02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TOP ITALIAN RESTAURANTS

Top Italian Restaurants 2020 by Gambero Rosso, Luca Fantin a Tokyo il migliore del mondo

Il Gambero Rosso premia i migliori ambasciatori della cucina italiana nel mondo: best Chef Emanuele Pollini del Ovo by Carlo Cracco (Mosca)

È Il Ristorante di Luca Fantin, a Tokyo, il Restaurant of The Year 2020, da 10 anni modello di serietà e cucina d’autore nella Bulgari Ginza Tower, mentre lo Chef dell’Anno è Emanuele Pollini del Ovo by Carlo Cracco di Mosca; per l’Apertura dell’Anno ci si sposta a New York, nel quartiere di Chelsea, con Feroce, il nuovo ristorante di Francesco Panella; la Carta dei vini dell’Anno è invece quella di Giando a Hong Kong, la profondissima cantina di Gianni Caprioli ed Emanuele Berselli, chef e sommelier: ecco alcuni dei Premi Speciali della Top Italian Restaurants 2020, edizione n. 3 della guida online del Gambero Rosso dedicata ai migliori ristoranti italiani nel mondo, che nell’edizione di quest’anno, presentata oggi a Roma, sono 600, da oltre 80 città nei 5 continenti. E, tra i quali, ci sono anche il Ristorante Emergente, il Tèrra a Copenaghen, dei giovani Valerio Serino e Lucia De Luca, la Pizzeria dell’Anno, Futura a Berlino, progetto del pizzaiolo Alessandro Leonardi e del cantante dei Planet FunkAlex Uhlmann, ma anche il Mancini a Stoccolma, attivo dal 1978, che si aggiudica il premio Guardiano della Tradizione per la particolare attenzione al rispetto e alla qualità della materia prima.

E proprio come la più tradizionale I Ristoranti d’Italia, che, proprio quest’anno, compie 30 anni dalla sua prima edizione, nel 1990, anche la Top Italian Restaurants ha il suo Olimpo, formato, quest’anno, da 15 Tre Gamberi, ovvero i migliori bistrot e trattorie, e 15 Tre Spicchi, le pizzerie d’eccellenza, e mentre le Tre Bottiglie per le imperdibili carte dei vini sono 20, sono 25 i ristoranti premiati con le Tre Forchette, dall’Acquarellodi Monaco ad Aromi di San Francisco, da Braci, di base a Praga, fino a Singapore, con il Buona Terra e il Cioppino’s, dall’Era Ora di Vancouver al Don Alfonso di Copenaghen, passando dal Fiola di Toronto, e dal regno di Heinz Beck a Washington. E insieme al Ristorante dell’Anno Il Ristorante Luca Fantin di Tokyo, c’è Il Ristorante Niko Romito a Dubai, La Scala a Bangkok, il Le George di Parigi, ma anche la Locanda Locatelli a Londra, il LuMi di Sydney, il Mancini a Stoccolma, mentre a Pechino si trova il Mio, in Lussemburgo il Mosconi, a San Paolo c’è il Neto, e a Mosca Carlo Cracco firma il suoOvo by Carlo Cracco, Chicago offre il Pelago, Vienna il Pastamara, e chef Umberto Bombana fa doppietta con i suoi 8 ½ Otto e Mezzo Bombana di Hong Kong e 8 ½ Otto e Mezzo Bombana di Macao.

I Tre Gamberi 2020
Belotti Ristorante e Bottega - Oakland
Carne SA - Città del Capo
Dilia - Parigi
Fico - Hobart
Gianni - Bangkok
Icaro - Tokyo
Locanda dell’angelo - Hong Kong
Osteria Angelini - Los Angeles
Osteria del Pettirosso - Rio de Janeiro
Passerini - Parigi
Pausa - San Mateo
Pianeta Terra - Amsterdam
Tentazioni - Bordeaux
Tèrra - Copenaghen
Torno Subito - Dubai

I Tre Spicchi 2020
50 Kalò di Ciro Salvo - Londra
Al Taglio - Sydney
Bijou - Parigi
Futura - Berlino
Leggera Pizza Napoletana - San Paolo
Luigia - Dubai/Ginevra
Kytaly- Ginevra/Hong Kong
Montesacro - San Francisco
Napoli sta’cca -Tokyo
nNea - Amsterdam
O’Munaciello - Miami
Pizza Bar on 38 - Tokyo
Song ‘e Napule - New York
Standard - Berlino
Una Pizza Napoletana - New York

Le Tre Bottiglie 2020
1889 Enoteca - Brisbane
A 16 - San Francisco
Altovino - San Francisco
Avventura - Stoccolma
Bar Centrale Terroni - Toronto
Bottega - Ginevra
Casa d’Angelo - Fort Lauerdale
Del Posto - New York
Enoteca Italiana - Bangkok
Enoteca Mr. Brunello - Copenaghen
Graziella - Montreal
Gallo Nero - Amburgo
Garibaldi Restaurant & Bar - Singapore
Giando - Hong Kong
Marea - New York
Osteria del Becco - Città del Messico
Piccola Enoteca - Zhubei City
Sartoria - Londra
Sistina - New York
Trattoria Popolare - Oslo

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli