin.it

12 - Cantine Settesoli @@@
Nuovo nella grafica e nei contenuti il sito del colosso siciliano Cantine Settesoli, colorato, user friendly e ricco di curiosità. Completissime le schede dei vini, ai quali vengono suggeriti almeno due piatti da abbinare, e ricchissime e graficamente originali le tante ricette di territorio presentate. Buona anche l’integrazione con i social network, grazie ad un profilo aggiornatissimo e ad iniziative come il concorso “tagga un amico a cena”. Aggiornata la rassegna stampa, manca solo un po’ di multimedialità in più.
www.cantinesettesoli.it

I “Finalisti”
13 - Masi
Nuova veste grafica e nuovi contenuti per il sito di Masi Agricola, con tantissime informazioni sui prodotti e sugli aspetti tecnici della vita aziendale, ma anche sul territorio e sulle iniziative. Originale l’esposizione on line dei vini, ognuno corredato da una spiegazione via video dell’enologo.
www.masi.it
14 - Firriato
Grande impatto emozionale per il sito di Firriato, con immagini e musica suggestive già dall’home page. Esteticamente inappuntabile e con info su cantina e vini molto esaustive, punta sulla navigabilità estremamente efficace.
www.firriato.it
15 - Cusumano
Colorato, graficamente originale e di semplice navigazione, il sito di Cusumano racconta l’azienda con tanti contenuti su prodotti e territori, con immagini suggestive. Ben aggiornate le news e le recensioni, ma non c’è interazione con i social network.
www.cusumano.it
16 - Michele Chiarlo
Sicuramente uno dei siti più originali nell’impostazione grafica, con tante sezioni e tanti contenuti ricchi di informazioni e navigabili con grande rapidità. Aggiornato e ricco di contenuti il canale video su YouTube.
www.chiarlo.it
17 - Terre da Vino-Cantine in Barolo
Sito semplice e fresco nella grafica, oltre a fornire tante info su vini e cantina, è una piccola enciclopedia del territorio piemontese, con tante curiosità su storia e cultura. Ben aggiornata la sezione dedicata alla news.
www.terredavino.it
18 - Gravner
Originale ma sempre uguale a se stesso nella grafica, il sito di Josko Gravner, uno dei migliori nel trasferire su web l’identità del produttore, si è arricchito di una aggiornata sezione news, integrata da un buon utilizzo di Facebook.
www.gravner.it
19 - Lungarotti
Sicuramente ricchissimo di contenuti sui vini e sull’enoturismo, valorizzati da una grafica semplice ma forse un po’ troppo statica, che andrebbe “rinfrescata”. Aggiornatissime le notizie, complete ed esaustive le schede dei vini.
www.lungarotti.it
20 - La Valentina
Il punto di forza sono le tantissime e dettagliatissime informazioni su azienda e prodotti, e la navigabilità semplice e veloce. Potrebbe migliorare dal punto di vista grafico e nell’aggiornamento di alcune sezioni.
www.lavalentina.it
21 - Masciarelli
Splendide immagini e grande navigabilità per il sito della cantina abruzzese, con news aggiornate sulle attività dell’azienda e informazioni dettagliatissime sui vini. Manca solo un po’ di multimedialità.
www.masciarelli.it
22 - Argiolas
Tantissimi contenuti sui prodotti e le attività dell’azienda, forse non valorizzati appieno da una grafica elegante, dove il colore gioca con lo sfondo “all black”, ma che richiede un po’ di sforzo all’utente per essere navigata. Aggiornatissime le news, come il profilo Facebook.
www.argiolas.it
23 - Carpenè Malvolti
Forse il sito del vino italiano più “fashion style”: molto emozionale, con immagini e musica. Tante news su eventi ed iniziative, un profilo Facebook aggiornatissimo e una ricca sezione video. E pur tra tante curiosità e uno stile informale, non mancano le informazioni tecniche su azienda e prodotti.
www.carpene-malvolti.com
24 - Rocca delle Macìe
Approccio diretto per il sito di Rocca delle Macìe, in linea con la “filosofia” del Web 2.0. Tanti spunti cursiosi, come il Rockablog e la Rocca Tv, molti rimandi a siti esterni e grande navigabilità. Aggiornatissime le news e il canale video.
www.roccadellemacie.com
25 - Elisabetta Foradori
Caratteristico nella grafica e sicuramente unico nel suo genere, il sito è sicuramente ricco di informazioni e ben aggiornato, anche se la navigazione, nonostante la grafica leggera, non è delle più immediate.
www.elisabettaforadori.com
26 - Duca di Salaparuta - Vini Corvo - Cantine Florio
Come sempre riuniti sotto un unico “cappello”, poiché realizzati dalla stessa agenzia di comunicazione, i tre siti di Duca di Salaparuta, Vini Corvo e Cantine Florio (di proprietà della Illva di Saronno Holding Spa) sono sempre notevoli per immagine, stile e completezza delle informazioni. Ma sono identici da tempo, e con contenuti non sempre aggiornati.
www.duca.it, www.vinicorvo.it, www.cantineflorio.it

Da segnalare
www.astoria.it
www.braida.it
www.tenuterubino.com
www.bisol.it
www.drusian.it
www.arnaldocaprai.it
www.paoloenoemiadamico.it
www.agriverde.it
www.cantinazaccagnini.it
www.sansalvatore1988.it
www.cadelbosco.com
www.cantineferrari.it
www.foffani.it

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018