02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Le Anteprime continuano con Campania Stories, la Val d’Orcia celebra Giulio Gambelli: gli eventi

A Bologna vanno in scena i Roero Days, mentre La Filiale, progetto di Franco Pepe al relais L’Albereta, del gruppo Moretti, compie 2 anni

Il mondo del vino non finisce mai di presentare le sue nuove annate al grande pubblico di “addetti ai lavori” ed enoappassionati: con la ProWein n. 25 alle spalle, e lo sguardo già rivolto a Vinitaly, salone internazionale del vino di scena a Verona dal 7 al 10 aprile, la stagione delle Anteprime non accenna a fermarsi. Il meglio della produzione della terra dell’Aglianico, del Taurasi, della Falanghina e dei vini del Sannio a Napoli si presenta a Campania Stories, al via oggi e che prosegue fino al 31 marzo. E mentre prosegue la Roero Week, iniziata il 25 marzo e che andrà avanti fino al 5 aprile, il 31 marzo e il 1 aprile Bologna ospita l’evento centrale, i Roero Days, rassegna dei vini della Doc Roero, raccontati in degustazioni, incontri e dialoghi con i produttori organizzati dal Consorzio di Tutela del Roero.
Da oggi al 30 marzo, invece, nel cuore della Val d’Orcia, in Toscana, tornano le Giornate Giulio Gambelli, dedicate alla memoria di “bicchierino”, patriarca del successo del Sangiovese, il maestro assaggiatore per eccellenza e più talentuoso che l’Italia abbia avuto, volute da Pasquale Forte, alla guida di Podere Forte, diventata in pochi anni una delle cantine di riferimento della Doc Orcia. Giornate in cui si riuniranno nella Val d’Orcia patrimonio Unesco, alcuni dei nomi top della viticoltura e dell’enologia del Belpaese e d’Oltralpe, a dibattere sul tema de “Il luogo, marchio del gusto”: ospite d’onore Aubert de Villaine co-proprietario di una delle cantine più prestigiose del vino mondiale, Domaine Romanée-Conti, icona della Borgogna.
Un compleanno da non perdere è quello de La Filiale, il progetto di Martino de Rosa e il pizzaiolo più premiato d’Italia, Franco Pepe, a L’Albereta Relais & Châteaux, di proprietà del Gruppo Terra Moretti, di cui fa parte Bellavista, griffe enoica nel cuore del Franciacorta. Martino de Rosa e Carmen Moretti, nel 2017, hanno voluto portare il meglio della pizza in un territorio dinamico e in costante crescita come quello della Franciacorta. Per farlo hanno ideato il concetto de La Filiale, nel giardino del resort L’Albereta, in cui è possibile degustare la pizza di Franco Pepe assieme a una selezione dei migliori vini del mondo: una collaborazione che si è dimostrata proficua e lungimirante, avvalorando l’attitudine della società a saper “guardare oltre”. La serata di festeggiamenti, il 28 marzo, sarà quindi dedicata a questo connubio vincente, con le pizze del maestro Pepe, che incontreranno la creatività dello chef Fabio Abbattista e la Riserva Vittorio Moretti di Bellavista.

Scorrendo l’agenda degli eventi con WineNews
A Torino & in Piemonte
Al ristorante La Cloche 1967 a Torino, un salotto del gusto dall’antica tradizione, sempre gestito dalla famiglia Bello, ora con il giovane chef Luca Taretto, ricco di esperienze internazionali e anche ai fornelli accanto a Carlo Cracco, un percorso a tappe messo a punto con gli storici della gastronomia Clara & Gigi Padovani racconta a tavola grandi personaggi torinesi come l’imprenditore Riccardo Gualino fondatore di Venchi (Riccardo Gualino cioccolatiere: dall’antipasto al dolce con il Cibo degli Dei, 13 aprile) e lo scrittore Mario Soldati (Viaggio nella Valle del Po con Mario Soldati a vent’anni dalla morte, 18 maggio).
Il 29 marzo, a Montelupo Albese, il protagonista assoluto è il Dolcetto d’Alba: al Ristorante Ca’ del Lupo, alcuni dei produttori vitivinicoli locali presenteranno in anteprima i vini delle ultime vendemmie, in abbinamento a prodotti gastronomici tradizionali.
“Stelle & Calici”, evento promosso da Vite in Riviera, con una serie di cene di chef stellati con i migliori prodotti liguri di stagione e Presìdi Slow Food, in abbinamento ai vini Dop e Igp della Riviera Ligure di Ponente, si conclude invece con Marco Sacco al Piccolo Lago a Verbania (28 marzo). Per gli amanti di vino & musica, infine, l’appuntamento è nelle Langhe, dove fino al 14 aprile tra Alba e Bra, i prestigiosi vini delle cantine langarole e di altri importanti territori italiani incontrano la musica classica nell’edizione 2019 dell’Alba Music Festival con la rassegna “Bacco & Orfeo” e nei suoi “concerti-aperitivo”: ogni domenica sono previsti due concerti, la mattina nell’affascinante Chiesa di San Giuseppe ad Alba e nel pomeriggio nel Coro della Chiesa braidese di Santa Chiara a Bra, accompagnati da una degustazioni di vini.

In Veneto & Friuli
Sulle colline del Conegliano Valdobbiadene la bella stagione è annunciata dalla Primavera del Prosecco Superiore, una delle rassegne enologiche più conosciute d’Italia. 16 tappe che, dal 16 marzo al 9 giugno, accenderanno i riflettori sul territorio che dà vita alle bollicine più conosciute del mondo. L’edizione n. 24 della rassegna si svilupperà nel territorio del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, proponendo al pubblico un itinerario davvero originale in cui gastronomia, arte, storia, sport e cultura diventano un unico percorso: dalle tradizionali “Mostre del Vino” alle passeggiate turistiche, dai circuiti dedicati alle due ruote alle mostre d’arte, ancora una volta l’evento proporrà appuntamenti per tutte le esigenze, come testimoniano gli oltre 250.000 visitatori delle scorse edizioni.
A Verona, fino al 28 marzo, nella storica Bottega del Vino prosegue la rassegna “Versi in Bottega”, con un nuovo format e con la voglia di raccontare, anche in maniera canzonatoria e informale, diversi temi nel cuore degli organizzatori, nella speranza di appassionare e suscitare la curiosità del pubblico, dall’oste della Bottega Luca Nicolis all’attore teatrale di Casa Shakespeare Solimano Pontarollo: proprio il 28 marzo ci sarà un omaggio a Peppino Impastato, un uomo che non dovremmo dimenticare mai.

A Milano e in Lombardia
A Milano l’attesa per Vinitaly si scalda: il 1 aprile, nella cornice del Museo Bagatti Valsecchi, la griffe enoica trentina Cavit presenterà in anteprima le etichette che debutteranno ufficialmente proprio a Vinitaly. Una cena-degustazione in cui i vini esclusivi saranno raccontati dagli enologi della maison, Andrea Faustini e Fabrizio Marinconz.
Intanto, continuano gli eventi alla Cantina Urbana, la prima cantina in pieno centro a Milano aperta da Michele Rimpici, sul Naviglio Pavese, con serate settimanali di Wtf - Wine Tasting Friends tra vino, food e dj set (ogni mercoledì), gli appuntamenti del Wine Collective, che vedranno protagonisti produttori di vino e di eccellenze gastronomiche regionali insieme alle loro storie di successo (il 21 marzo con Chiara Onida del caseificio Il Boscasso dall’Oltrepò Pavese, il 4 aprile con Giuliano Iuorio e il progetto Langa Style, il 18 aprile con Gentile Thogan dell’omonimo salumificio di Varzi in Oltrepò), e gli esclusivi percorsi di degustazione “Tour & Tasting” e “Crea il tuo Blend”.
In occasione della Milano Design Week di quest’anno, che animerà la capitale meneghina dal 3 al 29 aprile, la storica Pasticceria Cucchi sarà rivisitata dalla designer Cristina Celestino dando vita a “Caffè Concerto Cucchi”. La designer omaggia la città senza veli di nostalgia e, ispirandosi al tema del “Caffè Concerto”, reinventa un luogo consolidato nella memoria di molti milanesi: il 2 aprile, il locale darà un’esclusiva preview della rivoluzione stilistica, con tanto di cocktail party.

In Emilia Romagna & Toscana
Ais-Associazione Italiana Sommelier Toscana dedica tre cicli di incontri ai propri soci per conoscere più a fondo tre delle più grandi denominazioni della Regione: il primo ciclo parte il 15 marzo, e proseguirà il 22 e il 29 marzo, dedicato alla Vernaccia di San Gimignano. I prossimi cicli, saranno poi dedicati al Carmignano e al Nobile di Montepulciano. Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore. Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
L’Emilia Romagna scalda invece i motori in vista, dal 9 all’11 aprile, del Campionato Mondiale della Pizza n. 28, di scena a Parma. La città ospiterà infatti più di 765 pizzaioli e chef provenienti da più di 42 paesi, segno del successo internazionale di un piatto dalle origini umili, ma che ha saputo - e che continua tutt’ora - a conquistare i palati di tutte le latitudini. Se il Paese di riferimento per la pizza rimane certamente l’Italia, Oltreoceano la pizza è molto seguita ed apprezzata con grandi professionisti impegnati nella formazione dei futuri pizzaioli.

Da Roma all’Abruzzo, fino in Campania
Il 31 marzo, la Capitale ospiterà la prima rassegna tutta dedicata ai vini laziali: gli spazi Wegil, a Trastevere, ospiteranno i vignaioli Fivi-Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, che ogni giorni si impegnano nella produzione e nella comunicazione di vino tipico della Regione, in una giornata dedicata alla degustazione, alla scoperta e all’approfondimento della cultura enoica tra le più antiche d’Italia. Fino al 2 maggio al Mercato Centrale di Roma è di scena “Mangiadischi”, con il Tenax, storica disco fiorentina che arriva nella Capitale, per raccontare che effetto può avere il cibo sulla musica e viceversa, con gli show cooking di coppia tra dj e artigiani: Miz Kiara a La Pizza di Pier Daniele Seu (21 marzo).
Sempre il 31 marzo 2019, invece, il Castello di Semivicoli aprirà le sue porte per un “Pomeriggio DiVino”, un percorso gustativo alla scoperta di una selezione di etichette della griffe Masciarelli, simbolo dell’enologia abruzzese. Gli ospiti avranno la possibilità di essere accompagnati dal personale qualificato del Castello in un’esperienza itinerante, che prevede la contestualizzazione di ogni degustazione all’interno delle meravigliose sale del Castello, dal Frantoio e dalla Cucina Baronale passando per il Porticato, fino ad arrivare alla preziosa Sala delle Botti. Per il “Pomeriggio DiVino” Masciarelli ha selezionato quattro delle sue più pregiate etichette: lo Champagne Vertus Andre Jacquart, il Bourgogne Blanc Domaine de Montille 2015, il Montepulciano d’Abruzzo Villa Gemma 2014 e il Cerasuolo D’Abruzzo Chiamami Quando Piove Bio 2018. La degustazione dei vini sarà accompagnata da un menù che prevederà una serie di antipasti caldi e freddi tipici della cucina tradizionale abruzzese.
Spostandosi in Campania, a Sorrento, dal 29 al 31 marzo protagonista sarà la produzione di qualità dell’olio extravergine d’oliva italiana, ma anche estera. È l’edizione n. 17 del premio Sirena d’Oro, promosso dal Comune di Sorrento in collaborazione con Coldiretti Campania e la partecipazione del Gal Terra Protetta e delle associazioni Oleum, Aprol Campania, Unaprol e Federdop Olio.

In Sicilia
Dal 31 marzo al 2 aprile Catania ospiterà il Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi, l’edizione n. 30 del Congresso “Gusto in Scena” metterà al centro il ruolo strategico dell’enogastronomia nazionale nella promozione del sistema paese. Il 31 marzo, sempre a Catania, torna la grande festa della cucina italiana, Cibo Nostrum, organizzata dalla Federazione Italiana Cuochi con il supporto dell’Unione Regionale Cuochi Siciliani, con un’edizione ancora più ricca e con numerose novità. Negli storici giardini di Villa Bellini, oltre 300 postazioni allestite per cuochi professionisti e pasticceri provenienti da tutta Italia delizieranno il pubblico con le loro ricette e preparazioni gastronomiche, affiancati da 50 cantine siciliane che hanno aderito all’evento e che proporranno in degustazione il meglio dei loro vini.
Ancora la Sicilia, ma questa volta Siracusa, ospita un altro evento culinario: il 31 marzo e 1 aprile, giorni in cui va in scena “Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini”, che si svolge al Grand Hotel Minareto di Siracusa, si celebrano le eccellenze siciliane attraverso i 41 associati de Le Soste di Ulisse, associazione nata nel 2002, e che raccoglie in Sicilia un considerevole numero di eccellenze tra ristoranti gourmet (tra cui gli stellati presenti nell’Isola), charming hotel, maestri pasticceri, blasonate cantine ed importanti ed autorevoli aziende legate a doppia mandata con il mondo enogastronomico che conta. Nell’occasione, saranno accolti i 6 nuovi soci, che saranno presentati al pubblico e alla stampa, con a seguire spazi dedicati allo Street Food e una serata con Cena di Gala.
A Marsala invece, il 31 marzo le Torri Pellegrino mette in scena il primo dei due appuntamenti dedicati ai profumi e ai sapori di Pantelleria e Favignana, “La cucina delle isole”: la griffe enoica siciliana rende omaggio alla tradizione gastronomica delle isole siciliane della costa occidentale. Si comincia con “Cappero!”, ideato da Mario Puccio, chef del ristorante I Giardini dei Rodo di Pantelleria, un percorso degustazione per assaporare i piatti tipici e le specialità della piccola isola vulcanica. Secondo appuntamento mercoledì 8 maggio per la cena “Sfumature di tonno rosso”, curata dallo chef Francesco Balzani del ristorante Sottosale di Favignana.
Il 4 aprile invece, va in scena il secondo appuntamento de “Le cene letterarie delle Cattive” con “Una cena di Storie e di Strade” quattro portate, ispirate ai luoghi di Palermo, da via Gioiamia a vicolo Pesacannone, da via Sette Fate a Discesa dei giudici. “La cornucopia croccante”, “Il risotto affumicato”, “Il turbante di sogliola” e “La bilancia della giustizia” i piatti pensati e preparati dallo chef Daniele Olivastro e dal sous chef Olexandra Marfia. In questo menù fantasia, storia, cultura e mistero della città di Palermo si fondono insieme con gli ingredienti tipici della tradizione e dei mercati. Le storie delle quattro vie saranno lette da Silvia Ajelli. In abbinamento 2 vini rappresentativi dei territori di Tasca d’Almerita.

Eventi in tutta Italia
Cucina gourmet, territorialità e prezzi pop invadono tutta Italia, come ingredienti dell’iniziativa che per il settimo anno consecutivo si propone di valorizzare il moderno ristorante e il territorio, strizzando l’occhio alla clientela più giovane o timorosa: è quella firmata InGruppo, il progetto che vede 22 chef e patron - per 14 stelle - di alcuni dei più importanti ristoranti italiani far conoscere le meraviglie della cucina di qualità e promuovere il “Piacere a tavola” fino al 30 aprile offrendo menù, vini compresi, al costo prestabilito di 60 euro a persona (con il “Diritto di tappo”, grazie al quale è possibile portare le proprie bottiglie con un costo extra di 10 euro per il servizio), 120 euro dagli stellati A’Anteprima dello chef Daniel Facen, allo storico tristellato Da Vittorio dei fratelli Cerea, al Mudec dello chef superstellato Enrico Bartolini e dallo stellato Sadler dello chef Claudio Sadler.
Il 30 e 31 marzo, nelle piazze italiani i volontari della Fondazione Umberto Veronesi saranno impegnati con “Il pomodoro. Buono per te, buono per la ricerca”, sostenuta da Anicav, Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, la raccolta fondi per la ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica. In cambio di una donazione saranno distribuiti tre formati di pomodoro in scatola, prodotto simbolo della dieta mediterranea e dalle note proprietà benefiche.

La stagione delle Anteprime prosegue. Torna l’evento internazionale En Primeur di Bordeaux
Mentre prosegue la lunga stagione delle Anteprime, sono tanti gli eventi in cui i produttori dei più celebri territori italiani presentano le nuove annate delle loro etichette. Come i tre appuntamenti con i grandi vini piemontesi: Taste Alto Piemonte, il più importante evento dedicato alle eccellenze vinicole e gastronomiche, dei territori delle 4 Provincie di Novara, Biella, Vercelli e Verbano Cusio Ossola - con più di 50 cantine e le ultime annate delle 10 Denominazioni Boca Doc, Bramaterra Doc, Colline Novaresi Doc, Coste della Sesia Doc, Fara Doc, Gattinara Docg, Ghemme Docg, Lessona Doc, Sizzano Doc e Valli Ossolane Doc - promosso dal Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte al Castello Visconteo Sforzesco di Novara (30-31 marzo e 1 aprile), con walk-around tasting e seminari tecnici di approfondimento sulle Denominazioni per operatori ed appassionati; quindi La Prima dell’Alta Langa, l’evento organizzato dal Consorzio Alta Langa per operatori, ristoratori, enotecari e giornalisti al Castello di Grinzane Cavour (1 aprile), con 24 produttori e tutte le rispettive cuvée per oltre 40 etichette tra bollicine di Alta Langa bianche, rosate, Riserve e grandi formati, in degustazione. È tempo poi di Sicilia en Primeur, con le tante declinazioni enoiche dell’isola-continente con la regia di Assovini, dell’Anteprima dei vini della Costa Toscana con “I Grandi Cru della Costa Toscana” a Lucca (Real Collegio, 4-5 maggio), e, sempre a maggio, del gran finale con la Soave Preview firmata dal Consorzio di Tutela del Soave.
Impossibile poi non segnalare uno degli eventi più attesi del mercato enoico mondiale, lEn Primeur di Bordeaux dall’1 al 4 aprile, dedicata alla vendemmia 2018 dei grandi vini della Gironda, ed evento che fa da termometro per tutto il settore dei fine wine.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019