02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
GRANDI VINI

Sassicaia, Tignanello, Masseto: i vini italiani più ricercati al mondo secondo Wine-Searcher

I Supertuscan al top della classifica tricolore, dove dominano Toscana e Piemonte. Antinori unica cantina con 3 etichette tra le prime 20
MASSETO, SASSICAIA, TIGNANELLO, VINI ITALIANI, WINE SEARCHER, Mondo
Sassicaia, Tignanello, Masseto: i vini italiani più ricercati al mondo per Wine-Searcher

Se i vini più “popolari”, o meglio più ricercati al mondo, sono i grandi di Francia come Chateau Mouton Rothschild, Chateau Lafite Rothschild e Dom Perignon Brut, l’Italia piazza 7 etichette tra le prime 100 per numero di ricerche sul celebre portale Wine-Searcher (dati aggiornati a dicembre 2019). Con 6 etichette toscana, di cui le prime 5 sono i grandi Supertuscan. Primo degli italiani, infatti, è il pluripremiato Sassicaia della Tenuta San Guido al n. 7, seguito dal Tignanello di Antinori al n. 24, e dal campione italiano delle aste internazionali, il Masseto, al n. 37 della classifica assoluta. A seguire, al n. 45 (e ai piedi del podio tricolore) c’è l’Ornellaia, seguito, al n. 46, dal Solaia, ancora di Antinori.
Al n. 50 c’è il mostro sacro delle Langhe, il Barolo Monfortino Riserva di Giacomo Conterno, mentre al n. 82 c’è il Flaccianello delle Pieve della griffe del Chianti Classico Fontodi. Appena fuori dalla top 100 mondiale, al n. 101 (e n. 8 tra gli italiani) un altro nome icona dell’Italia del vino, Gaja, con il suo Barbaresco, seguito da un altro piemontese celeberrimo, il Barolo di Bartolo Mascarello, davanti al Chianti Classico di San Giusto a Rentennano, che chiude la “top 10” delle etichette italiane più ricercate.
A seguire questi 10 alfieri di assoluto prestigio dell’enologia tricolore, un altro grande nome del vino italiano, Le Pergole Torte di Montevertine, davanti ad un vino ed una cantina che hanno fatto la storia, ovvero Biondi Santi, con il Brunello di Montalcino della Tenuta Greppo (che è stata la culla de grande rosso di Toscana), davanti al Barolo Cascina Francia di Giacomo Conterno, e ad altre due espressioni di Brunello di Montalcino, la versione annata di Castello Banfi, e la versione Riserva ancora di Biondi Santi. A chiudere la “top 20” dei “most popular italian wines” di Wine Searcher, ancora Gaja, con lo Sperss, poi il Brunello di Montalcino de Il Poggione, il Barbaresco dei Produttori del Barbaresco, il Guado al Tasso della Tenuta Guado al Tasso di Antinori (unica realtà a piazzare tre etichette tra le prime 20) e, infine, dal Veneto, l’Amarone della Valpolicella Costasera di Masi, unica etichetta tra le prime più ricercate che arriva da un territorio che non si trovi in Toscana o in Piemonte.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli