02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CRITICA ENOICA

“Robert Parker Wine Advocate”, Joe Czerwinski è il nuovo Editor-in-Chief

Prende il posto di Lisa Perrotti-Brown al vertice editoriale della più prestigiosa ed autorevole pubblicazione di critica enologica del mondo

Cambio al vertice editoriale per “Robert Parker Wine Advocate”, la più prestigiosa ed autorevole pubblicazione di critca enologica del mondo (di proprietà del Gruppo Michelin, ndr), Joe Czerwinski è stato nominato Editor-in-Chief al posto della Master of Wine Lisa Perrotti-Brown MW, che ha guidato la pubblicazione per otto anni. Mentre William Kelley DPhil è stato promosso alla posizione di vicedirettore. Czerwinski è entrato nel 2017 in “Robert Parker Wine Advocate” (la cui italian editor è Monica Larner, ndr) come Managing Editor e Reviewer per la Francia meridionale, l’Australia e la Nuova Zelanda.
“Un veterano dell’editoria - spiega una nota - con più di 20 anni di esperienza come critico di vino professionista e giudice internazionale, Czerwinski guiderà il team di esperti recensori, stabilirà il tono e la direzione della pubblicazione e svilupperà nuove strade per la distribuzione dei contenuti. I suoi recenti successi includono la guida dell’iniziativa di sostenibilità di “Robert Parker Wine Advocate”, che ha introdurre filtri per identificare i produttori biologici e biodinamici certificati e riconoscere le cantine che dimostrano sforzi straordinari nel perseguimento di pratiche ecologiche attraverso il Robert Parker Green Emblem”.
“Con sempre più competizione per catturare l’attenzione dei consumatori di vino, è vitale che noi superiamo le aspettative dei nostri lettori come più importante guida all’acquisto di vino del mondo. Sono entusiasta di guidare un team di critici di vino così impegnati a costruire sull’eredità di Robert Parker come l’ultima guida per i consumatori di vino”, ha dichiarato Czerwinski, che, nel suo nuovo ruolo, si assume anche la responsabilità di valutare e recensire i vini della Napa Valley.
“Alcune delle mie esperienze vinicole più formative ruotano intorno alla Napa Valley: la mia prima vacanza nella regione vinicola nel 1990, il primo articolo di lunga durata che ho scritto come scrittore professionista di vino e due inviti - una volta come relatore - al Simposio per scrittori professionisti di vino”, ha detto Czerwinski. “Non vedo l’ora di tornare a quelle radici e di scoprire ancora una volta tutto ciò che la Napa Valley ha da offrire”.
Per completare Czerwinski e il team esistente di critici di vino internazionali, William Kelley assumerà la responsabilità di recensire i vini di Bordeaux. Si è unito a Robert Parker Wine Advocate nel 2017, per coprire la Borgogna e lo Champagne. Ora, con sede in Francia, a tempo pieno, Kelley è nella posizione ideale per coprire questa importante regione. “Intendo portare a Bordeaux lo stesso tipo di copertura sul terreno che ho fornito in Borgogna, e non vedo l’ora di portare i lettori più a fondo nella viticoltura e nella vinificazione del Bordolese”, ha dichiarato.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli