02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LE CESARINE

Le cene in casa tra amici nel post lockdown: le otto regole (più una) delle Cesarine

La rete di home restaurant più importante d’Italia mette in fila gli accorgimenti necessari per una cena in tutta sicurezza
LE CESARINE, Non Solo Vino
Le otto regole (più una) delle Cesarine per una cena a casa tra amici in totale sicurezza

Dopo mesi di lockdown, nei quali sì il cibo ha avuto un ruolo fondamentale nel riempire le giornate in casa, ma senza una delle sue caratteristiche fondamentali, e cioè la convivialità, c’è tanta voglia di tornare a mangiare insieme. E se la ristorazione è ripartita, non certo senza difficoltà, c’è ancora chi ha qualche timore ad uscire al ristorante, e preferisce ospitare amici e parenti a casa, meglio se in giardino o su balconi e terrazze. Ma anche nelle serate nel segno della convivialità e delle chiacchiere intorno ad un tavolo ci sono degli accorgimenti da prendere, per potersi godere la serata in totale sicurezza: a suggerire come comportarsi in questi casi sono Le Cesarine, esperti in tema di ospitalità a casa, visto che si tratta della più importante rete di home restaurant d’Italia, che conta più di 1.500 cuoche e cuochi che aprono le porte della propria casa a viaggiatori provenienti da tutto il mondo, offrendo esperienze immersive in location suggestive, e che quindi ne sanno su come gestire al meglio e in sicurezza la situazione contingente, perché anche loro hanno ormai riaperto le loro case, balconi e giardini ai tanti appassionati della cucina italiana per cene tra amici, in famiglia o anche per divertenti cooking class di gruppo.

E allora, mettono in campo gli otto suggerimenti più uno indispensabili per una cena a casa, come mettere a disposizione degli ospiti, subito all’ingresso, gel disinfettante e salviette monouso, ma anche chiedere agli ospiti di disinfettare le scarpe; poi è assolutamente consigliato, dove possibile, organizzare cene all’aperto, apparecchiando la tavola lasciando almeno un metro tra gli ospiti, evitando buffet o finger food, preferendo il servizio a tavola di cibo già impiattato; altro accorgimento è servire pane già tagliato, e scegliere una persona incaricata di servire acqua o altre bevande, così che sia una sola mano a toccare le bottiglie; in caso il pasto fosse al chiuso, evitare di puntare il condizionatore direttamente sulla tavola.
Last but not least, un consiglio non-consiglio, quello delle Cesarine: mettere in pratica i trucchi e le ricette sperimentati durante il lockdown, preferendo sempre prodotti locali e stagionali, cucinati con amore.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli