02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CONTRO LA GUERRA

Russia-Ucraina: i big del beverage e dei fast food in campo con iniziative di solidarietà

Il colosso della birra Ab InBev mette acqua in lattina da inviare alle frontiere. McDonald’s e Kfc donano cibo alle autorità ucraine
AB INBEV, ANORA, Guerra, KFC, MCDONALD’S, UCRAINA, Non Solo Vino
Da Ab InBev acqua in lattina da inviare alle frontiere con l’Ucraina

Mentre Russia e Ucraina trattano per trovare una soluzione ad un conflitto che, però, dopo le prime ore di contraddizioni, è ancora lontana, alcuni big del food & beverage cominciano a mettere in campo iniziative a sostegno della popolazione ucraina: in particolare, AB InBev, leader mondiale della birra, sta riempiendo mezzo milione di lattine d’acqua nel suo più grande birrificio europeo a Leuven, in Belgio. L’azienda le porterà ai punti di controllo di frontiera in Polonia e Moldavia la prossima settimana.
Jason Warner, presidente di AB InBev Europa, ha dichiarato: “rimaniamo in stretto contatto con i nostri 1.800 colleghi ucraini e stiamo facendo tutto ciò che è in nostro potere per sostenere loro e le loro famiglie e per garantire la loro sicurezza e il loro benessere il più possibile. Comprendiamo dai nostri colleghi che le situazioni di confine siano estremamente difficili e vogliamo aiutare dove possiamo”. La joint-venture AB InBev-Efes ha una grande presenza sia in Russia sia in Ucraina, con 14 birrifici, 3 malterie e funzioni di ufficio che impiegano complessivamente 5.370 persone in entrambi i Paesi. Warner continua: “sono orgoglioso di vedere il sostegno emotivo e la cura del mio team in Europa.
Le catene di fast food statunitensi McDonald’s e Kfc hanno iniziato a offrire cibo gratis agli ucraini che resistono all’invasione russa, postando la loro iniziativa sui social media. Le società hanno chiuso i loro ristoranti in ucraina dal 24 febbraio. McDonald’s, in particolare, riporta l’agenzia Ansa, ha annunciato che donerà cibo alle autorità locali affinché possano distribuirlo a chi ne ha bisogno. Anche Kfc ha preso un impegno simile, offrendo in particolare le loro scorte ai militari impegnati al fronte e agli ospedali. Mentre Anora, uno dei principali player del mercato di wine & spirits del Nord Europa (con vendite nette nel 2020 per 628 milioni di euro) ha deciso di sospendere tutte le sue operazioni in Russia, e di donare 50.000 alla Croce Rossa in Ucraina.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli