02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’AGENDA DI WINENEWS

Sicilia capitale degli eventi del wine & food in agenda. A Montalcino, torna il Jazz & Wine Festival

Sull’isola lo Scirocco Wine Fest e il Progetto Planeta Cultura per il Territorio. Nella patria del Brunello in scena il festival firmato Banfi

Se si pensa all’estate ci si immagina il mare, il caldo, le vacanze... E tutto ciò, unito a tradizione millenaria, offerta enogastronomica, cultura e paesaggi mozzafiato, si riunisce in Sicilia, protagonista assoluta degli eventi del wine & food in agenda, che WineNews segnala a tutti gli amanti del buon bere e del buon cibo, anche in estate. Partendo da Gibellina, paese del trapanese che dal 27 al 30 giugno ospita lo Scirocco Wine Fest, progetto ideato e realizzato dal gruppo Cantine Ermes e Tenute Orestiadi con l’intento di unire, attraverso il vino, i Paesi del Mediterraneo. Un progetto che ben si innesta nella storia di Gibellina, Museo en plein air di arte contemporanea, che ha fatto nell’ultimo cinquantennio della commistione tra culture il suo punto di forza: nei giorni del Festival, presentazioni di libri, show cooking, degustazioni e conferenze punteranno i riflettori sul ruolo che, in questo “museo all’aperto” ha il vino e la sua tradizione.
Il tour di eventi enogastronomici siciliani prosegue, il 28 giugno alla tenuta Sciaranuova a Passopisciaro sull’Etna della griffe simbolo dell’enologia siciliana, Planeta. Nel contesto di Viaggio in Sicilia, progetto di Planeta Cultura per il Territorio, giunto all’ottava edizione, sarà presentata l’opera site-specific di Claire Fontaine, dal titolo, Ettore Majorana, ideata appositamente per gli spazi della tenuta. L’opera deriva dalle suggestioni suscitate durante la residenza itinerante d’artista, che si è svolta a ottobre 2018 nel periodo della vendemmia sull’Etna, e segna l’inizio di un nuovo orientamento del progetto di Planeta dedicato alla creazione di un itinerario di opere d’arte all’aperto nelle proprie tenute vitivinicole.
Restando alle pendici dell’Etna, dal 28 al 30 giugno arriveranno da tutta Italia le Donne del Vino, che partecipano alla convention nazionale a Castiglione di Sicilia, in provincia di Catania. Il 29 giugno la giornata clou dedicata al tema dell’anno, “Donne Vino e Design” con un focus particolare sulla bellezza e il rispetto dei territori. Al centro degli incontri, il gusto delle cose, tra arte, architettura e design, di innovazione e sostenibilità, ma anche sul cambiamento del look innescato dal nuovo protagonismo femminile, di cui si parla insieme a Carlos Santos, Ceo di Amorim Cork Italia, leader mondiale dei tappi in sughero che ha fatto dell’eccellenza qualitativa uno stile di vita, che illustrerà di “nuove sfide del design e del packaging”.

In Toscana: a Montalcino torna il Jazz&Wine Festival
Il turismo, nei territori celebri per la produzione vinicola ed enogastronomica, è spesso mosso proprio dalla voglia di “fare esperienza” di vini e prodotti tipici, nei luoghi in cui nascono. Proprio in questo senso, da anni, va la formula vincente che fa incontrare vino e musica, come conferma il successo di uno degli eventi “pionieri” e più longevi del genere, il Jazz & Wine in Montalcino, festival nato dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz di Roma ed il Comune di Montalcino, e che dal 2 al 14 luglio, per l’edizione n. 22, vedrà il susseguirsi di grandi star internazionali del panorama jazz nel borgo patria del Brunello, uno dei vini più amati e simbolo dell’enologia di qualità della Toscana e di tutta Italia. Grandi artisti, protagonisti sia delle due “pre-serate”, “Aspettando Jazz&Wine” del 2 e del 9 luglio, tra le mura del Castello Banfi, del calibro di Sebastien Chaumont 5et, il sassofonista e cantante francese che con il suo quintetto farà rivivere le emozioni che dalle atmosfere swing e pre-bop anni 40, arriva fino al sound del primo rhythm ‘n’ blues e jive degli anni 50. E Israel Varela, il batterista e cantante messicano che si esibirà insieme al virtuoso pianista tedesco Florian Weber, al mitico bassista brasiliano (quattro volte Grammy Award Winner) Alfredo Paixao e, special guest, il grande sassofonista americano Ben Wendel. Per poi passare ai concerti nella Fortezza di Montalcino, vero e proprio clou del Festival, con la classica apertura ufficiale, il 10 luglio, della Jazz & Wine Orchestra, diretta da Mario Corvini, con l’ospite d’onore, Rosario Giuliani. E si prosegue, l’11 luglio, con il fuoriclasse di Philadelphia Kurt Rosenwinkel, il chitarrista che ha dominato per oltre un decennio la scena jazzistica newyorkese, seguito il giorno successivo dal fiore all’occhiello di questa edizione, la signora del jazz, Dee Dee Bridgewater, che per l’occasione si presenta con un quartetto superlativo formato da Ira Coleman (basso), Louis Winsberg (chitarra), Marc Berthoumieux (accordione) e Minino Garay (percussioni). Per poi passare, il 13 luglio, a Roberto Gatto ed il suo New Quartet: ambasciatore del jazz italiano nel mondo, proclamato anche quest’anno miglior batterista italiano dal mensile Jazzit, accompagnato sul palco dal meglio del panorama jazzistico italiano, Alessandro Lanzoni al pianoforte, Matteo Bortone al contrabbasso e Alessandro Presti alla tromba. In chiusura il Flavio Boltro Bbb Trio ft Stefano Di Battista, reunion dei due ambasciatori del jazz italiano nel mondo.
A Radda in Chianti, dal 25 maggio ogni week end fino ad ottobre, arriva il Rural Market, in una ex officina meccanica recuperata, “casa” per le materie prime della biodiversità agricola. Una sosta obbligata per ricaricarsi con gusto, tra ordinati vigneti e caratteristici paesaggi collinari, con specialità a rotazione, frutto del lavoro degli agricoltori e allevatori custodi Rural di Toscana, Emilia-Romagna e Liguria. Si potranno riscoprire il pane di grani antichi, la marocca di Casola, i formaggi monorazza biologici da latte crudo intero di vacche di razze antiche, il latte fresco di asina, le uova di gallina Romagnola, le carni e i salumi di Cinta Senese e quelli di maiale Nero allevato all’aperto sulle colline parmensi, i testaroli della Lunigiana al farro, la farina di mais Formenton Otto File e di castagne della Lunigiana, la passata biologica di pomodoro Riccio di Parma, la confettura di uva Termarina, il miele biologico del Parco Barboj, la patata Quarantina, la zucchina Trombetta di Albenga, il Fiaschetto di Sangiovese, il Sidro di mele di montagna e tanto altro.
Una vigna verde e rigogliosa sulla costa toscana a fare da cornice ad una cantina da sogno che questa estate ospiterà nuovamente un ciclo di 5 serate interamente dedicata all’arte, alla cultura e al cibo e vino di qualità. Questo è ciò che ha pensato Francesca Moretti quando, insieme al suo team, ha creato un programma di intrattenimento che coinvolgesse il pubblico durante le sere d’estate. Cultura del vino, del cibo e dell’arte, il tutto da vivere nella speciale cornice della cantina Petra. Il 20 luglio è la volta del ”Duo Toscano”, Suono diVIno con Stefano Fanticelli al flauto e Giorgio Albiani alla chitarra, il 25 luglio la jazz night “I THOUGHT ABOUT YOU” con Romina Capitani & Steve Rudolph Duo, quindi il 10 agosto la Notte di San Lorenzo, e infine il 24 agosto la Hot Walzok.
Con l’estate 2019 torna “Al Cinema con Gusto” tra i vigneti dell’azienda vitivinicola Rocca di Montemassi, con una formula ancora più ricca. La rassegna ideata dai giornalisti Giovanni Pellicci e Lorenzo Bianciardi unisce golosità del territorio e cinema sotto le stelle nella splendida location che si trova in località Pian del Bichi, nel comune di Roccastrada a pochi chilometri da Grosseto. Il primo appuntamento dell’estate si terrà giovedì 27 giugno, con come protagonisti gli assaggi gastronomici curati dallo chef Emilio Signori della Locanda La Luna di Tirli, i vini di Rocca di Montemassi e la proiezione del film “Sideways”. Si prosegue il 23 luglio, con la proiezione del film “Lunchbox” e le proposte culinarie dello chef Giovanni Peggi del Ristorante Marula di Follonica, e poi martedì 20 agosto, con la pellicola “Chef, la ricetta perfetta” e i piatti di Nicola Fantini del Ristorante Il Fanta di Gavorrano.
Il Movimento Turismo del Vino Toscana invece, prosegue la collaborazione esclusiva con la Scuola Internazionale Comics di Firenze, e lo fa per aiutare bambini affetti da tumore.Proprio come i grandi supereroi dei fumetti, questi bambini lottano ogni giorno, e sono sostenuti dalla Onlus “Milano 25” di “Zia” Caterina Bellandi che con il suo taxi colorato da anni porta un sorriso a bambini e famiglie meno fortunati. Per questo, il Movimento Turismo del Vino Toscana ha deciso di donare bottiglie di vino, a cui i fumettisti dell’accademia fiorentina hanno aggiunto un tocco d’arte, ovvero le etichette uniche, di metterle all’asta online, ogni settimana per 22 lotti totali, e donare il ricavato alla Onlus.
A Volterra, intanto, continuano le Cene Galeotte, iniziate il 5 aprile e che andranno avanti fino al 9 agosto, progetto ideato dalla direzione della Casa di Reclusione di Volterra e realizzato in collaborazione con Unicoop Firenze e la Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus che dal 2006 fa della struttura toscana non solo un luogo unico di integrazione e solidarietà, ma anche un punto di riferimento per tanti altri Istituti italiani che propongono oggi analoghi percorsi rieducativi. L’iniziativa propone ai detenuti un percorso formativo attraverso cene mensili aperte al pubblico e realizzate con il supporto - a titolo gratuito - di chef professionisti: il ricavato di ogni serata - circa 120 i posti disponibili - è interamente devoluto a progetti di beneficenza realizzati in collaborazione con il mondo del volontariato laico e cattolico. Questa edizione in particolare andrà a sostenere organizzazioni onlus e iniziative di solidarietà di respiro nazionale ed internazionale dedicate al mondo dell’infanzia.

A Milano e in Lombardia
Il 30 Giugno 2019, al Parco Avventura Monte Alben al Passo di Zambla, nel comune di Oltre il Colle, arriverà la Festa della rinascita, un evento dal carattere fortemente simbolico in cui, dai tronchi degli alberi spezzati dalla tempesta dello scorso ottobre, verranno ricavate sculture fatte con le motoseghe. Il 29 ottobre dello scorso anno, infatti, la tempesta “Vaia” ha causato al Parco Avventura Monte Alben danni ingenti: dopo il ripristino di questi danni l’azienda Paganì Antichi Sapori, che gestisce il Parco Avventura Monte Alben, ha pensato di utilizzare proprio quei tronchi spezzati dalla tempesta per popolare il bosco di sculture lignee permanenti fatte con le motoseghe.
Intanto, inizia il conto alla rovescia per “Cibo di Mezzo al Museo”, l’evento d’alta gastronomia firmato da grandi chef, produttori d’eccellenza e vignaioli bresciani che, il 30 giugno, avrà come straordinaria cornice il seicentesco Palazzo Sorlini di Calvagese della Riviera, in provincia di Brescia, in Valtenesi e i suoi giardini. Appuntamento glamour e raffinato, dedicato al connubio tra cibo ed arte, considerato che il palazzo è la sede del MarteS, pinacoteca che racchiude oltre 180 capolavori di pittura veneta e lombarda, dalle tavole in oro trecentesche alle grandi tele dei Maestri del Settecento veneziano. E nasce da Cibo di Mezzo, alleanza nata nel settembre del 2017 che riunisce, sotto l’egida del gusto e della qualità, 12 ristoranti bresciani di alto profilo e circa 30 produttori d’eccellenza del Nord Italia, in particolare della zona fra il lago d’Iseo e il lago di Garda.
Francia e Italia, una a fianco dell’altra nella sublime arte della cucina: il 2 luglio, nell’ambito dell’edizione 2019 de il BonTà - Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori, andrà in scena un nuovo gustoso gemellaggio fra il Ristorante La Resca di Vescovato di Cremona e il Ristorante Bella Italia di Nizza. L’appuntamento, al La Resca di Vescovato, è curato dal Touring del Gusto, che dal mese di maggio sta dando vita a un’iniziativa itinerante appositamente creata per dimostrare come il talento italiano in cucina non abbia rivali per qualità dei prodotti e composizione dei piatti. I due chef Marco Giussani, del Bella Italia di Nizza, e Paolo Crotti, residente chef a Cremona, dimostreranno la loro abilità e la fantasia cercando di fondere al meglio i prodotti della tradizione italiana con i classici del patrimonio francese. Il risultato sarà una “cucina a 4 mani”, con piatti di altissimo livello.
I festeggiamenti di grandi Denominazioni e grandi territori continua, a partire da quella che porta ufficialmente l’estate in Franciacorta, un evento diffuso sul territorio, con numerose iniziative tra food&wine, sport e natura, arte e cultura: continua il Franciacorta Summer Festival on the road, che anima il territorio dal 19 maggio all’8 settembre. Per quattro mesi la Franciacorta accoglierà turisti e wine lovers con uno stimolante ventaglio di eventi e proposte, che li porterà a scoprirne cantine e produttori agroalimentari, tesori d’arte e bellezze paesaggistiche. Il Franciacorta Summer Festival on the road prenderà il via proprio il 19 maggio, con una giornata di festa in omaggio al Franciacorta Rosé: sempre più apprezzato dal grande pubblico, a fare da filo conduttore a una serie di appuntamenti che saranno “rivestiti di rosa”, con le cantine accoglieranno gli enoturisti per visite guidate e degustazioni di Franciacorta Rosé e organizzeranno piccoli eventi a tema, tutti giocati sul colore rosa.
Tutti vogliono essere sommelier, almeno per un po’. Dal 24 al 30 giugno a Milano, nel distretto EustachiORA, nel centralissimo quartiere di Porta Venezia, si potrà degustare e mettere a confronto 5 diverse proposte di Ribolla Gialla, il prezioso bianco friulano. Cinque, anche le enoteche del quartiere coinvolte, che insieme ai tanti locali (sia storici che nuovi) rende quello di Porta Venezia uno delle nuove realtà più attive della città.

In Piemonte
Nel segno della commistione tra ciclismo e cucina, si celebrerà, il 29 giugno a Castellana, il grande Fausto Coppi, il “Campionissimo”: nel centenario dalla nascita del grande atleta piemontese, il suo paese natio gli dedica un menù speciale che, metaforicamente, ripercorrerà le tappe della sua straordinaria carriera, nella “Cena de LaMITICA del Centenario”: il menù de “La Cena de La MITICA” dal titolo “Il Rosa, il Giallo, l’Arcobaleno. Tutti i colori delle mitiche vittorie” ripercorre le tappe della vita di Fausto Coppi con un aperitivo dedicato al suo esordio.
Il 4 luglio, invece, a Santo Stefano Belbo, nel cuneese, andrà in scena la festa del Moscato d’estate, nella cantina del Gruppo vitivinicolo Capetta. Occasione per degustare i vini del Gruppo, ma anche per conoscere il rapporto particolare che lega i vignaioli conferenti a una delle imprese leader della zona del moscato piemontese.
Il 28 giugno, sarà invece l’azienda agricola Monte Zovo ad aprire le porte della sua tenuta a Caprino Veronese, per la serata di degustazione Chiaretto & Pizza. L’evento, patrocinato dal Consorzio di Tutela Chiaretto e Bardolino, è dedicato al connubio perfetto tra il Bardolino Chiaretto 2018 e la pizza firmata da Renato Bosco, chef tra i massimi esponenti dell’arte della lievitazione e dal 2015 ambasciatore della Cucina Italiana nel mondo.
Incursioni dinamiche e culturali in collina. Porta questo sottotitolo la prima rassegna nata nell’Astigiano e interamente dedicata al benessere: continua “Bukolica”, ciclo di eventi dedicati al benessere pensati e organizzati dall’azienda Agricola dei Fratelli Durando di Portacomaro, con l’Associazione Sportiva Bewood Outdoor Brigade. Attività sportive, culturali, di meditazione ed enogastronomia di campagna si fondono nel verde delle colline dove si alternano noccioleti e vigne che circondano l’Agriturismo Terra d’Origine, location degli incontri. Otto serate, da oggi al 24 agosto, per rigenerarsi ed entrare in contatto con la natura, in uno dei più bei paesaggi vitivinicoli al mondo tutelato dall’Unesco, il Monferrato.

In Veneto
Arrivata all’edizione n. 20, torna Sorsi d’autore, manifestazione ideata da Fondazione Aida con l’obiettivo di valorizzare l’eccellenza vitivinicola ed enogastronomica regionale attraverso degustazioni e incontri in alcune Ville Venete, con selezionati portavoce della nostra cultura. Il secondo appuntamento è a Villa Roberti di Brugine (Padova) il 28 giugno, l’incontro con Rosella Postorino, Premio Campiello, e non solo, che presenterà Le assaggiatrici (Feltrinelli Editore). Ambientato nella Germania nazista, il romanzo è tratto dalla vera storia di Margot Wolk, una delle assaggiatrici di Hitler che, plurinovantenne, svelò al mondo la sua esperienza, fino ad ora taciuta, accompagnata dalla degustazione di vini Cantina Vignalta. Si parlerà di narrazione a teatro e narrazione in tv il 6 luglio a Montecchio Maggiore (Vicenza) presso Villa Cordellina Lombardi con Domenico Iannacone, conduttore di Che ci faccio qui Rai3 e Stefano Massini, romanziere, saggista e autore teatrale di fama internazionale, in abbinamento ai vini di Cantina Ongaresca. Il quarto appuntamento vede invece come protagonista una delle firme più note del giornalismo in Italia, Ferruccio De Bortoli, il 7 Luglio a Palazzo Foscolo di Oderzo (Treviso), moderato da Luca Telese, che presenterà Ci salveremo. Appunti per una riscossa civica (Garzanti), l’analisi di un Paese tra luci e ombre, e qualche ricetta su come uscire dal buio. Con nel calice Opitergium Vini.

Eventi in tutta Italia
Un messaggio forte, quello lanciato nell’edizione n. 23 della Festa Artusiana, di scena dal 22 al 30 giugno a Forlimpopoli, in Romagna: torniamo alla cucina di casa, autentica e tradizionale. Nove giorni insieme ai protagonisti dell’enogastronomia nazionale, con degustazioni, incontri sulla cultura gastronomica, laboratori del gusto, concerti, spettacoli, mostre sul tema del cibo e una sessantina di ristoranti del tipico con in carta due ricette ispirate alla tradizione artusiana. Fil rouge di questa edizione sarà il convegno di apertura della Festa, “La cucina di casa domani” a Casa Artusi, che mette a confronto i principali protagonisti della cultura enogastronomica italiana: Massimo Montanari, Alberto Capatti, Marco Dalla Rosa, Carol Povigna, Gian Franco Gasparini e il giornalista Carlo Cambi. L’incontro mette l’accento sul tema della cucina domestica, cuore dell’attività di Casa Artusi, e riflette sul ruolo effettivo (mutato e mutevole) che esso ha assunto e sta assumendo nella società contemporanea.
Sarà ancora una volta una “vie en rose” sull’universo enoico d’Italia in rosa, ma anche uno degli eventi più attesi dell’estate romana, capace di coinvolgere migliaia di visitatori: il 2 luglio va di scena infatti Bererosa, l’appuntamento targato Cucina & Vini, che torna per l’ottavo anno consecutivo nella Capitale, animando i saloni e i giardini del suggestivo Palazzo Brancaccio con una carrellata di etichette in arrivo da tutto lo Stivale e sfiziose proposte food in abbinamento. Oltre 70 le aziende vinicole schierate nei banchi d’assaggio con più di 200 etichette tra rosati fermi e mossi.
Per l’edizione 2019 Birròforum cambia look e diventa Summer Festival: dal 27 al 30 giugno torna infatti l’appuntamento dedicato alle craft beer ideato da Vinòforum, ma questa volta nel nuovo villaggio allestito all’interno del Parco Tor di Quinto di Roma e con una calendario di attività ancora più ampio per offrire a appassionati e neofiti una quattro giorni all’insegna della buona birra e del cibo di strada, ma anche della musica live, del fitness, delle animazioni per bambini e delle attività pet friendly. Dodici i birrifici artigianali presenti durante le quattro giornate, alcuni dei migliori del panorama nazionale: Hammer, Birrificio Civale, East Side Brewing, Birra Turbacci, Brewfist, Oxiana, Chinaschi, Birrificio Messina, Gladiatore, Mastri Birrai Umbri, Alta Quota e I Beer. Decine le etichette disponibili in degustazione, con stili adatti a tutti i gusti, da quelli più affermati alle nuove tendenze. Nutrita anche l’offerta cibo, composta da diverse aree tematiche.
Il territorio della Franciacorta e le sue aziende tornano ad essere protagoniste di “Franciacorta in villa”, l’edizione n. 7 dell’evento che il 29 e il 30 giugno porterà 20 firme della prestigiosa denominazione lombarda nella cittadina laziale di Fondi. Nata da un’idea dell’Associazione Decant, “Franciacorta in Villa” è un momento di approfondimento per conoscere da vicino realtà importanti nel panorama vinicolo di quel territorio e nazionale.
Con una storia antica alle spalle, il Cirò, vino d’eccellenza calabrese, compie i primi 50 anni di riconoscimento a Doc: per l’occasione il Consorzio, il 27 e 28 giugno organizza un tour speciale tra le terre del Gaglioppo e del Greco Bianco, con visite in cantina e degustazioni di etichette espressione del territorio. L’evento, sarà anche occasione per parlare del Cirò, tra storia, tradizione e futuro e innovazione, tra sistemi di controllo della qualità e rivoluzione del biologico.
In Umbria proseguono le celebrazioni del vino regionale più famoso e apprezzato, il Sagrantino: “Montefalco nel bicchiere” nasce per scoprire le eccellenze vitivinicole attraverso un percorso sensoriale da vivere in uno dei borghi più belli d’Italia. L’iniziativa, dedicata a turisti, operatori e appassionati che faranno tappa nel comune umbro, è promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco. Ogni sabato, fino al 26 ottobre, nella sede del Consorzio in Piazza del Comune, sarà possibile partecipare ad una degustazione guidata da un esperto sommelier di quattro vini prodotti nel territorio di Montefalco: si tratta di un’occasione utile per poter approfondire lo straordinario legame che esiste tra questa terra e i suoi vini.

Con l’estate ripartono anche gli eventi internazionali
Il mondo del vino non riposa mai, nemmeno all’estero. Dopo il Vinitaly China Road Show 2019, dal 17 al 22 giugno a Pechino, Xi’an, Zhengzhen e Guangzhou, ci si prepara a ripartire alla volta degli Usa, con Vinitaly International al Summer Fancy Food a New York, dal 23 al 25 giugno allo Javits Center.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019