02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PREMI

Roberto Conterno e Amorim Cork Italia candidati ai “The Golden Vines Award” 2021

Il produttore simbolo di Barolo in lizza con Aubert de Villaine (Romanée-Conti) per la categoria “The Golden Vines Hall of Fame Award”

Aubert de Villaine - Domaine de la Romanée-Conti (Francia), Paul Draper - ex capo produzione di Ridge Vineyards (Usa), Peter Gago - Penfolds (Australia), Richard Geoffroy - ex chef de Cave Dom Pérignon (Francia), Roberto Conterno - Giacomo Conterno (Italia): ecco la rosa dei candidati al “The Golden Vines Hall of Fame Award”, il premio destinato a chi si sia distinto per particolari obiettivi conseguiti durante la sua vita nella produzione di vino pregiato, o per specifici servizi di alto livello nel settore vinicolo, dei prestigiosi “The Golden Vines Award” 2021, gli “Oscar del Vino” firmati da Liquid Icons, società di ricerca nel settore vinicolo di alto livello internazionale. Con una finalità nobile: lo scopo dell’evento, di scena il 7 ottobre, a Londra, è quello di premiare i protagonisti dell’industria del vino e raccogliere fondi per la Gerard Basset Wine Education Charitable Foundation, dedicata al grande sommelier scomparso nel 2019, con l’obiettivo di finanziare programmi di educazione al vino legati alla diversità e all’inclusione interrazziale.
Svelati anche i nomi delle nomination per la categoria “Tecnologia e Innovazione”, la The Golden Vines Innovation Award, tra cui spicca la Amorim Cork Italia, leader mondiale nella produzione di tappi in sughero, al fianco dell’Organizzazione internazionale della vigna e del vino (Oiv), del Dipartimento di viticoltura ed enologia della UC Davis, California, di Coravin e della Wine & Spirit Education Trust (Wset).
“Questa nomination è un riconoscimento emozionante - commenta Carlos Veloso dos Santos, ad Amorim Cork Italia -, essere tra le cinque realtà mondiali considerate avanguardistiche dal punto di vista dell’innovazione nel settore enologico è un onore. Per noi significa anche un nobile onere: quello di continuare sulla strada degli investimenti scientifici e tecnologici per un futuro sempre più performante. L’esperienza della stappatura per noi è un rituale e desideriamo che sia degno preludio ai brindisi e parte integrante della celebrazione”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli