02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

La Festa Vini Classici della Valpolicella compie 60 anni, ad Alba continua Vinum: ecco gli eventi

A Pedemonte si festeggiano i vini veneti, a Caorle va inscena l’edizione n. 1 di “Street Wine”. E in Val d’Orcia, nel week end, la star è l’Orcia Doc

Nonostante il maxi ponte, che ha portato milioni di turisti, italiani e non, a mettersi in viaggio, il mondo del wine & food non si ferma, e WineNews continua la sua marcia tra i tanti eventi che infittiscono l’agenda, che hanno come protagonista assoluto il succo di Bacco, ma anche tanti prodotti gastronomici tipici e amati in tutto il mondo. Il 29 aprile, a Pedemonte, Verona, va in scena l’edizione n. 60 della Festa Vini Classici della Valpolicella, che festeggia guardando al successo delle denominazioni d’origine sospeso tra passato e futuro. Un parterre di esponenti del panorama viticolo internazionale, come Ernesto Abbona della Marchesi Barolo, Emilio Pedron della griffe storica della Valpolicella Bertani Domains e Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi, che risponde su temi cardini del mondo enologico, come longevità, modernità e unicità, nella tavola rotonda in programma.
Intanto, ad Alba, sotto le feste, c’è Vinum, la Fiera Nazionale dei vini di Langhe Roero e Monferrato, la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia, appuntamento che coniuga cultura street e proposta di alta qualità, alla scoperta del centro storico di Alba e delle colline decretate Patrimonio dell’Umanità Unesco, iniziato il 25 aprile e in agenda fino al 28 aprile, e poi di nuovo in scena il 1 maggio, e infine il week end del 4 e del 5 maggio.
Le vie di Caorle, in provincia di Venezia, si trasformano invece in una grande cantina a cielo aperto con la prima edizione di “Street Wine”, il festival dei vini e dei sapori della tradizione, co-organizzato da Associazione Culturale Hostaria Verona col Comune di Caorle. Evento che si sviluppa con la formula, vincente ormai, che mette insieme stand di cantine di tutte le più famose e amate Doc di Veneto e Friuli, e il cibo di strada, l’amato street food, tra cucina classica e rivisitazione della tradizione a tavola. E non mancheranno i momenti musicali e artistici, tra concerti e performance itineranti, e le conferenze, tra alimentazione e sport.

In Piemonte, Lombardia e Veneto
Sulle colline del Conegliano Valdobbiadene la bella stagione è annunciata dalla Primavera del Prosecco Superiore, una delle rassegne enologiche più conosciute d’Italia. 16 tappe che, cominciate il 16 marzo e che proseguiranno fino al 9 giugno, accenderanno i riflettori sul territorio che dà vita alle bollicine più conosciute del mondo. L’edizione n. 24 della rassegna si svilupperà nel territorio del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, proponendo al pubblico un itinerario davvero originale in cui gastronomia, arte, storia, sport e cultura diventano un unico percorso: dalle tradizionali “Mostre del Vino” alle passeggiate turistiche, dai circuiti dedicati alle due ruote alle mostre d’arte, ancora una volta l’evento proporrà appuntamenti per tutte le esigenze, come testimoniano gli oltre 250.000 visitatori delle scorse edizioni.
Intanto, continuano gli eventi alla Cantina Urbana, la prima cantina in pieno centro a Milano aperta da Michele Rimplici, sul Naviglio Pavese, con serate settimanali di Wtf - Wine Tasting Friends tra vino, food e dj set (ogni mercoledì), gli appuntamenti del Wine Collective, che vedranno protagonisti produttori di vino e di eccellenze gastronomiche regionali insieme alle loro storie di successo, e gli esclusivi percorsi di degustazione “Tour & Tasting” e “Crea il tuo Blend”.
Per la Milano Design Week di quest’anno, che animerà la capitale meneghina dal 3 al 29 aprile, la storica Pasticceria Cucchi sarà rivisitata dalla designer Cristina Celestino dando vita a “Caffè Concerto Cucchi”. La designer omaggia la città senza veli di nostalgia e, ispirandosi al tema del “Caffè Concerto”, reinventa un luogo consolidato nella memoria di molti milanesi: il 2 aprile, il locale darà un’esclusiva preview della rivoluzione stilistica, con tanto di cocktail party.
Ancora eventi a Milano: all’Honesty Club c’è la musica a fare da protagonista a Vinil-Cultori, evento mensile che prenderà il via il 18 aprile, e che vedrà i vinili, con il loro inconfondibile suono analogico, che accompagneranno la degustazione dei vini di selezionate cantine italiane.
Al ristorante La Cloche 1967 a Torino, un salotto del gusto dall’antica tradizione, sempre gestito dalla famiglia Bello, ora con il giovane chef Luca Taretto, ricco di esperienze internazionali e anche ai fornelli accanto a Carlo Cracco, continua il percorso a tappe messo a punto con gli storici della gastronomia Clara & Gigi Padovani che racconta a tavola grandi personaggi torinesi come lo scrittore Mario Soldati (Viaggio nella Valle del Po con Mario Soldati a vent’anni dalla morte, 18 maggio).

In Toscana
Sotto i riflettori degli eventi wine & food, c’è la Val d’Orcia, gioiello patrimonio dell’Unesco dal 2004, e i suoi prodotti tradizionali, enoici e gastronomici. A San Quirico d’Orcia, va in scena l’edizione n. 10 dell’Orcia Wine Festival, dal 25 al 28 aprile, l’appuntamento nella splendida cornice di Palazzo Chigi Zondadari con la degustazione di Orcia Doc, e non solo. Il tema di questa edizione è “Francigena di Vino”, e focus sarà quindi il viaggio, a piedi o in bici, alla scoperta delle cantine e delle colline del territorio.
Non molto lontano, ad appena 18 chilometri, a Buonconvento invece ad animare il week end c’è il “Festival di Nova Eroica”: dal 26 al 28 aprile torna il format ciclistico firmato Eroica che permette a tutti i tipi di bici di percorrere un tratto dello storico tragitto che si snoda tra le strade bianche di una delle terre più belle del mondo. Ma non solo biciclette: tra i momenti più amati ci sono il “Mercato nel borgo”, viaggio alla scoperta di piccoli produttori ed artigiani che nel caratteristico centro storico toscano, racconteranno l’eccellenza dei prodotti toscani e italiani, il “Ristorante di Strada” ideato dai ristoratori di Buonconvento che proporranno le loro specialità a pranzo e cena, ed i cooking show in teatro. Inoltre nei giorni del Festival sarà possibile visitare anche il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, allestito all’interno del meraviglioso palazzo liberty Ricci Soccini e al Museo della Mezzadria Senese, ospitato nei suggestivi spazi seicenteschi di un antico granaio padronale, che raccontano la storia di questo angolo di Toscana.
Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore.Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
A Volterra, intanto, continuano le Cene Galeotte, iniziate il 5 aprile e che andranno avanti fino al 9 agosto, progetto ideato dalla direzione della Casa di Reclusione di Volterra e realizzato in collaborazione con Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus che dal 2006 fa della struttura toscana non solo un luogo unico di integrazione e solidarietà, ma anche un punto di riferimento per tanti altri Istituti italiani che propongono oggi analoghi percorsi rieducativi. L’iniziativa propone ai detenuti un percorso formativo attraverso cene mensili aperte al pubblico e realizzate con il supporto - a titolo gratuito - di chef professionisti: il ricavato di ogni serata - circa 120 i posti disponibili - è interamente devoluto a progetti di beneficenza realizzati in collaborazione con il mondo del volontariato laico e cattolico. Questa edizione in particolare andrà a sostenere organizzazioni onlus e iniziative di solidarietà di respiro nazionale ed internazionale dedicate al mondo dell’infanzia.

Eventi in tutta Italia
Cucina gourmet, territorialità e prezzi pop invadono tutta Italia, come ingredienti dell’iniziativa che per il settimo anno consecutivo si propone di valorizzare il moderno ristorante e il territorio, strizzando l’occhio alla clientela più giovane o timorosa: è quella firmata InGruppo, il progetto che vede 22 chef e patron - per 14 stelle - di alcuni dei più importanti ristoranti italiani far conoscere le meraviglie della cucina di qualità e promuovere il “Piacere a tavola” fino al 30 aprile offrendo menù, vini compresi, al costo prestabilito di 60 euro a persona (con il “Diritto di tappo”, grazie al quale è possibile portare le proprie bottiglie con un costo extra di 10 euro per il servizio), 120 euro dagli stellati A’Anteprima dello chef Daniel Facen, allo storico tristellato Da Vittorio dei fratelli Cerea, al Mudec dello chef superstellato Enrico Bartolini e dallo stellato Sadler dello chef Claudio Sadler.
Fino al 2 maggio al Mercato Centrale di Roma è di scena “Mangiadischi”, con il Tenax, storica disco fiorentina che arriva nella Capitale, per raccontare che effetto può avere il cibo sulla musica e viceversa, con gli show cooking di coppia tra dj e artigiani.

La stagione delle Anteprime prosegue con Sicilia, Costa Toscana e Soave. Torna l’evento internazionale Vinexpo Bordeaux
Mentre prosegue la lunga stagione delle Anteprime, sono tanti gli eventi in cui i produttori dei più celebri territori italiani presentano le nuove annate delle loro etichette. È tempo di Sicilia en Primeur, il 9 e 10 maggio, a Siracusa, con le tante declinazioni enoiche dell’isola-continente con la regia di Assovini, e poi dell’Anteprima dei vini della Costa Toscana con “I Grandi Cru della Costa Toscana” a Lucca (Real Collegio, 4-5 maggio), e, sempre a maggio, del gran finale con la Soave Preview, il 17 e 18 maggio, firmata dal Consorzio di Tutela del Soave.
Impossibile poi non segnalare uno degli eventi più attesi del mercato enoico mondiale, il ritorno biennale di Vinexpo Bordeaux, dal 13 al 16 maggio nel rinnovato quartiere fieristico di Bordeaux (grazie ad un investimento di oltre 34 milioni di euro). La città simbolo del vino di Francia riunirà i maggiori buyer e decision maker da tutto il mondo, dall’Europa all’Asia, passando per gli Stati Uniti. Una dimensione ribadita anche dagli espositori, 1.600 in tutto, il 20% dei quali per la prima volta a Bordeaux, da 29 Paesi diversi, dalla Francia, ovviamente, all’Italia, dalla Germania al Regno Unito, dal Portogallo alla Georgia, dagli Stati Uniti al Libano, dal Sudafrica all’Austria, senza dimenticare la Cina, con tre new entry, Svezia, Turchia e Vietnam. E, ad avere uno spazio importante, sarà, in linea con trend e consumi, il vino biologico e biodinamico nel suo spazio, “WOW ! World of Organic Wines”, che riunirà 150 produttori da 9 Paesi e un ristorante green. La questione ambientale, poi, torna prepotentemente sulla scena, e sarà al centro anche di “Act for change”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019