02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RICOSCIMENTI AL MADE IN ITALY

La grande passione per i vini italiani, dai wine lovers alla critica: Italia al top di Mundus Vini

Tra 7.500 vini del mondo il Belpaese fa incetta di medaglie nel celebre Concorso internazionale. Miglior territorio il Veneto, miglior cantina Farnese
MEININGER, MUNDUS VINI, Mondo
Lo Spring Tasting 2020 di Mundus Vini

Un elevato livello di qualità e, su tutti, un Paese che emerge: è l’Italia del vino, la più premiata con le sue etichette espressione di una varietà e di una qualità uniche al mondo e che appassionano tanto i wine lovers quanto la critica, a Mundus Vini 2020, nello Spring Tasting dell’edizione n. 26 di uno dei Concorsi enologici più importanti al mondo firmato dall’editore tedesco Meininger Verlag, con 7.500 vini di 45 Paesi degustati alla cieca da 268 esperti di 54 Paesi. Il Belpaese vince il maggior numero di riconoscimenti nella competizione nazionale non ufficiale con 658 Medaglie, seguita da Spagna (631), Francia (325), Portogallo (286) e Germania (239). E, nel dettaglio, se il Gran Premio Internazionale del Vino si è concluso con il riconoscimento di 43 Gran Medaglie d’Oro, 1.546 Medaglie d’Oro e 1.406 Medaglie d’Argento, i vini italiani hanno conquistato 4 Gran Oro, 321 Oro e 333 Argento. Il Montepulciano d’Abruzzo Il Rabdomante 2017 di Feudi Bizantini (Best of Show Montepulciano d’Abruzzo), l’Isola dei Nuraghi Rosso Igt Jù 2017 della Cantina Sociale di Dolianova (Best of Show Sardinia), il Terre Siciliane Rosso Igp Josué 2018 di Bollina (Best of Show Sicily red) e il Ripasso 2016 di Buglioni (Best of Show Valpolicella Ripasso Superiore Classico), sono i Gran Oro italiani.
L’Italia si è confermata protagonista indiscussa nel confronto internazionale, di scena nei giorni scorsi a Neustadt, nella Weinstraße: tra i migliori Gold oer tipologia, si va dall’Amarone della Valpolicella (con il Barriques 2015 di Zeni Best of Show Amarone della Valpolicella e il Costa delle Corone 2010 di Monteci come Classico), territorio pluricelebrato anche con il Primo Ripasso Castelliere Delle Guaite 2016 di Montresor Best of Show Valpolicella Ripasso Superiore) al Lugana (con il 2019 della Cantina Valpolicella Negrar Best of Show), dal Barolo (il Vinum Vita Est Riserva 2012 di Terre del Barolo è Best of Show) al Chianti Classico (con il Sergioveto Riserva 2015 di Rocca delle Macìe, Best of Show Riserva e il Vigneti La Selvanella Riserva 2014 di Melini-Giv Best of Show Chianti Classico), dal Brunello di Montalcino (con il 2015 di Castello Banfi Best of Show) al Taurasi (con il Campore 2008 di Terredora di Paolo Best of Show Campania), dal Prosecco (con Best of Show il Vigna del Cuc Superiore 2018 di Col Sandago e In retail market il Prestige Orange Label Doc di Mionetto) al Trentodoc (con la Cuvèe 28+ di Rotari-Gruppo Mezzacorona Best of Show), dai grandi vini rosati ai bianchi (Best of Show Alto Adige è il Merlot Riserva Brenntal 2016 di Kurtatsch, il Soave Classico Borgo San Lorenzo Biscardo 2019 di Mabis il Best of Show Soave, Best of Show Gavi l’Aurora 2019 di Roberto Sarotto, Hey French You Could Have Made This But You Didn’t Multivintage di Pasqua il Besto of Show Veneto White, il Garda Doc Maximilian I di Cantina di Soave il Best of Show Italy white in retail markets), e, ancora Primitivo di Manduria (Best of Show è il 4Cento Ace of Hearts 2017 di Cinque Segni), Pinot Nero (con Best of Show Trentino red il Vigna Cantanghel 2016 di Maso Cantanghel), Sangiovese di Romagna (Besto of Show Emilia Romagna è il Vigneti Romio Riserva 2016 di Caviro), Toscana Rosso (con l’Alauda 2016 di Ruffino Best of Show), i rossi del Salento (con Best of Show l’Alenico 2017 di Caviro), ma anche Vin Santo (con il Chianti Doc 2015 di Fattoria La Vialla Best of Show Italy noble sweet). Con 166 Medaglie, il Veneto è la miglior Regione del vino italiano, con 1 Gran Oro, 76 Oro e 89 Argento, seguita dalla Puglia con 110 Medaglie (57 Oro e 53 Argento) e dalla Toscana con 97 (53 Oro e 44 Argento). La cantina italiana di maggiore successo è Farnese Vini, con 20 Medaglie complessive (11 Ori e 9 Argenti). Tra i vari premi ricevuti, il suo Primitivo 2019 ha ottenuto un Oro e il riconoscimento Best of Show Puglia.
Sul secondo gradino del podio si è posizionata la Spagna, con 9 Gran Oro, 344 Oro e 278 Argento, mentre il terzo gradino è andato alla Francia con 6 Gran Oro, 170 Oro e 149 Argento.
“La degustazione primaverile è un buon indicatore della qualità dei vini che stanno arrivando sul mercato adesso - spiega Christian Wolf, responsabile degustazioni Mundus Vini - dalle cifre e dai feedback dei nostri degustatori, notiamo che il livello della qualità è aumentato di parecchio quest’anno. Ma sono stati nuovamente i vini dell’Europa dell’Est a lasciare un’impronta positiva, guidati dalla Moldavia. I Paesi che producono vini per tradizione sono ancora ai vertici, ma la quantità di Paesi d’origine da buoni a molto buoni crescerà significativamente in futuro”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli